Ella Carmen Greenhill parla di TV, giochi di scrittura e statuette di plastica

La drammaturga Ella Carmen Greenhill parla in esclusiva con DESIblitz della scrittura per Coronation Street e Plastic Figurines, un'opera teatrale sulla famiglia e sull'autismo.

Ella Carmen Greenhill parla di giochi di scrittura e figurine di plastica

"Tutto ciò di cui hai veramente bisogno è carta, penna e immaginazione"

Ella Carmen Greenhill è una drammaturga e autrice televisiva di talento.

Half-Indian Ella è stata la vincitrice di Original Voices di ITV per gli scrittori BAME. Da allora è diventata una scrittrice regolare per programmi televisivi come Coronazione Street e CBBC Il terreno di scarico.

La sua prima passione, però, è il teatro. Nel corso degli anni, Ella ha scritto una serie di sceneggiature e produzioni che hanno ricevuto il plauso della critica. Questi includono Made in Britain e Un silenzio assordante.

Statuette di plastica è l'ultima commedia di Ella e tratta l'argomento molto personale dell'autismo. Segue Mikey e sua sorella Rose e la loro stretta amicizia mentre navigano nel caos della famiglia e della vita quotidiana.

In un'intervista speciale con DESIblitz, Ella ci racconta la sua ispirazione dietro le statuette di plastica e la rappresentazione degli asiatici britannici in TV e teatro.

Parlaci del tuo background, cosa ti ha interessato della scrittura per la TV e il teatro?

Da piccola non sono mai andata a teatro, ma mia madre mi comprava delle sceneggiature e mi piaceva leggerle. Ho ancora una copia molto vecchia e macchiata di Sapore di miele mia mamma mi ha preso da Oxfam.

Ho sempre voluto scrivere, ma ho pensato che potevo essere un romanziere. Poi al college, sono andato da Robert le Page Poligrafo a Nottingham Playhouse e sono rimasto senza parole.

Dopo di ciò, ho pensato che forse volevo recitare, ma presto mi sono ritrovato a preferire scrivere scene piuttosto che essere in esse.

Dopo la laurea in arte drammatica, un amico mi ha spinto a fare domanda per l'Everyman and Playhouse Young Writers Group. Sono rimasto scioccato quando mi hanno offerto un posto, non pensavo di avere alcuna possibilità.

ella-carmen-greenhill-statuine-di-plastica-1

Essendo mezzo indiano, hai affrontato l'opposizione della famiglia riguardo alla tua scelta di carriera?

Affatto.

Quali sono state le tue ispirazioni di scrittura crescendo?

Da bambino amavo i libri e mia madre mi portava a Waterstones ogni settimana per comprarne uno dottor Suess libro. Amo scrivere tenendo a mente il ritmo del discorso e penso che quei primi libri lo abbiano ispirato.

Più recentemente, adoro le commedie di Dennis Kelly: come può prendere un argomento straziante e un personaggio tragico e iniettare un umorismo così oscuro è sorprendente. Penso anche che Sally Wainwright sia favolosa e Jack Thorne mi stupisce costantemente.

Parlaci di Statuette di plastica, cosa ha ispirato lo spettacolo?

Il mio fratellastro è nello spettro autistico, quindi è un argomento che mi sta a cuore. Alcune delle battute gli vengono tolte dalla bocca, ma la maggior parte proviene dal parlare con altre persone e dall'ascoltare le loro esperienze.

Statuette di plastica è per molti versi un'opera molto personale. È ispirato alle mie esperienze di autismo, alle relazioni tra fratelli e alla perdita di mia madre.

Allo stesso tempo è un'opera di finzione completa e, sebbene Rose e Michael siano molto vicini al mio cuore, non sono io e mio fratello.

Ho fatto molte ricerche per lo spettacolo e ho parlato a molte persone delle loro esperienze di essere vicino a qualcuno nello spettro autistico, un grande pezzo che ho letto diceva: "Se hai incontrato una persona con autismo, hai incontrato una persona con autismo ”.

Penso che sia così vero e mi ha davvero dato la libertà di mostrare la mia esperienza attraverso lo spettacolo.

ella-carmen-greenhill-statuine-di-plastica-3

Com'è stata la tua esperienza lavorando con il regista Adam Quayle e il cast Jamie Samuel e Vanessa Schofield?

Sono fantastici. Adam è stato con lo spettacolo sin dal suo concepimento. È un regista meraviglioso che ha davvero rispettato le parole sulla pagina. È stato così di supporto ma mi ha anche dato un calcio in culo quando ne avevo bisogno.

È fantastico lavorare con Jamie e Vanessa. Fanno domande e interrogano davvero il testo che è spaventoso ma vitale.

Penso che sia fantastico essere nelle prove all'inizio quando tutti discutono dello spettacolo, ma poi penso che sia importante lasciarsi andare e andarsene. Se vuoi scrivere ed è solo tuo, non scrivere teatro.

“Il teatro è collaborativo e penso che sia davvero importante che tutti sentano che è un po 'loro. Per me è importante fidarsi del mio regista e lasciare andare lo spettacolo. Mi sforzo di non essere prezioso, lotto per ciò che amo, ma alcuni pezzi devono andare. "

L'autismo rimane uno stigma nella società britannica? Secondo te, cosa si può fare di più per aumentare la consapevolezza dell'autismo nelle comunità multiculturali?

Penso che la cosa principale sia che quando ti viene detto che tuo figlio è nello spettro autistico, può essere un momento davvero spaventoso.

Con questa commedia, volevo mostrare le sfide, ovviamente, ma anche la bellezza che può portare qualcuno con ASD.

Ci hanno detto molte cose spaventose su mio fratello e sul suo sviluppo e ora è così indipendente, qualcosa che pensavamo potrebbe non essere mai stato il caso.

ella-carmen-greenhill-statuine-di-plastica-5

C'è qualche messaggio in particolare che speri di trasmettere al pubblico che viene a vedere lo spettacolo?

Il teatro è intrattenimento e sto raccontando una storia e voglio che il pubblico si diverta nel mondo di Rose e Michael. Ma voglio aumentare la consapevolezza dell'autismo e vedere cosa può essere.

Non tutti lo sono Rain Man e volevo mostrare un giovanotto molto reale in Michael. Come ho detto, voglio mostrare anche la bellezza dell'autismo.

Pensi che ci sia una mancanza di asiatici britannici a teatro? Cosa si può fare per cambiare questo?

Penso che in passato, a meno che lo scrittore non stabilisca che un personaggio è asiatico, un attore asiatico non sarebbe stato scelto. Penso che si possa dire per la maggior parte delle etnie e sento che i tempi stanno cambiando.

Ma penso che abbiamo bisogno di vedere più attori asiatici britannici sul nostro palco, sia nei classici che nei nuovi lavori. Il teatro, secondo me, dovrebbe riflettere il mondo che abbiamo di fronte ea volte può mancare in termini di diversità.

ella-carmen-greenhill-statuine-di-plastica-2

Quanto è difficile creare trame diversificate e multiculturali per una soap opera britannica Coronazione Street?

La cosa grandiosa di come Coronazione Street funziona è che sembra che nessuna storia sia fuori discussione. Ogni lancio viene discusso e considerato. Penso che sia importante che queste storie non siano stereotipate e che i personaggi debbano essere reali e non caricaturali.

Quanto è importante per l'industria televisiva e teatrale britannica includere attori e creativi asiatici?

Come ho detto, ovviamente, questo è importante. Ci sono schemi come ITV Original Voices per gli scrittori BAME. Capisco la necessità di schemi, ma desidero ardentemente un momento in cui non sono necessari.

Hai qualche consiglio per gli asiatici britannici che stanno cercando di diventare drammaturghi e sceneggiatori?

Provaci. Non hai bisogno di una laurea o di un master da qualche parte di fantasia (anche se ovviamente se vuoi farne uno, allora fallo). Tutto ciò di cui hai veramente bisogno è carta, penna e immaginazione.

Non indovinare o scrivere quello che pensi che le persone vogliano, scrivi la commedia o il pilot che vorresti vedere e quando è pronto, invialo con lettere di accompagnamento / e-mail PERSONALIZZATE.

Se vuoi lavorare con un particolare teatro o regista, vai a vedere il lavoro che fanno, considera perché vuoi lavorare con loro e diglielo. Se vuoi scrivere per la TV, pensa a quale programma e perché?

E soprattutto divertiti. Trova il processo giusto per te e divertiti.

Ella Carmen Greenhill è una meravigliosa drammaturga con una profonda comprensione delle persone nella società multiculturale britannica. Il suo gioco Statuette di plastica è stato descritto come un pezzo coraggioso e commovente sul delicato problema dell'autismo.

Statuette di plastica è attualmente in scena al New Diorama Theatre di Londra tra il 27 settembre e il 22 ottobre 2016.

I biglietti hanno un prezzo di £ 14.50 e possono essere acquistati chiamando il numero 0207 383 9034 o visitando il sito web del teatro qui.



Aisha è un editore e uno scrittore creativo. Le sue passioni includono musica, teatro, arte e lettura. Il suo motto è "La vita è troppo breve, quindi mangia prima il dessert!"

Immagini per gentile concessione di Richard Davenport e United Agents





  • Cosa c'è di nuovo

    ALTRO

    "Quotato"

  • Sondaggi

    Kabaddi dovrebbe essere uno sport olimpico?

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...