Battuta d'arresto della Force India per High Speed ​​Crash nel GP d'Australia

Melbourne ha ospitato un'apertura di Formula 2016 ricca di azione nel Gran Premio d'Australia XNUMX, piena di drammi avvincenti per la Force India sin dall'inizio.

Alonso Mclaren crash top immagine

"Non è un inizio di stagione ideale, soprattutto dopo l'ottimo lavoro svolto in qualifica"

È stato sicuramente un inizio ricco di eventi per il 67th stagione del Campionato del Mondo di Formula Uno per la Force India.

Abbiamo assistito a ispirate scommesse tattiche, un enorme incidente e l'uscita più disinvolta da un veicolo in fiamme nella storia dell'umanità.

La Force India ha dato prestazioni incoraggianti nell'ormai abolita "Elimination Qualifying" e nelle difficili circostanze che si sono presentate loro il giorno della gara.

Un incidente ad alto impatto in un momento cruciale della strategia del team ha significato una gara ardua per i piloti della Force India Sergio Perez e Nico Hulkenberg, ma i due hanno comunque combattuto tenacemente.

Qualificazione per l'eliminazione revocata

È stato un inizio sperimentale per il 2016 in quanto è stato messo alla prova il controverso formato "Elimination Qualifying"; questo significava che i due piloti più lenti sarebbero stati eliminati dalle tre sessioni di qualifica a intervalli di 90 secondi.

Immagine aggiuntiva Force India Australia GP 1

Solo tre settimane fa la FIA ha annunciato l'introduzione del nuovo sistema per la prossima stagione al fine di portare più imprevedibilità ed entusiasmo ai procedimenti, una decisione che si è rivelata sfortunata.

I piloti venivano eliminati dai box, le vetture non erano più in pista, la Ferrari ha fatto solo un'apparizione in Q3 e Lewis Hamilton si è assicurato la pole con cinque minuti di anticipo.

Di conseguenza, le qualifiche eliminatorie sono state abbandonate con effetto immediato e le qualifiche torneranno al familiare sistema a eliminazione diretta a tre fasi che era in vigore dal 2006.

Nonostante la confusione di massa, la Force India è finita nel familiare 9th e 10th posizione allineando la quinta fila della griglia.

Un giorno di gara un po 'frustrante

Immagine aggiuntiva Force India Australia GP 2

Una grande partenza da Hulkenberg ha visto il tedesco salire di due posizioni entro la fine del primo giro.

Perez è sceso a 11th posto e il duo stavano facendo progressi costanti scalando la classifica per tutto il primo trimestre del procedimento.

Tuttavia, la gara è stata ribaltata durante il 17 ° giro, quando una collisione ad alta velocità tra Fernando Alonso ed Esteban Gutierrez ha provocato una bandiera rossa e un riavvio della safety car dalla corsia dei box.

I piloti della Force India erano su strategie one-stop ed entrambi avevano già fatto quella sosta prima dell'incidente, il che significava che le tattiche predeterminate erano state buttate fuori dalla finestra e la posizione in pista era persa.

Le bandiere rosse possono essere una benedizione o una condanna per le squadre e purtroppo è stata quest'ultima per la Force India.

Al riavvio Hulk era in 11th posizione e si è ritrovato bloccato dietro Roman Grosjean di Haas per la maggior parte della gara.

Ha dovuto svolgere più attività tra inseguire il francese e respingere Valtteri Bottas con la Williams dietro di lui.

Ha concluso la gara in 7th posto e aveva questo da dire:

“Ottenere punti nella borsa alla prima gara è un modo positivo per iniziare l'anno.

"Non è stata una giornata facile ed è difficile sapere cosa sarebbe successo senza che la gara fosse interrotta e ripresa ... viste tutte le circostanze, il settimo posto è abbastanza soddisfacente".

Force India Australia GP immagine aggiuntiva 3 - sergio perez

Comparativamente, Sergio Perez ha avuto una giornata ancora più frustrante a Melbourne.

Dopo aver perso un paio di posizioni negli scambi di apertura, il messicano si è ritrovato bloccato dietro Fernando Alonso che utilizzava una gomma composta più veloce.

Poi dopo il riavvio è stato quasi un déjà vu quando è stato superato da Button che era equipaggiato con le gomme supersoft e si trovava su una roccia simile e in una situazione difficile simile al suo compagno di squadra.

Perez ha dovuto affrontare il doppio sforzo di respingere la pressione esercitata dalle Renault al posteriore mentre tentava di avvicinarsi alla Williams davanti.

Perez ha concluso in 13th posto e aveva questo da dire:

“È un vero peccato finire fuori dai punti. Purtroppo la Safety Car e la bandiera rossa hanno rovinato la nostra strategia, che era quella di fermarci solo una volta.

"Non è un inizio di stagione ideale per me, soprattutto dopo il buon lavoro che abbiamo fatto ieri nelle qualifiche, ma dobbiamo continuare a guardare avanti e continuare a lavorare sodo".

Analisi e considerazioni finali

Immagine aggiuntiva Force India Australia GP 4

Considerando quanto gravemente la Force India sia stata colpita dalla collisione Alonso-Gutierrez, il team dovrebbe considerarlo un risultato soddisfacente.

Le bandiere rosse possono essere una benedizione o una condanna per le squadre e purtroppo è stata quest'ultima per Perez e Hulkenberg.

Il Vice Team Principal, Robert Fernley, ha dichiarato: “La prima gara è sempre un passo verso l'ignoto.

“La nostra strategia si stava delineando molto bene con il piano di fermare entrambe le vetture solo una volta, ma la bandiera rossa ha resettato le strategie di tutti intorno a noi e ha reso il nostro compito molto più difficile. Quindi è stata una giornata di alterne fortune per noi, ma almeno abbiamo dei punti sul tabellone ".

Si spera che le variabili esterne non influiscano sugli sforzi della squadra in Bahrain. Dopo aver visto una prestazione pulita avremo un indicatore molto migliore di ciò che la Force India può ottenere in questa stagione.

Amo è un laureato in storia con una passione per la cultura nerd, lo sport, i videogiochi, YouTube, podcast e mosh pits: "Conoscere non è abbastanza, dobbiamo CANDIDARCI. La volontà non è abbastanza, dobbiamo FARE".

Tutte le immagini per gentile concessione della pagina Facebook ufficiale di Sahara Force India F1.