Esports: l'India ne farà uno sport ufficiale?

Gli esport sono stati riconosciuti come sport ufficiale in molti paesi in tutto il mondo, incluso il Pakistan. L'India sarà la prossima in linea?

Esports_ l'India ne farà uno Sport ufficiale_-f

"Gli esport potrebbero potenzialmente superare il cricket in India"

Nel gennaio 2021, il Pakistan ha riconosciuto gli eSport come sport ufficiale e regolare.

Il ministro federale pakistano della scienza e della tecnologia, Fawad Hussain, ha persino twittato:

"Se sei interessato ai videogiochi, preparati e nuove opportunità ti stanno aspettando."

Ora che il Pakistan ha fatto questo passo, molti si chiedono se l'India seguirà.

Cosa sono gli eSport?

Il direttore della Electronic Sports Federation of India (ESFI) Lokesh Suji ha spiegato che "gli eSport potrebbero potenzialmente superare il Cricket in India".

Tuttavia, al paese manca ancora la mentalità giusta per promuovere il gioco competitivo come sport a sé stante.

Lokesh Suji lo ha definito lo sport più vasto in India e ha spiegato ulteriormente le principali differenze tra eSport e casual gaming dicendo:

“L'esport è uno sport riconosciuto dal Comitato Olimpico Internazionale (CIO) e dal Consiglio Olimpico dell'Asia (OCA).

"Gli esport dipendono esclusivamente dalle tue capacità.

“Non puoi vincere per caso in una competizione di videogiochi della FIFA (una serie di videogiochi basata sul calcio). Devi avere l'abilità per vincere. "

Giochi come Teen Patti, Rummy, Poker e Fantasy Sports sono considerati igames da Suji, in quanto sono titoli più basati sul caso.

Le competizioni possono essere online e offline.

I giochi sono giochi multiplayer, in cui "formi" le squadre e competere / giocare online ".

I generi di videogiochi più comuni associati agli eSport sono:

  • Strategia in tempo reale (RTS)
  • Combattente
  • Sparatutto in prima persona (FPS) Multiplayer Online Battle Arena (MOBA)

Alcuni giochi che possono essere classificati come eSport lo sono Difesa degli antichi (DOTA2), League of Legends (LOL), CounterStrike, Call of Duty, FIFA, pietra del focolare, Astronave e Vanagloria.

Questi tornei vengono trasmessi sia online che in TV e hanno anche commenti.

L'India è la patria di alcuni dei migliori giocatori del mondo e ha persino vinto la medaglia di bronzo ai Giochi asiatici di Jakarta, nel 2018.

https://www.instagram.com/p/CJVRvw8FvNP/

Perché l'India non riesce ancora a riconoscerlo come uno sport?

Molti ostacoli si sono intromessi, rimandando il suo riconoscimento come vero sport.

Il primo problema è lo stigma sociale. In India, c'è ancora un'enorme confusione tra eSport e giochi.

Suji spiega:

"Confrontando i nostri atleti di eSport con persone che praticano sport di fantasia o ramino è dove germina il problema".

Gli atleti e qualsiasi altra parte coinvolta devono pagare una tassa di intrattenimento del 35%, invece della tassa sportiva, che è del 20%.

A questo proposito, Suji ha aggiunto:

"Questo di per sé ostacola la crescita degli eSport nel nostro paese in modo significativo, poiché i giocatori non ottengono i benefici delle quote sportive come altri sport".

https://www.instagram.com/p/BuJUv5sl-YL/

Ha anche esortato il Enti Pubblici riconoscere gli eSport come un vero sport per aumentare il supporto dei genitori, poiché "molti talenti muoiono prematuramente a causa della mancanza di supporto dei genitori".

L'ESFI è un'organizzazione senza scopo di lucro fondata per promuovere la crescita degli eSport in India.

ESFI si sta preparando per i futuri tornei, inclusi i Giochi asiatici del 2022.

È anche membro ufficiale della International Esports Federation (IESF), Global Esports Federation (GEF) e Asian Esports Federation (AESF).

La ONG sta anche lavorando a stretto contatto con altre federazioni nazionali di esport dell'Asia meridionale e prevede persino di lanciare il campionato dell'Asia meridionale, che darà agli atleti una maggiore visibilità internazionale.

Il gioco competitivo sembra andare nella direzione di essere riconosciuto come sport ufficiale, tuttavia, ci sono ancora ostacoli.



Manisha è una laureata in Studi dell'Asia meridionale con la passione per la scrittura e le lingue straniere. Ama leggere la storia dell'Asia meridionale e parla cinque lingue. Il suo motto è: "Se l'opportunità non bussa, costruisci una porta".

Immagine per gentile concessione di: Instagram di gddcindia e Instagram di esfindia




Cosa c'è di nuovo

ALTRO

"Quotato"

  • Sondaggi

    Chi è la miglior Item Girl in Shootout a Wadala?

    Guarda i risultati

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...