Gli asiatici britannici reagiscono alla legge sul divieto di fumo

Il disegno di legge sul divieto di fumo di Rishi Sunak ha fatto un altro passo avanti verso l'approvazione. Ma come hanno reagito alla notizia gli asiatici britannici?

divieto di fumo

"Sono sempre diffidente quando il governo criminalizza le cose."

Il Regno Unito è sulla buona strada per vietare il fumo per un’intera generazione dopo che Rishi Sunak ha imposto un voto storico alla Camera dei Comuni.

Il Primo Ministro aveva bisogno dei voti laburisti per sconfiggere gli avversari sui suoi banchi, guidati da Liz Truss, vincendo con 383 voti contro 67.

Se approvata, la legislazione significherà che chiunque abbia 15 anni o meno non potrà mai acquistare legalmente le sigarette.

Ciò vedrà il Regno Unito finalmente diventare un paese senza fumo nazione.

In precedenza, Sunak aveva esortato i membri del suo gabinetto a pensare alle “generazioni future” e a sostenere il suo piano mentre cercava di evitare reazioni negative da parte del suo stesso partito.

Il segretario agli affari Kemi Badenoch è stato tra coloro che hanno votato contro il piano, affermando che esso mina il principio di uguaglianza davanti alla legge trattando gli adulti in modo diverso, anche se sono nati a solo un giorno di distanza.

Ha minimizzato le insinuazioni secondo cui la sua opposizione alla politica dimostrava che stava puntando a una futura candidatura alla leadership, dicendo che era “un peccato” che la gente la vedesse in quel modo.

La signora Badenoch ha affermato: “Abbiamo bisogno di spazio affinché le persone possano avere disaccordi senza che ciò venga imputato a secondi fini.

“Tutto ciò che facciamo viene visto attraverso il prisma della peggiore intenzione possibile.

"E penso che questo sia uno dei motivi per cui i politici sentono di non ricevere un giusto ascolto, il fatto che molte persone decidano di non fare questo lavoro."

Alcuni asiatici britannici credono che i vaporizzatori dovrebbero essere una priorità più delle sigarette.

Kamilah lo sente vaping è più pericoloso del fumo di sigaretta.

Dice: “L’attenzione dovrebbe essere concentrata sui vaporizzatori perché vedo che più giovani li usano.

“Stanno inalando frammenti metallici e sostanze chimiche dannose.

“Se Rishi Sunak vuole creare una generazione senza fumo, dovrebbe considerare i vaporizzatori perché credo che siano più dannosi delle sigarette”.

La studentessa Maya concorda sul fatto che ci sono cose più dannose delle sigarette:

“Se il governo si preoccupasse davvero della salute, eliminerebbe gli alimenti trasformati, gli zuccheri trasformati e l’olio di colza o di canola.

"Anche se mi piacerebbe vedere i retroscena del fumo, sono sempre diffidente quando il governo criminalizza le cose."

La signora Truss in precedenza si era scagliata contro quello che aveva descritto come un atto legislativo “segnalativo di virtù” e aveva esortato i veri conservatori a respingerlo.

Ha detto che ci sono già abbastanza “maniaci del controllo che agitano le dita e fanno le balie” sui banchi del partito laburista.

Alla fine, 57 parlamentari conservatori hanno sfidato l'appello di Sunak e hanno votato contro il divieto, mentre oltre 100 non hanno votato.

La Truss ha detto che è “emblematico” di un “establishment tecnocratico” che vuole “limitare la libertà”.

Ha anche detto ai parlamentari che teme che la “polizia sanitaria” spingerebbe su altre questioni se fosse introdotto il divieto di fumo.

La signora Truss ha detto: “Le persone sono preoccupate per questo.

"Vogliono essere in grado di prendere le proprie decisioni su cosa mangiare, cosa bere e come divertirsi."

Anche l’ex ministro della Sanità Kenneth Clarke ha avvertito che la mossa rischia di essere difficile da applicare.

Ha detto: “Arriverai a un punto in cui se hai 42 anni potrai acquistarli, ma a qualcuno di 41 anni non sarà permesso di farlo.

“Ciò significa che dovrai produrre il tuo certificato di nascita? Potrebbe rivelarsi molto difficile da applicare. Le generazioni future dovranno vedere se funzionerà o meno”.

Il deputato conservatore Sir Simon Clarke ha affermato che il piano rischia di “rendere il fumo più cool” e di “creare un mercato nero”.

Lo studente Aryan è d'accordo con questo sentimento in quanto spingerà più giovani ad acquistare sigarette illegalmente, in modo simile all'acquisto di droghe illecite.

Ha detto: “Questo non farà altro che indurre più giovani a voler iniziare a fumare e finiranno per comprare sigarette illegalmente.

“Sarebbe come comprare farmaci e potrebbe causare un’epidemia tra i giovani fumatori”.

D'altro canto Kabir ha accolto con favore l'eventuale divieto di fumare.

Ha detto: “Il fumo ha causato molti decessi ed è stato il motivo per cui a molte persone è stato diagnosticato il cancro ai polmoni.

“Si spera che questo riduca il numero di morti inutili”.

Il professor Sir Chris Whitty, primario medico inglese, ha affermato che le sigarette sono un prodotto “progettato per portarti via la scelta” attraverso la dipendenza.

Ha detto: “La grande maggioranza dei fumatori vorrebbe non aver mai iniziato, ma diventano dipendenti in tenera età e poi rimangono intrappolati e la loro scelta è stata portata via da quella dipendenza.

"Questo è uno dei motivi per cui l'argomentazione secondo cui 'se sei a favore della scelta, sei a favore delle sigarette' è così sorprendente perché si tratta di un prodotto progettato per toglierti la scelta."

La sua posizione è stata sostenuta da un ministro dell'Interno che ha iniziato a fumare all'età di 12 anni, il quale ha affermato di "non aver mai incontrato un solo fumatore che fosse contento di averlo fatto".

Medici e enti di beneficenza sanitari avevano esortato i parlamentari a votare a favore del divieto di fumo.

Il professor Steve Turner, presidente del Royal College of Pediatrics and Child Health, ha affermato che il disegno di legge “senza dubbio… salverebbe vite umane”, mentre Charmaine Griffiths, amministratore delegato della British Heart Foundation, ha affermato: “È necessaria un’azione decisiva per porre fine a questa tragedia sanitaria pubblica in corso”.

Ai parlamentari conservatori che hanno votato contro il disegno di legge si sono uniti 7 parlamentari del DUP, il deputato del Partito riformista Lee Anderson e il deputato del Partito dei lavoratori britannico George Galloway.

Circa 178 conservatori hanno sostenuto il disegno di legge, insieme a 160 parlamentari laburisti, 31 parlamentari dell'SNP, 5 liberaldemocratici, 3 parlamentari di Plaid Cymru, 2 indipendenti e Stephen Farry del partito dell'Alleanza.



Dhiren è un redattore di notizie e contenuti che ama tutto ciò che riguarda il calcio. Ha anche una passione per i giochi e la visione di film. Il suo motto è "Vivi la vita un giorno alla volta".



Cosa c'è di nuovo

ALTRO

"Quotato"

  • Sondaggi

    Quale di questi sei?

    Guarda i risultati

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...