Il padre di famiglia è morto dopo 43 giorni in terapia intensiva a causa di un errore di prescrizione

Dall'inchiesta è emerso che un uomo è morto dopo aver trascorso 43 giorni nel reparto di terapia intensiva a causa di un errore di prescrizione.

Il padre di famiglia è morto dopo 43 giorni in terapia intensiva a causa di un errore di prescrizione f

"rimaniamo devastati e traumatizzati dal dolore che ha subito"

Dall'inchiesta è emerso che un “padre di famiglia allegro e affettuoso” è morto in ospedale a causa di un errore di prescrizione.

Chandrakant Patel si è recato per un controllo programmato, tuttavia, l'errore di prescrizione ha fatto sì che gli fosse stata somministrata una quantità di antidolorifici 10 volte superiore a quella che avrebbe dovuto ricevere.

La morte del signor Patel ha portato la sua famiglia a chiedere conto.

L’errore fatale è avvenuto il 27 ottobre 2022 dopo che era stato ricoverato per un controllo programmato per la sua malattia renale cronica. La malattia provoca una perdita graduale della funzionalità renale nell’arco di mesi e anni.

Il signor Patel ha iniziato a sentirsi instabile e affaticato, per cui è stato indirizzato al pronto soccorso per le osservazioni.

I medici hanno deciso di trattenerlo durante la notte per il monitoraggio e se la sua funzionalità renale fosse stata stabile, avrebbe potuto essere rimandato a casa il giorno successivo.

Ma la salute del signor Patel è peggiorata rapidamente. Ciò è stato attivato dopo che gli sono stati somministrati 500 mg di Pregabalin alle 10:27 del 2022 ottobre 50, invece di XNUMX mg.

È stato portato d'urgenza al reparto di terapia intensiva, dove ha trascorso 43 giorni.

Purtroppo il signor Patel è morto l’8 dicembre 2022, lasciando la sua famiglia in difficoltà ad accettare quanto accaduto.

L'errore è nato da un medico che si è basato su una lettera datata 13 luglio 2022, che raccomandava erroneamente la dose gonfiata.

Poco dopo aver ricevuto la dose di Pregabalin da 500 mg, il signor Patel ha perso conoscenza e il 28 ottobre ha sofferto di una grave insufficienza respiratoria.

La prescrizione era stata approvata da un medico dell'ambulatorio di medicina renale prima della somministrazione del medicinale.

Un'indagine interna ha rivelato che l'ospedale aveva violato la sua politica di gestione dei medicinali perché la lettera era datata quattro settimane prima del ricovero del signor Patel e avrebbe dovuto essere rivista, considerando il deterioramento della sua funzionalità renale.

Alla corte del coroner di Londra, Hannah Hinton ha detto che la morte del signor Patel è stata attribuita a un'insufficienza multiorgano e che ha sofferto di una grave insufficienza respiratoria, infezione polmonare e troppo acido nel sangue.

A seguito dell’errore fatale, l’ospedale si è adoperato per apportare modifiche al sistema di prescrizione. Ha inoltre organizzato ulteriori misure di formazione per il personale.

Il signor Patel lascia la vedova, Kailasben, e i suoi tre figli.

In un omaggio al 73enne, la famiglia Patel, sostenuta dallo studio legale Simpson Millar, ha dichiarato:

“Il nostro amato padre era un padre di famiglia allegro e affettuoso, con una risata contagiosa e un meraviglioso senso dell’umorismo.

“Per noi è ancora insondabile che ci sia stato portato via; semplicemente non era il suo momento, e facciamo fatica ad accettare come un errore così prevenibile possa reclamare la sua vita in un modo così orribile.

“I 43 giorni che ha trascorso in ospedale sono stati pieni di immensa sofferenza e anche adesso rimaniamo devastati e traumatizzati dal dolore che ha sopportato e da ciò a cui abbiamo assistito.

“Non avremmo mai immaginato che nostro padre non sarebbe tornato a casa dopo quello che avrebbe dovuto essere un controllo di routine nelle mani capaci del personale ospedaliero.

“Gli ospedali dovrebbero essere luoghi di guarigione, ma nel nostro caso è avvenuto il contrario.

"L'intera esperienza sembra surreale, come un incubo diventato realtà."

“Abbiamo cercato risposte e speravamo che l'udienza dell'inchiesta ci avrebbe offerto un po' di chiarezza. Tuttavia, un anno e mezzo dopo, non abbiamo ancora le idee chiare”.

Un portavoce del Kingston Hospital NHS Foundation Trust ha dichiarato:

“Il Trust ha identificato che nell’ottobre 2022 era stata somministrata una dose errata di farmaco.

"Il Trust porge le condoglianze alla famiglia e da allora sono state apportate modifiche al sistema di prescrizione dei farmaci e la formazione del personale in questo settore è stata migliorata."



Dhiren è un redattore di notizie e contenuti che ama tutto ciò che riguarda il calcio. Ha anche una passione per i giochi e la visione di film. Il suo motto è "Vivi la vita un giorno alla volta".



Cosa c'è di nuovo

ALTRO

"Quotato"

  • Sondaggi

    Quale matrimonio preferiresti?

    Guarda i risultati

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...