Essere desi, single e aver bisogno di un aborto

Rimanere incinta inaspettatamente può essere molto traumatico per una donna desi, soprattutto se è single e ha bisogno di abortire.

Essere desi, single e bisognoso di aborto f

"Quindi, abortire era l'unica via d'uscita per me."

E se fossi una donna desi single e avessi bisogno di un aborto?

Il dibattito sull'aborto è un tabù estremo all'interno delle comunità dell'Asia meridionale, ma è un'attività che è cresciuta e si sta svolgendo forse molto più di quanto si pensi o accettabile.

Lo stereotipo è una donna desi sposata sotto pressione per avere un figlio ma aspetta una figlia, ma molte giovani donne oggi non si adattano a questo scenario.

Con l'aumento delle relazioni prematrimoniali e l'attività sessuale tra le giovani coppie desi che diventano sempre più prevalenti. L'idea di abortire può essere qualcosa che una giovane donna single, desi deve affrontare se rimane incinta accidentalmente fuori dal matrimonio.

Le ragioni includono il sesso non protetto, i fallimenti della contraccezione, poca educazione sul sesso e partner che costringono le loro ragazze a fare sesso "nella foga del momento" e così via.

Gli aborti all'interno della comunità Desi del Regno Unito avvengono. Secondo il Dipartimento della Salute, 11,743 aborti nel 2010 sono stati di origine pakistana, bengalese o indiana. La maggior parte di questi apparteneva alla fascia di età 20-34 nella regione dell'Inghilterra e del Galles. 

Pertanto, l'Abortion Act approvato nel 1967 consente alla donna single Desi di avere una cessazione nel Regno Unito. Ed è perfettamente nel suo diritto farlo.

Negli ultimi anni dalla legge sull'aborto, la comunità dell'Asia meridionale è stata ripetutamente rappresentata come motivo per aggiungere ulteriori restrizioni alla legge.

Tuttavia, questa preoccupazione è giusta? Soprattutto quando un tale preconcetto mette le donne desi sotto maggiore pressione in una situazione già difficile?

Ma essere Desi, single e considerare un aborto, non è un modo di pensare antiquato e prevenuto?

Perché una volta che sei incinta fuori dal matrimonio come una donna desi single, la scelta dell'aborto si intensifica rapidamente fino a diventare un'opzione primaria.

Guardiamo questo dilemma affrontato dalle donne single Desi e ciò che sperimentano.

Chi dirlo? 

Essere desi, single e aver bisogno di un aborto - tellwho

Essere una donna desi single con una gravidanza indesiderata lascia la persona in uno stato molto vulnerabile.

È un momento in cui il supporto e l'aiuto sono molto necessari. Ma a chi si rivolge questa donna? A chi lo dice?

Senza dubbio, sa che se pronuncia una parola alla famiglia o ai parenti, le conseguenze e il risultato di una tale rivelazione saranno disastrosi.

Parlare di sesso all'interno della famiglia è ancora un tabù per la maggior parte delle persone desi, quindi lanciare una `` bomba '' come questa avrebbe risultati disastrosi, specialmente per la donna single desi interessata.

"Izzat", o nome di famiglia e onore, gioca un ruolo molto importante in molte famiglie desi in tutto il mondo e violarlo con notizie così "inaccettabili" non sarebbe sicuramente preso alla leggera.

Alima * è rimasta incinta accidentalmente a 18 anni ed è stata devastata dalla paura quando l'ha scoperto.

"Stavo uscendo con un ragazzo del mio college e una cosa ha portato a un'altra in cui entrambi abbiamo iniziato una relazione sessuale.

“Quando le mestruazioni sono arrivate in ritardo, ho capito subito che qualcosa non andava. Poi ho comprato e fatto un test di gravidanza. Sono rimasta sconvolta nello scoprire che ero incinta perché stavamo usando i preservativi.

“Tutto il mio mondo è capovolto. Sono diventata un disastro e il tributo di essere incinta proveniente da una famiglia severa mi ha fatto a pezzi.

“L'ho detto al mio ragazzo e abbiamo discusso di come sarebbe potuto accadere. L'unica spiegazione era che il preservativo si era strappato o non era indossato correttamente. 

"Ad ogni modo, ha detto che non poteva aiutarmi e ha suggerito l'aborto come unica opzione."

Alima ha scoperto di essere sola, come molte donne Desi single quando si tratta di questa "situazione", quindi ha continuato a interrompere la sua gravidanza da sola essendo supportata solo dalla clinica che frequentava.

Sharanjit * si è trovata incinta mentre era all'università e alla disperata ricerca di sostegno.

“Ricordo che ero in preda al panico enorme. Il mio ragazzo all'epoca non voleva averci niente a che fare. In effetti, ha più o meno rotto con me.

“Sapevo che dovevo rivolgermi a qualcuno per chiedere aiuto e dire loro cosa stavo affrontando. Mi sono sentito così solo.

“Il mio migliore amico all'università era un ragazzo. Quindi, mi sono sentito in dovere di dirglielo, cosa che ho fatto. Era scioccato ma è diventato rapidamente l'unica persona intorno a me ad aiutare.

“Abbiamo deciso di tenerlo segreto alla nostra cerchia di amici uni.

"È andato con me in clinica il giorno della mia cessazione e si è preso cura di me dopo, che è stato un momento molto traumatico per me."

Sameena * si è ritrovata incinta a 17 anni e ha cercato l'aiuto della sua fidata zia.

"Sapevo che se la mia famiglia avesse mai scoperto che ero incinta, sarebbe stata la fine per me."

“Quando l'ho scoperto ho chiamato subito mia zia, che era una donna dal pensiero moderno e qualcuno con cui ero sempre aperto.

“Sapevo che non avrebbe mai detto niente a mia madre che era sua sorella maggiore, ma ero ancora molto, molto spaventata.

“Non era contenta, ma mi ha assicurato che sarebbe andato tutto bene e mi ha detto che mi avrebbe aiutato a prendersi cura delle cose.

“Mi ha aiutato con l'appuntamento ed è venuta con me in clinica. Se non fosse stata mia zia, non ho idea di come avrei passato quel periodo della mia vita ".

Prendere la decisione

Essere desi, single e aver bisogno di un aborto - decisione

Per alcune donne single desi, la decisione di licenziare può essere molto difficile. Decidere di tenere o meno un bambino ha enormi implicazioni per la donna sia dal punto di vista culturale che personale.

Tenere il bambino significa un cambiamento radicale nella vita per una donna Desi se i suoi genitori non sono in alcun modo comprensivi o di supporto. Perché per lo più, si preoccupano solo della reputazione, dell'onore e di "cosa diranno i parenti o la comunità".

Quindi, in queste circostanze, tenere il bambino significa nella maggior parte dei casi essere tagliati fuori dalla famiglia e perdere i legami con i propri cari.

Chandini * è una di queste persone che ha deciso di tenere il suo bambino contro i desideri della sua famiglia.

“Quando l'ho scoperto, ho subito sentito che, contro ogni previsione, non avrei abortito.

“La notizia ha causato uno squarcio così instabile nella famiglia che eravamo io e mio fratello da una parte e il resto tutti contrari all'idea che io avessi il bambino.

“Mia madre era sconvolta e si chiedeva come fosse possibile che fossi rimasta incinta. Mio padre era semplicemente troppo deluso anche solo per parlarne. 

“Mio zio e sua moglie hanno cercato di consolarmi ma hanno chiarito che l'impatto della mia decisione avrebbe influenzato tutti, anche le loro figlie. Mi hanno detto di terminare.

“Il mio ragazzo era abbastanza felice da sostenere la mia decisione e ha detto che potevamo vivere insieme. Qualcosa di nuovo contro cui la mia famiglia era totalmente contraria a parte mio fratello, che mi ha detto di vivere la mia vita.

“Ho avuto mio figlio, mi sono trasferito con il mio ragazzo e ho perso tutti gli altri nel processo. L'unica persona che viene a trovarmi è mio fratello e da anni non vedo o non sento nessun altro nella mia famiglia.

"È un prezzo che ho dovuto pagare, ma sono comunque soddisfatto della mia decisione."

Una decisione del genere come quella di Chandini sarebbe difficile da prendere all'interno di una rigida famiglia Desi, dove non c'è spazio per nessun tipo di trattativa. Pertanto, dando alla donna incinta pochissima o nessuna scelta.

Il velo di segretezza attorno alla decisione di procedere è spesso mantenuto dalla persona e anche dai familiari che lo sanno, per sempre.

Deena * disse discretamente a sua madre che era incinta perché sentiva di poter parlare con lei. Tuttavia, sua madre ha assunto completamente il processo decisionale ”.

“Pensavo di potermi fidare di mia madre perché ho potuto raccontarle le cose della mia vita a differenza di molte ragazze Desi che trovano difficile comunicare 'tutto'.

“Ma questa notizia non l'ha presa affatto bene. Ha preso tutto su di me dicendo cose come E la tua vita davanti a te? Quanto sei stupido? Cosa stavi pensando?

“Mi ha detto di non dire una parola a nessuno e mi ha detto di prenotare un appuntamento in una clinica di terminazione.

“Il giorno in cui sono andato, sapeva che stavo andando, ma si è comportata normalmente. Mi sentivo emotivo e perso e una parte di me si chiedeva cosa stessi facendo, ma sapeva che non avevo scelta quando si trattava di famiglia.

“Ricordo di aver pianto mentre andavo in clinica e mi sentivo completamente solo.

"Quando sono tornato non mi sentivo bene e mia madre ha detto alla famiglia che ero solo malato e avevo bisogno di riposo dall'essere 'malandato'".

Sulla base della paura di un contraccolpo familiare incontrollabile, della loro sicurezza personale e di una vita di stigma, molte donne Desi single prendono la decisione di abortire da sole.

Una tale decisione e responsabilità possono essere enormi per la persona e significa che molto probabilmente anche lei dovrà convivere con questa decisione da sola.

Zayda *, rimasta incinta accidentalmente all'università, non ha nemmeno preso in considerazione l'idea di dirlo a nessuno. Ha deciso di terminare non appena lo ha scoperto.

“Non ho visto motivo di parlare della mia situazione a nessuno. Perché tutto ciò che accadrebbe è che qualcuno parlerebbe e i miei genitori lo scopriranno.

“Le persone Desi hanno difficoltà a nascondere un segreto, quindi senza una parola ho prenotato il mio appuntamento in una clinica locale.

“Non l'ho nemmeno detto al mio ragazzo perché l'avrebbe semplicemente perso e comunque non sarebbe stato di alcun aiuto.

“Ho detto a un amico che stavo andando a fare un normale controllo perché avevo bisogno di dire a qualcuno dove mi trovavo 'quella mattina'.

"Sono andato e ho fatto eseguire la procedura con il supporto del personale medico e poi mi sono lasciato alle spalle l'intero episodio."

Ci sono anche quelle donne Desi per le quali abortire più di una volta è stato persino il caso.

Le statistiche del 2016 del Dipartimento della Salute sulle donne che subiscono aborti hanno rilevato che il 33% delle donne asiatiche aveva precedentemente interrotto una gravidanza. Questo è rispetto al 38% delle donne bianche e al 48% delle donne nere.

Kamal ha avuto due aborti da quando è stato sessualmente attivo.

“La prima volta è stata traumatica ed è stata un'esperienza che non avrei mai voluto più.

“Ma un anno dopo mi sono trovato esattamente nella stessa situazione perché ero stupido ad avere rapporti sessuali non protetti fidandomi del mio ragazzo.

"Dopo il secondo aborto, non mi sentivo bene emotivamente e mi ha sicuramente fatto ripensare alle mie relazioni".

Quindi, prendere la decisione di interrompere o meno una gravidanza come una donna single Desi, può influenzare e avere un impatto su una o più persone.

Se si decide di abortire significa che può avere effetti collaterali emotivi che spesso vengono nascosti a causa della mancanza di supporto, della paura di dirlo a nessuno e di non volere di proposito alcuna assistenza medica per evitare che venga messo a verbale.

Ciò può comportare un ulteriore aumento della vulnerabilità della donna single Desi.

Vivere con la decisione

Essere desi, single e aver bisogno di un aborto - vivere

Dopo aver abortito, convivere con la decisione per una donna desi single, potrebbe non essere così diverso da qualsiasi altra donna che ha subito la procedura.

Tuttavia, questioni come la paura legate alla cultura desi, alla famiglia e alla sicurezza personale possono essere molto diverse. Pertanto, mantenere segreto l'aborto è solitamente il modo più comune per affrontarlo.

Ma molto probabilmente una perdita di gravidanza influenzerà il ciclo ormonale della donna. Può essere simile a quelli di una perdita di gravidanza non pianificata. 

Pertanto, per molte donne che hanno un aborto, può esserci un residuo di emozioni e sentimenti che si manifestano dal prendere la decisione di interrompere la gravidanza. Questi possono includere calma, sollievo, felicità, tristezza, dolore, perdita e rimpianto.

Secondo il Associazione americana di gravidanza, i sentimenti negativi comuni dopo aver abortito includono senso di colpa, rabbia, vergogna, rimorso, perdita di autostima, sentimenti di isolamento e solitudine, problemi di sonno, brutti sogni, problemi di relazione e persino pensieri suicidi.

Può anche essere un fattore scatenante per problemi di salute mentale come depressione e ansia, che possono anche derivare dal continuo chiedersi se fosse la cosa giusta da fare o meno.

Molte donne trovano difficile portare un aborto nella narrativa della loro vita. È un episodio che forse vogliono dimenticare o rinchiudere rapidamente.

La terapista statunitense Trudy Johnson, che ha abortito al college e di cui ha scritto cura post-abortiva. Dal suo punto di vista l'esperienza è:

“Una lenta bruciatura. Non ti influenzerà fino a più tardi. [Molte] donne hanno abortito, ma pensi di essere sola. Non senti di doverlo addolorare. ... È una cosa a livello intestinale, un posto tenero. "

“È un po 'come un dolore fantasma. È lì, ma non sai perché. "

Pertanto, sottolineando che per molte donne single Desi questa esperienza sarà molto probabilmente la stessa ma con la pressione aggiuntiva della vita all'interno della cultura dell'Asia meridionale. Quindi, rendendo molto più difficile parlare apertamente di un aborto.

Sunita * che ha avuto un aborto mentre era al college, dice:

“Ancora oggi, ricordo ancora di aver vissuto l'esperienza e mi chiedo cosa sarebbe successo se non l'avessi portato avanti.

“Alcune persone lo hanno scoperto al college e l'hanno detto ad altri.

“Mi sono sentita etichettata come una troia, giudicata e spodestata per aver fatto quello che avevo fatto. Mi hanno fatto sentire molto sporco e sotto di loro.

"È stato un momento molto difficile della mia vita che non mi piace ricordare perché mi sento ancora in colpa e rimorso".

Non essendo in grado di affrontare le conseguenze del suo aborto, Meena * ha provato a togliersi la vita.

“Mi sentivo così vuoto, solo e senza significato dentro. Ho cercato di farcela e di lasciarmi alle spalle, ma per mesi ha continuato a influenzare la mia vita quotidiana.

“Provandomi vergogna e in colpa per quello che avevo fatto, sono scattato e ho preso un sacco di sonniferi per overdose.

"Sono stato salvato da mia sorella, che mi ha trovato nello stato di non voler più vivere e mi ha aiutato."

La mancanza di lutto e il riconoscimento dell'aborto per alcuni può essere difficile, come spiega Halima *:

“Non ho mai sentito niente in quel momento. Il mio ragazzo è venuto con me e poco dopo ero fuori dalla clinica. Era dietro di me.

“Ma dopo che sono passati alcuni anni, quando ci ho pensato, ho cominciato a sentire che qualcosa era andato, c'era un vuoto dentro di me. Ho cominciato a sentirmi molto triste.

“Sapendo che in quel momento non mi sentivo emotivo, ora sentivo di avermi raggiunto. Mi sono ritrovato a piangere in modo incontrollabile e ad avere sentimenti che prima non avevo.

"Ho iniziato a rendermi conto che stavo effettivamente attraversando un processo di lutto, che non ho mai permesso a me stesso di avere."

Per alcune donne desi il pensiero non sempre va via, nonostante abbiano figli e famiglie. Davina * lo ricorda ancora e lo ricorda spesso:

“Dopo essermi sistemato con una famiglia di due figli e una vita coniugale, è una parte della mia vita passata, che trovo difficile da dimenticare, anche tanti anni dopo.

“Anche se nessuno lo sa, il fatto che io abbia fatto quello che ho fatto, mi fa convivere con la decisione più o meno ogni giorno.

“Mi chiedo cosa succederebbe se avessi tenuto il bambino e che età avrebbe adesso. Mi fa sentire molte cose tra cui rabbia, vergogna, senso di colpa e rimorso. "

Mentre ci sono alcune donne che ricordano ancora di aver abortito e trovano ancora difficile convivere con la decisione, una pietra miliare studio dall'Università della California, San Francisco, ha scoperto che dopo cinque anni la maggior parte delle donne studiate riteneva ancora che fosse la decisione giusta.

Sono stati analizzati 667 partecipanti che avevano abortito all'inizio dello studio. Una settimana dopo aver cercato assistenza, le donne sono state intervistate e poi ogni sei mesi, 11 volte in totale.

Corinne Rocca, PhD, MPH, uno dei ricercatori dice:

"Anche se loro [le donne] hanno avuto difficoltà a prendere la decisione inizialmente, o se sentivano che la loro comunità non avrebbe approvato, la nostra ricerca mostra che la stragrande maggioranza delle donne che abortiscono continua a credere che fosse la decisione giusta". 

Pertanto, indica che non tutte le donne soffrono emotivamente dopo aver abortito. 

Aleema * ha abortito durante il suo primo anno di college. Sente di aver fatto la cosa giusta.

“Sapevo che non c'era modo che avrei potuto avere un bambino. La mia vita sarebbe stata completamente finita. Non ho idea di cosa avrebbero pensato o fatto i miei genitori. 

“Quindi, senza dire niente a nessuno a parte la mia migliore amica, ho organizzato tutto da solo e lei è venuta con me quando ho avuto il licenziamento.

“Sento ancora che la decisione sia stata la cosa giusta per me in quel momento della mia vita. Non me ne pento e lo vedo solo come il mio passato. "

È interessante notare che lo studio ha rilevato che circa il 70% delle donne ha riferito di sentire che le loro comunità le stigmatizzerebbero se sapessero di aver abortito. 

Rendere lo stigma un problema importante indipendentemente dal background. Tuttavia, se le donne provenissero da un contesto dell'Asia meridionale in fase di studio, sarebbe interessante vedere quale sarebbe questa misura.

Sukhjeet ricorda il momento in cui ha preso la decisione, dicendo:

“Quando il test mi ha mostrato che ero incinta, sono andata fuori di testa.

“L'unica cosa a cui riuscivo a pensare era lo stigma e il modo in cui sarei stato evitato dalla mia famiglia e, soprattutto, dalla comunità. Sarei stato contaminato per tutta la vita.

“Quindi, abortire era l'unica via d'uscita per me. Non ci penso mai a parte vederlo come un episodio della mia vita ".

Essere una donna Desi, single e bisognosa di aborto ha molte implicazioni e dipende dall'individuo e dalle sue circostanze.

Scoprire di essere incinta, prendere la decisione di andare avanti con una cessazione e poi convivere con la procedura può influenzare le donne in modi diversi come abbiamo scoperto.

Tuttavia, non c'è dubbio che l'aspetto "desi" per le donne rende l'intero processo molto più impegnativo. Soprattutto quando si tratta di famiglia e comunità.

Anche il sostegno post-aborto è qualcosa che molte donne desi che potrebbero averne bisogno, non accettano, a causa del principale fattore di segretezza. Quindi, potrebbero esserci molte donne Desi che potrebbero anche essere ancora vulnerabili attualmente, vivendo con l'onere di prendere la decisione.

Indipendentemente dal fatto che una donna single desi opti per un aborto o meno, sarà comunque visto come il modo per mantenere intatta la sua vita. Perché altrimenti, a meno che la sua famiglia non sia molto comprensiva; è inevitabile che subirà l'ira desi per la mancata accettazione di rimanere incinta fuori dal matrimonio.



Priya adora tutto ciò che ha a che fare con il cambiamento culturale e la psicologia sociale. Ama leggere e ascoltare musica rilassante per rilassarsi. Una romantica nel cuore vive secondo il motto "Se vuoi essere amato, sii adorabile".

* I nomi sono cambiati per l'anonimato





  • Cosa c'è di nuovo

    ALTRO

    "Quotato"

  • Sondaggi

    Chicken Tikka Masala è inglese o indiano?

    Guarda i risultati

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...