Emma Dhanak parla di "My Little Barfi" e della moda ecologica

In un'intervista con DESIblitz, Emma Dhanak condivide l'ispirazione dietro "My Little Barfi" e il suo impegno nella rappresentazione.

Emma Dhanak su "My Little Barfi" e la moda ecologica - F

"I prodotti sostenibili e culturalmente ricchi possono essere accessibili."

Nel mondo in continua evoluzione della moda per bambini, dove le tendenze vanno e vengono, emerge un marchio che va oltre il semplice abbigliamento.

My Little Barfi non è solo un brand di abbigliamento per bambini.

È una celebrazione culturale, un movimento che fonde la tradizione con lo stile contemporaneo.

In questa intervista esclusiva, Emma condivide l'ispirazione dietro My Little Barfi, il suo impegno nella rappresentazione e l'equilibrio unico tra convenienza, materiali organici e produzione etica.

Unisciti a noi mentre approfondiamo il cuore di un marchio che mira a riempire un vuoto nel mercato e lasciare un segno duraturo nel panorama dei marchi di lifestyle per bambini.

Cosa ti ha ispirato a creare My Little Barfi e in che modo le tue esperienze personali hanno influenzato la missione e la visione del marchio?

Emma Dhanak su "My Little Barfi" e la moda ecologica - 1Inizialmente, l’idea del marchio mi è venuta all’inizio del 2020, prima ancora che la maggior parte di noi conoscesse la parola “Covid”.

Mentre stavo cambiando mio figlio di 7 mesi che aveva appena imparato a rotolare, sono andato nel panico all'idea di metterlo con abiti tradizionali indiani che non erano molto adatti ai bambini.

Avevamo quattro matrimoni a cui partecipare quell'estate (o almeno così pensavamo).

Spesso hanno tessuti, ganci, corde e molti pezzi che graffiano, il che può essere piuttosto stressante per una mamma alle prime armi.

Quindi l’idea è nata quando ho detto a mio marito: “Qualcuno ha bisogno di realizzare una tutina per neonato in stile asiatico in modo da poterlo cambiare facilmente ai matrimoni”.

Da quel momento in poi, ho smesso e iniziato molte volte e ho avuto un secondo bambino che mi ha ispirato a continuare.

Un pomeriggio, mentre sistemavo i pigiami di mia figlia, ho notato che nessuna delle ballerine o delle fate era dell'Asia meridionale.

Dalla comodità alla rappresentazione, la missione del marchio si è evoluta.

Per noi era importante che tutti i bambini dell'Asia meridionale si sentissero rappresentati e visti nei loro abiti quotidiani.

Sebbene siano stati compiuti progressi nei media e persino nei giocattoli, l’abbigliamento quotidiano manca ancora di rappresentanza.

Come si garantisce che My Little Barfi rifletta la ricchezza culturale del patrimonio dell'Asia meridionale nei suoi progetti e nell'etica generale?

Emma Dhanak su "My Little Barfi" e la moda ecologica - 9In My Little Barfi, essere un marchio di proprietà dell'Asia meridionale non significa solo proprietà; è il battito del cuore della nostra identità.

Ci assicuriamo che la ricchezza culturale del patrimonio dell'Asia meridionale sia intrecciata in ogni aspetto dei nostri progetti e della nostra etica.

Ci impegniamo a mostrare la diversità delle culture dell'Asia meridionale.

Dalle stampe vivaci ispirate a motivi tradizionali ai design contemporanei che risuonano con i bambini di oggi, i nostri pezzi raccontano una storia.

Ogni aspetto delle stampe è stato progettato con cura.

Ad esempio, con la stampa delle ballerine delle nostre ragazze, abbiamo voluto assicurarci che ogni ballerina rappresenti una diversa tonalità della pelle, colore dei capelli e cultura dell'Asia meridionale.

Infatti, con una delle nostre stampe su coperta che uscirà presto, abbiamo parlato con alcune donne tamil per ottenere la loro onesta opinione sul fatto che le tonalità della pelle delle ragazze fossero o meno inclusive.

Il feedback che abbiamo ricevuto è stato molto prezioso e ci hanno detto che secondo loro alcune ragazze avrebbero potuto essere più scure e che se fossero state ragazze giovani avrebbero apprezzato vedere ragazze asiatiche dai toni più scuri.

Quindi, siamo tornati indietro e abbiamo cambiato i toni della pelle per riflettere veramente anche le donne dell'India meridionale.

Vogliamo rompere le barriere culturali all’interno delle nostre comunità e convincere tutte le ragazze ad abbracciare la propria pelle e identità.

Ci impegniamo in un dialogo continuo con la nostra comunità, valorizzando le loro intuizioni e feedback.

Questo approccio collaborativo garantisce che i nostri progetti non siano solo capi di abbigliamento; vogliamo creare un movimento.

In definitiva, My Little Barfi è più di un marchio; è una celebrazione culturale.

Infondiamo amore, tradizione e un tocco di magia in ogni punto, creando pezzi che risuonano con le famiglie dell'Asia meridionale e oltre.

Come unisci gli elementi tradizionali dell'Asia meridionale con le tendenze contemporanee della moda per bambini?

Emma Dhanak su "My Little Barfi" e la moda ecologica - 2La prima cosa per noi è stata chiarire il fatto che non stiamo cercando di sostituire i bellissimi abiti tradizionali dell’Asia meridionale.

Non è affatto questo il nostro obiettivo. Vogliamo essere un'opzione disponibile per i genitori quando hanno bisogno di cambiare il loro bambino per un pisolino durante un matrimonio e non vogliamo metterlo in una tutina di Winnie the Pooh casuale mentre tutti gli altri in famiglia sono vestiti così meravigliosamente.

La maggior parte delle famiglie che conosciamo abbinano il pigiama natalizio ogni anno, quindi perché non creare tali tradizioni per le nostre feste e celebrazioni?

Con questo in mente, la fusione di elementi tradizionali con abiti contemporanei diventa semplice e divertente da fare!

Per le stampe tutto inizia con la creazione di una moodboard.

Effettuiamo alcune ricerche per vedere quali stampe sono disponibili dai marchi tradizionali e quali sono le tendenze.

Ad esempio, gli unicorni sembrano essere ovunque nelle stampe delle bambine.

Quindi ci è venuta l'idea di far volare gli elefanti indiani: sono altrettanto da sogno!

Quando scrive il brief di progettazione per il nostro grafico, Emma è estremamente specifica su tutti i dettagli, dalla forma degli occhi di ogni fata all'acconciatura e ai singoli colori.

Viene dedicato molto tempo ad assicurarsi che i progetti siano inclusivi e servano a uno scopo più ampio.

Il processo creativo richiede molto tempo, ma secondo noi ne vale sempre la pena.

Sentire le ragazzine dire: "Indosso vestiti così!", "Lei mi assomiglia!", "Anch'io ho la pelle scura" ne vale la pena.

Considerato il tuo background nell'insegnamento, in che modo quell'esperienza ha plasmato il tuo approccio alla creazione di moda per bambini sostenibile?

Emma Dhanak su "My Little Barfi" e la moda ecologica - 8Lavorare con i bambini in qualità di insegnante mi ha mostrato in prima persona l’importanza dell’inclusione.

Assistere all’impatto della diversa rappresentazione in classe ha evidenziato la necessità che i bambini si vedano riflessi nel mondo che li circonda.

Questa intuizione è diventata una pietra miliare nel mio approccio alla creazione di moda per bambini che va oltre il semplice abbigliamento: è una forma di empowerment.

La transizione dall’istruzione al settore della produzione della moda ha presentato una serie unica di sfide.

Con zero esperienza tecnica nella moda, il viaggio è stato e continua ad essere un processo di apprendimento.

I primi anni furono segnati da numerosi insuccessi e molte rinunce.

Tuttavia, grazie al mio background nell'insegnamento, ho sempre conosciuto l'importanza di porre domande: è qualcosa che incoraggiamo sempre i nostri figli a fare in classe!

È stato tutto un po' un processo di tentativi ed errori. Anche oggi mi avvicino a ogni giornata con la mentalità di uno studente.

L'industria della moda è in continua evoluzione e riconosco che c'è sempre di più da scoprire e capire.

Perché hai scelto le fasce in mussola di misto bambù/cotone per la tua prossima linea di prodotti?

Emma Dhanak su "My Little Barfi" e la moda ecologica - 3Selezionare le fasce in mussola di misto bambù/cotone per la nostra prossima linea di prodotti è stata una decisione ponderata guidata da diverse considerazioni chiave.

Utilizzavamo già cotone biologico certificato GOTS per tutto l'abbigliamento, ma poiché le fasce in mussola sono per neonati, volevamo prestare particolare attenzione alla scelta del tessuto.

Il tessuto di bambù porta con sé alcune incredibili qualità ideali per la delicata pelle dei neonati.

È ipoallergenico, naturalmente antibatterico, estremamente morbido e rinomato per la sua traspirabilità.

La miscela dei due tessuti dona una lussuosa morbidezza, rendendolo ideale per le pelli delicate e sensibili.

Essendo io stesso affetto da eczema, sono consapevole che sta diventando sempre più comune nelle comunità dell'Asia meridionale.

Tessuti come il bambù e il cotone sono estremamente lenitivi per tali condizioni e aiutano a prevenire che peggiorino a causa dell'irritazione. La seconda ragione è che la sostenibilità è al primo posto nei nostri valori.

Il bambù e il cotone biologico sono noti per le loro proprietà ecocompatibili e questo è in linea con il nostro impegno verso pratiche responsabili.

Il bambù è una risorsa rinnovabile in rapida crescita che richiede una quantità minima di acqua e nessun pesticida ed è anche biodegradabile.

Puoi condividere l'importanza di lanciare il tuo marchio durante il Diwali e la risposta che hai ricevuto dalla comunità?

Emma Dhanak su "My Little Barfi" e la moda ecologica - 4Lanciare il nostro marchio durante il Diwali è stata per noi una scelta deliberata ed entusiasmante.

Diwali, noto per la celebrazione della famiglia, delle tradizioni e per la creazione di ricordi duraturi, si allinea perfettamente con l'etica del nostro marchio.

Vogliamo diventare sinonimo di queste amate tradizioni familiari e della gioia di creare ricordi.

Diwali, essendo un momento in cui le famiglie si riuniscono, condividono momenti e creano nuove tradizioni, ci ha fornito lo sfondo ideale per presentare My Little Barfi al mondo.

La risposta della comunità è stata a dir poco sorprendente.

Abbiamo ricevuto messaggi accorati da mamme che dicevano che i loro piccoli dicevano cose come "è fantastico!" e alcune mamme hanno addirittura raccontato che avrebbero desiderato avere questo pigiama quando erano più piccole.

Tutti i feedback hanno confermato la nostra convinzione che stessimo riempiendo un vuoto e risuonando con i valori della comunità.

In che modo la collaborazione tra te e tuo marito contribuisce al successo e all'identità unica del marchio?

Emma Dhanak su "My Little Barfi" e la moda ecologica - 6La collaborazione tra me e mio marito è stata fondamentale nel plasmare il successo e l'identità unica del marchio.

Mi occupo del lato creativo, supervisionando tutti i processi di progettazione, gestendo la produzione e occupandomi dei social media e del marketing.

Dalla concettualizzazione di design culturalmente ricchi alla garanzia che il prodotto finale rifletta la nostra visione, il mio ruolo è infondere creatività e passione in ogni aspetto del marchio.

Mio marito, invece, porta sul tavolo una prospettiva logica e strategica.

Si prende cura dei numeri, gestendo il lato commerciale delle cose con un occhio attento alla salute finanziaria e alla strategia complessiva del marchio.

La nostra collaborazione è un perfetto equilibrio tra creatività e logica.

Completiamo i punti di forza l'uno dell'altro, confrontiamo le idee dal punto di vista dei genitori e lui mi calma quando la mia energia creativa sfugge di mano!

In un mercato saturo di marchi di moda per bambini, cosa credi che distingua My Little Barfi?

Emma Dhanak su "My Little Barfi" e la moda ecologica - 5My Little Barfi si distingue per uno scopo chiaro e una missione che va oltre il semplice abbigliamento.

La nostra particolarità risiede nel nostro impegno nella rappresentanza.

Nel mercato del Regno Unito, dove la diversità è una realtà, abbiamo riconosciuto una lacuna: l’assenza di rappresentanza per i bambini dell’Asia meridionale nell’abbigliamento di tutti i giorni.

Il mio Piccolo Barfi riempie questo vuoto. Non vendiamo solo vestiti; stiamo intrecciando storie, celebrando la diversità e promuovendo un senso di identità nelle generazioni più giovani.

Guardando al futuro, immaginiamo che My Little Barfi si espanda oltre l’abbigliamento.

Il mondo della biancheria da letto, dei giocattoli, dei biglietti di auguri e altro ancora è al nostro orizzonte. Il nostro obiettivo è infondere magia culturale in ogni aspetto del mondo di un bambino.

Vogliamo creare un'esperienza coinvolgente in cui i bambini non solo indossino la loro cultura, ma ne siano circondati, rendendo il loro ambiente riflettente il ricco arazzo del patrimonio dell'Asia meridionale.

Siamo entusiasti di esplorare nuove strade, raccontare storie più culturali e lasciare un segno nel panorama dei marchi di lifestyle per bambini.

Come si bilancia l'accessibilità economica con l'uso di materiali organici e una produzione etica?

Emma Dhanak su "My Little Barfi" e la moda ecologica - 7Il nostro impegno nel rendere i nostri prodotti accessibili incorporando materiali organici e una produzione etica è radicato nella convinzione che la sostenibilità e la qualità non dovrebbero avere un costo eccessivo.

Trovare un equilibrio tra l’accessibilità economica e i materiali organici implica un approvvigionamento meticoloso e un processo decisionale strategico.

La nostra strategia di prezzo mira a inviare un messaggio chiaro ai genitori: che i prodotti sostenibili e culturalmente ricchi possono essere convenienti.

Attraverso la nostra strategia di prezzo, invitiamo i genitori a unirsi a noi nella creazione di un mondo in cui la sostenibilità e la celebrazione culturale siano accessibili a tutti, promuovendo un senso di orgoglio e responsabilità nelle scelte che fanno per le loro famiglie e per il pianeta.

Concludendo il nostro viaggio nel mondo di My Little Barfi, è chiaro che questo marchio è più di un'impresa commerciale.

È un progetto appassionato guidato dalla missione di celebrare la diversità e intrecciare la magia culturale nel tessuto della vita quotidiana delle famiglie dell'Asia meridionale.

La dedizione di Emma Dhanak nel creare un marchio che risuoni sia con i bambini che con i genitori è evidente in ogni scelta di punti e design.

My Little Barfi testimonia il potere della rappresentazione, la sostenibilità e la miscela unica di tradizione e modernità.

Mentre il marchio guarda al futuro, possiamo solo anticipare più storie culturali, esperienze coinvolgenti e un impegno continuo per rendere accessibili a tutti prodotti sostenibili e culturalmente ricchi.

Per saperne di più potete visitare il sito My Little Barfi qui.

Ravinder è laureato in giornalismo. Ha una forte passione per tutto ciò che riguarda la moda, la bellezza e lo stile di vita. Le piace anche guardare film, leggere libri e viaggiare.

Immagini per gentile concessione di My Little Barfi.




Cosa c'è di nuovo

ALTRO

"Quotato"

  • Sondaggi

    I film di Bollywood non sono più per famiglie?

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...