'Favore': una recensione della splendida opera teatrale di Ambreen Razia

'Favour' è un gioco emotivo che racconta come un'adolescente musulmana affronta i conflitti che sorgono dal ritorno di sua madre dalla prigione.

'Favour'_ Una recensione della splendida opera teatrale di Ambreen Razia

Cattura superbamente la disperazione e l'amore di una madre

Nel giugno 2022, la toccante commedia di Ambreen Razia Favore debutta al Bush Theatre di Londra.

Il dramma familiare affronta una serie di questioni che abbracciano la dipendenza, l'identità e gli stigmi all'interno della cultura dell'Asia meridionale.

Lo spettacolo, coprodotto da Clean Break, racconta la storia di una 15enne, Leila, interpretata dalla talentuosa Ashna Rabheru.

Leila è in conflitto con la vita mentre cerca di seguire la guida della sua tradizionale nonna, Noor (Renu Brindle) e gli atteggiamenti chiassosi di sua madre, Aleena (Avita Jey).

Aleena e Noor combattono entrambe l'una contro l'altra, credendo di sapere cosa è meglio per l'adolescente problematica.

Tuttavia, questa non è solo una trama di problemi familiari. Aleena è appena tornata da due anni di prigione e anche lei combatte contro l'alcolismo.

I motivi della sua assenza si dipanano durante lo spettacolo, facendo luce su alcuni tabù per le famiglie dell'Asia meridionale e sulla misura in cui vengono mantenuti i segreti.

Lo sfondo londinese offre un'ambientazione stravagante per il pubblico ed è illuminato dall'incredibile umorismo della migliore amica di Noor, la “zia” Fozia (Rina Fatania).

Ma in che modo il cast stellare ha accumulato le diverse emozioni di una trama così intricata?

Identità

'Favour'_ Una recensione della splendida opera teatrale di Ambreen Razia

Il tema centrale di tutta la Favore è identità.

Lo spettacolo si apre con Leila che dipinge un ritratto di famiglia mentre Noor prepara il cibo per la giornata a venire. Ha una routine rigida per sua nipote.

Composto da molti compiti, niente zucchero dopo le 9:XNUMX e niente TV spazzatura come Love Island a cui Leila afferma comicamente "sono solo stupide persone nude".

Questo pone le basi del tipo di relazione che hanno. Noor è severa, remota e talvolta cupa nelle sue espressioni, ma anche calda e confortante.

Tuttavia, è anche irremovibile che Leila riconosca e segua la sua fede musulmana. Questo è simboleggiato dal velo che Leila indossa (in alcune parti) durante lo spettacolo.

Anche se i primi segni di confusione per l'adolescente provengono dal ritorno di sua madre carcere.

Aleena saluta la mamma con il tradizionale “Salam Alaikum, Ami”. Ma poi timbra l'hijab di Leila a cui urla "Aspetta, quando ha iniziato a indossarlo, Ami?".

Aleena mette regolarmente in discussione le regole che Noor ha messo in atto, il che sottolinea l'approccio impenitente che ha.

Il pubblico ne è testimone il giorno del compleanno di Leila mentre Aleena versa a sua figlia un bicchiere di ciliegia.

Aleena chiede "hai provato questo?" a cui Leila risponde “Nanoo non mi fa bere bibite gassate”.

Con uno sguardo deluso, Aleena afferma "beh, la tua vecchia mamma è tornata ora" e tira fuori una cannuccia rosa brillante.

Ancora più avanti nell'atto, esprime "ci saranno dei cambiamenti da queste parti, zucchero e TV consentiti ogni volta che vuoi".

Le buffonate rumorose di Aleena, gli slanci energetici sul palco e le interazioni frenetiche lasciano Leila disorientata ma incuriosita.

Contrastano anche di proposito il discorso sommesso di Noor e vanno attivamente contro la casa che ha formato per se stessa e Leila.

Lentamente, gli spettatori vedono che il fascino di Leila per sua madre svanisce in una crisi di identità.

Favore mostra perfettamente la frustrazione di Leila in più fasi. Il continuo scambio tra sua madre e sua nonna la lascia in un luogo di angoscia.

Il pubblico ne sente il pieno effetto mentre Ashna Rabheru esegue magnificamente l'eccitazione e la timidezza di Leila.

Avita Jey aggiunge a questo con il suo comportamento spensierato, cercando di mantenere attivamente l'identità della mamma amante del divertimento.

umorismo

'Favour'_ Una recensione della splendida opera teatrale di Ambreen Razia

Mentre il cast di quattro donne ha interpretato tutti i loro ruoli in modo impressionante, la maggior parte dell'umorismo Favore è portato dal personaggio di Rina Fatania, Fozia.

Il personaggio sfacciato, corposo e arrogante è come l'ape regina del gioco. Scopriamo che è la migliore amica di Noor, ma ciò che resta all'immaginazione è come si è formata l'amicizia.

Il pubblico viene a sapere che Fozia ha contribuito a fornire la casetta a Noor e ha anche fornito l'avvocato difensore ad Aleena.

A raffica dappertutto Favore, entra con giri di pettegolezzi della comunità. Ma lei contrasta buffamente questo con un'umile spavalderia che gli spettatori possono vedere fino in fondo.

Esibisce tutto il comportamento classico di una "zietta" dell'Asia meridionale, quelle che non sono legate al sangue ma pensano di esserlo.

Rina fa un lavoro fantastico nel plasmare Fozia in questo ipocrita egoista.

Le sue reazioni divertenti, la risata morbosa e le espressioni ad alta voce strappano enormi risatine dalla folla.

Un esempio esilarante è stato quando a Fozia viene offerta una selezione di biscotti, lei si lamenta del suo "lo zucchero è molto alto in questo momento". Ma, procede a mangiare tutti quelli al cioccolato.

Aggiunge un certo ritmo alla commedia e non travolge la trama con il suo comportamento divertente e talvolta sciocco.

Allo stesso modo, Aleena e Leila hanno entrambi i loro momenti di spiritose rimonte, ma sono le conversazioni con Fozia che fanno davvero ridere gli spettatori.

Stigma e famiglia

'Favour'_ Una recensione della splendida opera teatrale di Ambreen Razia

Gli elementi più avvincenti di Favore attraverso la sua rappresentazione delle dinamiche familiari e degli stigmi nelle famiglie dell'Asia meridionale.

Fin dall'inizio, viene evidenziata l'intensa e varia relazione tra Noor e Aleena.

Il pubblico può vedere fin dall'inizio quanto sia nervosa Noor quando si rende conto che sua figlia tornerà presto a casa.

Anche così, non importa quanto odioso Noor sembri, Renu mostra sapientemente scorci di cura all'interno del personaggio. Cattura superbamente la disperazione e l'amore di una madre.

Inoltre, vediamo la protezione che deriva dalla cultura dell'Asia meridionale.

Sebbene Leila apprezzi la guida che sua madre e sua nonna danno, diventa insopportabile e talvolta soffocante.

Le emozioni di Leila sono costantemente alte e basse a causa dell'ambiente circostante.

Il pubblico può sentire ogni centimetro della sua felicità, tristezza e ansia.

Ambreen fa un ottimo lavoro nell'evidenziare gli ideali all'interno delle famiglie dell'Asia meridionale e gli attori lo presentano in un modo così realistico.

Cercare di far passare questi temi a volte può ostacolare l'impatto di uno spettacolo.

Tuttavia, con un pubblico così vario che guarda, tutti si sentono collegati a ciò che sta accadendo di fronte a loro.

In modo vivido, stigmi come il fumo, la prigione, la dipendenza e salute mentale sono presenti.

Il fumo è un atto di corsa all'interno dello spettacolo. Gli attori hanno acceso sigarette vere, ma la cosa più sorprendente è che l'abitudine al fumo di Noor ti coglie alla sprovvista.

Cerca di nasconderlo, ma Leila è ben consapevole mentre indica il cassetto della cucina quando Aleena chiede "dove tiene le sigarette il tuo Nanoo?".

Un altro aspetto toccante di Favore è l'alcolismo di Aleena. Nell'Asia meridionale, soprattutto in particolari fedi, è vietato bere.

Anche se si aggiunge all'aura spensierata di Aleena, è disapprovata da Noor mentre cerca di nasconderlo agli altri, specialmente a Fozia. Tira fuori il disgusto che Noor ha per sua figlia.

Vediamo anche quanto sia offuscata la situazione carceraria per Aleena. Ciò che è molto simbolico è il modo in cui le ragioni per cui Aleena va in prigione vengono evitate nella commedia e raramente discusse.

Questo lascia il posto ad altri retroscena, ma è costantemente in fondo alla tua mente fino alla sua rivelazione finale alla fine.

L'impostazione panoramica dello spettacolo consente di vedere tutti gli angoli e i movimenti degli attori.

Alcune delle loro reazioni sono nascoste agli altri personaggi ma sono viste dal pubblico, il che è una qualità teatrale rinfrescante.

Allo stesso modo, le transizioni da un atto all'altro sono fluide e non ti rendi mai veramente conto che lo spettacolo sta passando alla fase successiva. Sembra un continuo ottovolante di emozioni.

Guarda alcune reazioni dei membri del pubblico:

video
riempimento a tutto tondo

Con interpretazioni così brillanti da parte di ogni personaggio, ti senti così coinvolto e sei in grado di assistere a incredibili sottotrame e trame che prendono vita.

Ogni tema all'interno Favore non ne travolge un altro, tutto si lega.

Racconta la storia di potenti donne dell'Asia meridionale, molte delle quali rappresentano una società più ampia, ma le loro storie sono spesso trascurate. Ma questo dà loro una voce.

La recitazione sorprendente e le scene toccanti sono stimolanti e, a volte, strazianti.

Gli attori tirano su le corde del tuo cuore e i membri del pubblico attraversano un catalogo di emozioni, risuonando con ogni personaggio ma comprendendo anche l'altro.

Questo è uno spettacolo da non perdere. Scopri di più su Favore qui.

Balraj è un vivace laureato in scrittura creativa. Ama le discussioni aperte e le sue passioni sono il fitness, la musica, la moda e la poesia. Una delle sue citazioni preferite è "Un giorno o un giorno. Tu decidi."

Immagini per gentile concessione di Suzi Corker.




Cosa c'è di nuovo

ALTRO

"Quotato"

  • Sondaggi

    L'outsourcing è positivo o negativo per il Regno Unito?

    Guarda i risultati

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...