Chris Desai sulla Fondazione e conservazione Vayyu

Scopri come i progetti visionari di Chris Desai stanno abbattendo le barriere, dando potere alle comunità e ridefinendo il futuro della conservazione.

Chris Desai sulla Fondazione e conservazione Vayyu

"Molte culture attribuiscono un alto valore alla pulizia"

Incontra Chris Desai, un uomo la cui pionieristica organizzazione benefica, The Vayyu Foundation, sta trasformando il panorama della conservazione e della consapevolezza ambientale nel Regno Unito e oltre.

I suoi progetti visionari, UOCEAN 2050 e UEARTH 2050, non sono solo iniziative; sono movimenti rivoluzionari volti a colmare il divario tra conservazione e vita quotidiana.

Stanno cambiando il modo in cui pensiamo al nostro rapporto con l’ambiente, e lo stanno facendo in modo inclusivo e responsabilizzante.

In un mondo che sta diventando sempre più consapevole della pressante necessità di un'azione ambientale, il lavoro di Chris Desai si distingue come un brillante esempio di ciò che è possibile.

Con approcci innovativi, UOCEAN 2050 si impegna a rimuovere gli ostacoli e dare potere alle comunità emarginate per la riduzione della plastica nei fiumi e negli oceani attraverso la pulizia e le barriere fluviali.

Allo stesso modo, UEARTH 2050, guidato da Chris Desai, mira a riconnettere l’umanità con la natura e migliorare il benessere della comunità.

Ciò implica promuovere una salute mentale positiva attraverso attività di benessere, lavorando con gruppi di minoranze etniche isolate e riconoscendo la disconnessione tra le persone e la natura nella società di oggi.

UEARTH 2050 adotta un approccio olistico, promuovendo un senso di appartenenza alla terra e riaccendendo la connessione intrinseca tra gli esseri umani e il loro ambiente.

Il suo obiettivo è migliorare il benessere individuale e l’unità della comunità, affrontando questioni come la salute mentale e la povertà alimentare nel Regno Unito.

Non si tratta solo di salvare il pianeta; si tratta anche di salvare le persone.

Cosa ti ha ispirato a intraprendere questa missione con la Fondazione Vayyu?

Chris Desai sulla Fondazione e conservazione Vayyu

Ho fondato questo movimento e questo ente di beneficenza perché provenendo da una minoranza etnica, ho sempre amato la natura e volevo aiutare.

Ma non ho mai trovato una sola organizzazione di persone come me, persone di colore, persone provenienti da contesti svantaggiati.

Crescendo in un contesto operaio, le opportunità di essere ambientalisti non sono mai state disponibili per persone come noi.

Quindi, ho pensato di permettermi di essere la porta che può colmare questo divario.

Potresti condividere alcune strategie adottate dalla tua iniziativa?

Nel nostro movimento abbiamo un approccio basato su tre pilastri: pulire, educare e difendere. 

Si inizia con pulizie accessibili come un raccoglitore di rifiuti a mano. Quindi passiamo a barche e kayak.

Quindi, in definitiva, le barriere fluviali sono il nostro obiettivo per il 2024-2030.

Vogliamo anche passare all’istruzione nelle scuole e in tutto il Paese, soprattutto in quelle nelle aree svantaggiate.

Questo, insieme al sostegno sui social media e ai documentari/eventi, significa che il nostro approccio è accessibile a tutti.

“Vogliamo rendere il più semplice possibile il coinvolgimento del pubblico”.

La conservazione non è difficile, prima le persone se ne rendono conto, maggiori sono le possibilità di salvare il mondo. 

Quando ci vediamo come parte di questo pianeta e non come un’entità separata, ristabiliamo la connessione che abbiamo perso.

Potresti fornire esempi dell'impatto che hai avuto sulle comunità emarginate?

Chris Desai sulla Fondazione e conservazione Vayyu

Disponiamo di casi di studio provenienti da tutto il Regno Unito nell'ambito dei nostri capitoli UOCEAN/UEARTH e collaborazioni di ricerca con università sul potere della prescrizione verde/blu.

Aiutiamo e celebriamo anche le comunità locali. 

Ad esempio, il progetto “Golden Threads of Unity” della Fondazione Vayyu segna una pietra miliare significativa nella storia della comunità asiatica ugandese a Leicester, commemorando i 50 anni della loro presenza nella città.

Il fulcro di questa iniziativa è lo “Sculptural Gatewa”, una magnifica installazione artistica progettata dalla talentuosa Anuradha Patel.

Questo progetto è il risultato di uno sforzo di collaborazione che coinvolge le principali parti interessate, tra cui il Consiglio comunale di Leicester, i musei e le gallerie di Leicester.

L'obiettivo principale di questo progetto è quello di puntare i riflettori sul ricco arazzo di voci e storie all'interno della comunità asiatica ugandese.

L’obiettivo finale è garantire che queste voci e storie rimangano vibranti e accessibili, portando avanti l’eredità della comunità per le generazioni a venire.

Quindi puoi vedere che le nostre iniziative non sono focalizzate solo sul pianeta, ma anche sulle persone che lo abitano. 

Come si riesce a trovare un equilibrio tra conservazione e benessere della comunità?

La sinergia collaborativa si è manifestata in modo molto organico.

Stare all’aria aperta e in mezzo alla natura coincide con il benessere fisico e mentale.

Nelle fasi iniziali di questi progetti, i volontari, profondamente impegnati nella causa, si sono trovati spesso a lavorare all'aria aperta.

"Questa esperienza pratica ha permesso loro di testimoniare in prima persona il potere di trasformazione della natura."

Hanno osservato come il tempo trascorso in un ambiente naturale abbia un impatto positivo sulla salute mentale e fisica delle persone, portando a una maggiore connessione con l'ambiente.

Quindi abbiamo ascoltato i nostri volontari e anche UOCEAN ha dato vita a UEARTH.

È più difficile interagire con la comunità dell’Asia meridionale?

video
riempimento a tutto tondo

C'è qualche difficoltà riguardo ad attività come la raccolta dei rifiuti poiché in alcuni contesti culturali è percepita come un'attività di basso status o di casta bassa.

Questa percezione ha rappresentato una sfida per l’adozione diffusa di pratiche di smaltimento responsabile dei rifiuti.

Tuttavia, è importante notare che questi stereotipi non sono universali e molte culture attribuiscono un valore elevato alla pulizia e alla pulizia. ambientale amministrazione.

Celebrità e figure di spicco nel campo della conservazione stanno giocando un ruolo fondamentale nel rimodellare la percezione di questa attività.

Quando individui famosi intraprendono attività a favore della conservazione, non importa quanto piccole, le persone tendono a seguirne l’esempio.

Spesso riscontriamo che nelle comunità isolate c'è una richiesta per le nostre iniziative o simili. 

Ma si tratta di ottenere finanziamenti per poter realizzare i progetti, sia tramite finanziamenti privati ​​che tramite sovvenzioni.

Come ritieni che i tuoi progetti contribuiscano a un mondo più sostenibile?

Ci impegniamo a colmare il divario in termini di conservazione, garantendo che non sia solo accessibile ma anche piacevole.

Infondendolo con elementi culturali e attività entusiasmanti, stiamo rendendo la conservazione un’impresa divertente e vivace.

“Nella nostra missione, abbiamo anche creato un impatto positivo sul territorio”.

Il nostro team in Indonesia è cresciuto fino a raggiungere sette membri, composti principalmente da ex pescatori.

Sono passati senza soluzione di continuità fino a diventare componenti vitali del movimento ambientalista a Bali.

Questa trasformazione non solo ha fornito loro un reddito sostenibile, ma ha anche aperto nuove opportunità, fornito risorse essenziali e concesso loro l’accesso al mondo della conservazione.

Quale ruolo credi che il governo dovrebbe svolgere nella conservazione?

Chris Desai sulla Fondazione e conservazione Vayyu

La politica e la legislazione del governo sono una fossa di serpenti, a dire il vero.

Ma ogni giorno si stanno facendo passi avanti positivi in ​​tutto il Regno Unito e nel mondo.

Sosteniamo i gruppi che lottano per un mondo più pulito e più blu.

Tuttavia, il nostro approccio è distinto; siamo fermamente radicati in iniziative guidate dalla comunità.

Anche se sosteniamo con tutto il cuore gli sforzi guidati dalle politiche, il nostro obiettivo principale è l’azione dal basso e sul campo.

Crediamo nel portare la conservazione direttamente alle comunità, promuovendo un senso di appartenenza e impegno a livello locale. 

Il governo farà quello che vuole. Ciò che possiamo fare è concentrarci sulla nostra missione e assicurarci che abbia successo, con o senza l'aiuto del governo. 

Essendo un visionario nella conservazione, come possono le persone avere un impatto positivo sul mondo?

Inizia e basta, non devi vedere l'intero viaggio, inizia con qualcosa e le persone si uniranno a te.

Inizia con un raccoglitore di rifiuti e un account Instagram. Inizia con un orto comunitario o inizia osservando la tua famiglia impronta di plastica.

Sosteniamo i capitoli UOCEAN/UEARTH in tutto il paese e nel mondo e anche movimenti non affiliati.

Dobbiamo essere tutti uniti, non lavorare più in silos, la conservazione per tutti è il nostro obiettivo.

È chiaro che la visione di Chris Desai si estende ben oltre i regni della conservazione tradizionale.

Raggiunge i cuori e le vite delle persone comuni, ricordandoci che la conservazione non è solo un dovere ma una responsabilità condivisa.

Le iniziative di Desai stanno rimodellando non solo il paesaggio dei fiumi e delle foreste, ma anche il paesaggio della nostra coscienza collettiva.

Le strategie innovative di UOCEAN 2050 abbattono le barriere che hanno a lungo escluso le comunità emarginate dall’azione ambientale.

Nel frattempo, UEARTH 2050 riconnette l’umanità con il mondo naturale, promuovendo non solo il benessere ambientale ma anche il benessere personale e comunitario.

Attraverso la piantumazione di alberi, la coltivazione del cibo, le competenze ecologiche, la meditazione e la consapevolezza, UEARTH 2050 fornisce una soluzione olistica alla disconnessione tra la società moderna e la natura.

Offre un percorso verso un futuro più luminoso e sostenibile per tutti, promuovendo un senso di appartenenza alla terra e riaccendendo il nostro legame innato con l’ambiente.

Chris Desai e la Fondazione Vayyu stanno aprendo la strada verso un futuro più luminoso, più verde e più unito per tutti.

Scopri di più sulla Fondazione Vayyu, UOCEAN e UEARTH qui



Balraj è un vivace laureato in scrittura creativa. Ama le discussioni aperte e le sue passioni sono il fitness, la musica, la moda e la poesia. Una delle sue citazioni preferite è "Un giorno o un giorno. Tu decidi."

Immagini per gentile concessione di Instagram.






  • Cosa c'è di nuovo

    ALTRO

    "Quotato"

  • Sondaggi

    Quale dramma televisivo pakistano ti piace di più?

    Guarda i risultati

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...