La vita finisce davvero a 25 anni per una donna Desi?

La vita per una donna Desi prima dei 25 anni sembra meravigliosa. Ma cosa succede dopo? DESIblitz esplora le aspettative personali e della comunità.

"Le donne non fanno scadere il latte."

Dopo il 21 ° compleanno di una donna Desi, inizia il conto alla rovescia. È trapanato in molte donne desi che la loro vita e la loro libertà finiranno a 25 anni.

Una donna sui 20 anni è una fase della sua vita, un viaggio emozionante, in cui avrà l'opportunità di avventurarsi con i suoi amici, decidere una potenziale carriera, esplorare la sua sessualità.

Questa pressione deriva dalle aspettative della comunità. Una donna deve avere un lavoro, essere sposata e avere almeno un bambino che scatena il caos a 25 o 24 anni se è fortunata.

Pertanto, innumerevoli donne Desi trascorrono i loro vent'anni temendo il conto alla rovescia a venire, anticipando l'esercito di zie che predica le loro convinzioni.

DESIblitz dà uno sguardo alle pressioni e alle sfide affrontate da quelle donne Desi che affrontano il peso costante di non essere abbastanza brave.

Una carriera da donna

Da un tempo in cui le donne Desi erano casalinghe e rimanevano a casa per prendersi cura della famiglia, alle donne Desi che ora cercano la carriera ideale. Le cose sono certamente cambiate.

Ma anche le aspettative sono cambiate con questo cambiamento.

Può sembrare un ciclo robotico, che la propria vita è stata pianificata in anticipo. Bisogna andare a scuola, prendere buoni voti, andare all'università e ottenere subito un lavoro dalle 9 alle 5.

La vita procede a un ritmo rapido e questo può creare una sensazione di agitazione, un'esperienza fuori dal corpo.

Molti sanno in quale campo vorrebbero lavorare e quali passi devono compiere per raggiungere tale obiettivo.

Ma come si fa a sapere qual è la loro carriera da sogno? Dal momento che la personalità, la mentalità e le convinzioni cambiano nel corso degli anni. Si chiama crescita e sviluppo.

Alcune donne desi potrebbero non sapere quale carriera le ispira e le eccita, il che non è aiutato dalla pressione dei genitori e della comunità.

Pressione dei genitori

Quando molti Desi gli studenti torno a casa dopo l'università, si fa presto a consumare il pensiero di "cosa faccio adesso?"

Inoltre, questo è peggiorato dagli spiriti in bilico dei genitori Desi che chiedono ripetutamente: "hai già trovato un lavoro".

Allo stesso modo, l'attuale pandemia e il suo disastroso impatto economico hanno portato molti a perdere i loro attuali posti di lavoro e ad arrestare il processo per trovarne uno.

L'impatto che questo può avere sull'autostima e sulla salute mentale di un individuo può essere astronomico.

Pertanto tutti dovrebbero essere di supporto durante questi tempi urgenti e non esprimere giudizi.

Per molti, la felicità deriva dall'essere soddisfatti delle proprie scelte di vita. Essere in pace con chi sono e il loro futuro a venire.

Naturalmente, questo potrebbe essere impossibile per alcuni. Da allora, ciò che potrebbe rendere felice qualcuno, potrebbe essere giudicato dai membri della famiglia sconvolti.

Il percorso verso la felicità può essere un viaggio faticoso per una donna Desi. Poiché avranno sempre input dalla società.

Possono emergere sensi di colpa e vergogna, considerando che la maggior parte dei genitori desi ama confrontare i propri figli con gli altri.

Tuttavia, ogni singola persona è su un percorso diverso nella vita.

Allo stesso modo, è facile per le donne sentirsi impotenti e sopraffatte, ma in realtà hanno il potere e hanno una scelta.

È importante ricordare che la maggior parte delle persone non sa cosa sta facendo a 25 anni, per non parlare del significato ultimo della vita.

Le donne desi devono essere incoraggiate a inseguire nuove prospettive e opportunità. Non dovrebbero sentire il bisogno di soffermarsi su ciò che pensa la società.

Matrimonio

All'età di 25 anni, sentirsi sotto pressione per sposarsi è uno dei sentimenti più comuni che le donne devono sopportare.

Per le donne desi single, la discussione sul matrimonio può essere una conversazione faticosa e frustrante.

Con i genitori che chiedono costantemente e consecutivamente, "hai già trovato un bel Punjabi Munda?"

È ridicolo come l'atteggiamento dei genitori desi cambi drasticamente rispetto agli appuntamenti e al romanticismo.

Dal chiedere alle loro figlie di non parlare mai ai ragazzi a scuola, fino a mandare adesso WhatsApp messaggi di uomini appena single provenienti dall'India che "provengono da una buona famiglia".

Questo comportamento ficcanaso è sempre al suo apice nei matrimoni di famiglia. Lo stormo di zie circonda le giovani donne come avvoltoi assetati di sangue, di solito appena prima che il roti sia servito.

La frase temuta ma più attesa, "sei il prossimo", esce dalla lingua così facilmente.

La storia e la cultura hanno deciso che le donne devono sposarsi per continuare l'eredità della loro famiglia, ed è il principio che questo può accadere solo nel suo periodo migliore.

Per una donna, questa usanza può apparire come una minaccia, la rimozione della libertà e della fiducia in se stessi.

Il costante inseguimento da parte dei genitori di stabilirsi può verificarsi mentre loro cercano disperatamente di scrollarsi di dosso il fardello della responsabilità, che è la loro figlia.

Inoltre, se una donna Desi ammettesse di non essere pronta a sposarsi o addirittura desiderasse sposarsi, sarebbe etichettata come ribelle.

Inoltre, a causa del COVID-19 e delle restrizioni di blocco, le donne single Desi che attualmente vivono a casa con i loro genitori sono in prima linea nell'affrontare discussioni soffocanti su appuntamenti e matrimonio.

Vita da single

Essere singolo è spesso descritto come un periodo solitario e terribile nella propria vita.

Tuttavia, gli innumerevoli vantaggi della vita da single superano decisamente gli aspetti negativi.

Ad esempio, ci può essere più attenzione alle passioni individuali e più tempo da trascorrere con amici e familiari.

C'è anche meno drammaticità e, naturalmente, nessun argomento su quali fidanzati apprezzino le foto su Instagram.

Il matrimonio è un impegno per tutta la vita e alla fine è molto lavoro, ma con la persona giusta può essere una gioia.

Pertanto, piuttosto che affrettare le donne a trovare un marito meno che adeguato. Dovrebbero festeggiare il non essersi sistemati e congratularsi per essere stati pazienti nel trovare il vero amore.

Bambini

Proprio come il matrimonio, le donne desi hanno una comprensione innata che devono avere figli e, idealmente, prima dei 25 anni.

Anche 30 è accettabile, ma sicuramente farà alzare le sopracciglia. 

Per le donne che hanno scelto di non avere figli, la società le percepisce come creature tristi che non capiranno mai il significato di partorire un figlio.

Tuttavia, è ingiusto e fondamentale esercitare questa pressione su una donna per procreare, suggerendo che questo è il loro unico scopo.

Se una donna è soddisfatta della sua vita e non vuole figli, perché la società lo vede come un crimine odioso?

Una donna che esprime le sue opinioni e opinioni su questo argomento inviterà immediatamente un'ondata di domande.

Scontro di culture

Probabilmente, i genitori hanno le migliori intenzioni e potrebbero non riconoscere che i loro giudizi possono essere duri e ingiusti.

Ora è un mondo diverso, con costumi e credenze sviluppate.

Tradizione e la cultura sono tutto ciò che i genitori desi hanno saputo per la maggior parte della loro vita, e vedere i loro figli essere vocali e progressisti può intimidire.

DESIblitz ha recentemente incontrato il padre e la figlia Baljit Singh, 61 anni, e Munpreet Kaur, 25 anni, per discutere delle aspettative della comunità e dei genitori.

Baljit e Munpreet

Munpreet crede che queste aspettative e gli obblighi imposti alle donne esistano per frenarli.

“Non credo che la vita finisca a 25 anni. È un mito creato da una società patriarcale. È un modo per controllare le donne, in ogni aspetto della vita come la loro carriera, la sessualità, ecc. "

Ha spiegato che capisce come i genitori possano avere buone intenzioni, ma la pressione può essere prepotente per le giovani donne.

“Capisco come potrebbe sentirsi un genitore, ma non sono ancora d'accordo. Dato che viviamo in una società così modernizzata, dove le donne sono più vocali e ostinate. Quindi penso che debbano riconoscerlo.

“Vogliono che tu abbia figli prima di una certa età e dicono che è perché vogliono che tu abbia abbastanza energia. Ma in realtà, non vogliono che le donne Desi appaiano promiscue ".

Tuttavia, Baljit ritiene che sia importante preservare la cultura e la tradizione, “quando i genitori sono emigrati nel mondo occidentale, hanno dovuto adattarsi a queste nuove vite. Ma volevano comunque mantenere un senso di tradizione ".

In termini di amore e matrimonio, Baljit ha detto:

“Credo che più giovane ti sposi e hai figli, più forte sei, più energia hai.

“Vogliamo guidare i nostri figli nel modo giusto. 25 anni è una bella età perché non sono più bambini. Sono più maturi e sanno di più sulla vita ".

Munpreet crede che la comunità Desi possa controllare troppo le donne e le loro scelte di vita.

“Pensano che le donne siano indifese. Se non si è sposata entro i 25 anni, nessuno si prenderà cura di lei perché i suoi genitori saranno troppo vecchi.

“Le donne non fanno scadere il latte. Chi sono per dirmi cosa fare della mia vita? "

Al contrario, Baljit ritiene che sia ingiusto definire prepotenti i genitori Desi: “Non userei la parola invadente, penso che sia più incoraggiante.

“Amiamo i nostri figli e, poiché li abbiamo visti crescere, ci sentiamo come se dovessimo dire delle cose. Anche se è invadente, è semplicemente per amore. "

Salute Mentale

I giovani spesso sono vittime della pressione della comunità, che crea sentimenti di ansia e umore basso.

C'è una percezione intrinseca che devono preservare la reputazione e lo status della famiglia a tutti i costi.

"Perché non hai ancora un lavoro?"

"Hai guadagnato un po 'di peso, vero?"

"Dovresti pregare di avere un figlio."

Fortunatamente, ora ci sono organizzazioni, come Taraki. Lavorano con le comunità online e di persona per affrontare la controversia sulla salute mentale.

Fondatore di Taraki, Shuranjeet Singh, ha detto:

“Dobbiamo creare spazi in cui le persone si sentano a proprio agio e abbiano la sensazione di poter parlare, e più persone si faranno avanti.

“Quella persona ha bisogno di sapere che non è sola. Ci sono persone là fuori che si connetteranno e ti capiranno. La nostra generazione è molto brava a cercare online.

“Quindi, se non vedi un supporto immediato da parte della famiglia o degli amici, puoi trovare questo supporto esternamente.

"Dobbiamo investire questo tempo nella nostra salute mentale, poiché questo ci aiuterà a lungo termine".

Negli ultimi tre anni, Taraki ha sfidato lo stigma che circonda la salute mentale.

Il signor Singh ha detto:

“Facciamo eventi virtuali una volta al mese a causa della pandemia. Abbiamo diversi eventi per uomini e donne punjabi e per la comunità LGBTQ + punjabi. Per noi era importante spostare queste cose online in modo che le persone potessero accedere a questi servizi ".

Taraki crede che la ricerca di supporto debba essere vista come un segno di forza e non come una debolezza.

L'obiettivo finale

I giovani incontrano regolarmente questa tensione familiare, una pressione soffocante delle aspettative della società e della comunità.

Può esistere una barriera culturale tra genitori e figli. Pertanto, dovrebbe essere incoraggiata una conversazione aperta e acritica tra genitori e figli.

Il messaggio culturale generale sulle donne che si avvicinano ai trent'anni ha ancora connotazioni negative. Questo suggerimento che esplorare le opzioni oltre i 25 anni come radicali è falso.

Avere vent'anni significa essere giovani. Le donne desi dovrebbero usare questo tempo per decidere cosa vogliono, cosa vogliono fare e anche chi vogliono fare.

Non dovrebbe esserci una lista di controllo quando si tratta della vita e delle pietre miliari della società come il matrimonio e i figli.

Correre per raggiungere tutti questi obiettivi entro i 25 anni non è realistico perché la vita sicuramente non finisce a 25 anni, ma solo migliora.

Harpal è uno studente di giornalismo. Le sue passioni includono la bellezza, la cultura e la sensibilizzazione sui temi della giustizia sociale. Il suo motto è: "Sei più forte di quanto pensi".

Immagini cortesemente di Unsplash