Gli asiatici britannici reagiscono ai commenti anti-gay di Braverman sull'asilo

Gli asiatici britannici reagiscono alle affermazioni di Suella Braverman secondo cui la paura di essere discriminati perché gay o perché donna non è sufficiente per ottenere lo status di rifugiato.

Gli asiatici britannici reagiscono ai commenti anti-gay di Braverman sull'asilo

"Non crede che i gay abbiano valore"

In un discorso rivolto a un think tank statunitense, Suella Braverman, ministro degli Interni, discuterà della rilevanza della Convenzione sui rifugiati del 1951.

Lei si chiede se cercare rifugio a causa di preoccupazioni di discriminazione basate sul genere o sull’orientamento sessuale debba beneficiare della protezione internazionale.

Braverman sostiene che la Convenzione, originariamente elaborata dopo la seconda guerra mondiale, si è evoluta dalla tutela di coloro che fuggono dalle persecuzioni a coloro che temono i pregiudizi.

I suoi commenti hanno attirato le critiche del Partito Laburista, che l’ha accusata di “arrendersi” sulle questioni relative al sistema di asilo.

Il ministro dell’Interno suggerirà nel suo discorso:

“Con lo sviluppo della giurisprudenza, ciò a cui abbiamo assistito nella pratica è uno spostamento interpretativo dal termine 'persecuzione', a favore di qualcosa di più simile a una definizione di 'discriminazione'.

“E un simile spostamento da un 'paura fondata' verso una 'paura credibile' o 'plausibile'.

“La conseguenza pratica è stata quella di espandere il numero di coloro che possono beneficiare di asilo e di abbassare la soglia per farlo”.

Secondo il Center for Policy Studies, oltre 780 milioni di persone in tutto il mondo potrebbero potenzialmente beneficiare di asilo secondo l’attuale interpretazione della Convenzione.

Ciò include le persone che temono persecuzioni basate su fattori quali razza, religione, nazionalità, gruppo sociale o convinzioni politiche.

Le Nazioni Unite, tuttavia, hanno segnalato un numero significativamente inferiore di 35 milioni di rifugiati registrati nel 2022.

Nonostante la distanza geografica, si prevede che i commenti di Braverman susciteranno discussioni nel Regno Unito.

Un ulteriore estratto del discorso dice:

“Vorrei essere chiaro: ci sono vaste aree del mondo in cui è estremamente difficile trovarsi gay o essere una donna.

“Laddove le persone vengono perseguitate, è giusto che offriamo rifugio.

“Ma non saremo in grado di sostenere un sistema di asilo se, in effetti, il semplice fatto di essere gay, o una donna, e aver paura di essere discriminati nel proprio paese di origine è sufficiente per qualificarsi per la protezione.

“Lo status quo, secondo cui le persone possono viaggiare attraverso più paesi sicuri e persino risiedere in paesi sicuri per anni, mentre scelgono la loro destinazione preferita per chiedere asilo, è assurdo e insostenibile”.

Mentre le proposte di riforma di Braverman devono affrontare sfide significative, il suo discorso avvia un dibattito sulla posizione migratoria del Regno Unito.

Le sue osservazioni sono in linea con l'approccio fermo del governo sulla questione e potrebbero rafforzare le sue ambizioni di leadership all'interno del Partito conservatore.

Tuttavia, in tutto il paese si è verificato un caos assoluto a causa dei commenti di Braverman.

Anche se la maggioranza dell'opinione pubblica non è d'accordo con i commenti del ministro dell'Interno, volevamo capire se gli asiatici britannici la pensano allo stesso modo. 

Il professor Kishan Devani ha detto su X (ex Twitter):

“Come indiano britannico, vorrei mettere a verbale che molti nella mia comunità rifiutano Rishi Sunak, il suo partito conservatore di destra e la sua politica controversa, guidata da personaggi del calibro di Suella Braverman.

"Siamo tutti sulla stessa barca e vogliamo elezioni generali adesso per salvare il nostro Paese!"

Ha continuato in un altro tweet: 

“Personaggi del calibro di Rishi Sunak, Suella Braverman e Priti Patel sono motivo di imbarazzo per la comunità dell’India britannica e dell’Asia dell’Africa orientale in tutto il nostro paese”.

Il deputato Imran Hussain ha risposto direttamente a Suella Braverman, dicendo:

"Beh, hai già distrutto l'economia, mandato tutti in bancarotta e non hai ancora salvato il Paese..."

Il dottor Amir Khan GP ha condiviso i suoi pensieri su X:

“In alcuni paesi le persone vengono torturate e uccise perché sono gay, semplicemente perché vogliono amare qualcuno del loro stesso sesso.

"Questa è omofobia vagamente mascherata da politica: è disgustoso."

La scrittrice e professoressa Pragya Agarwal ha espresso le sue opinioni:

“Sa almeno quanti paesi perseguono, imprigionano e giustiziano le persone perché gay? 66 paesi!

“Di questi, 12 paesi impongono la pena di morte”.

Il famoso scrittore Sathnam Sanghera ha detto sui social media: 

“Allo stesso modo, essere ministro degli Interni non è una qualifica sufficiente per renderti una persona seria”.

Abbiamo anche parlato con alcuni cittadini asiatici britannici per raccogliere le loro opinioni. Balvinder Sopal ha detto:

“Questa donna... in che mondo vive?

"Ha assolutamente perso la testa e aiuta a malapena le persone della sua stessa cultura, per non parlare di qualcuno che è gay."

Roshan Singh, un lavoratore di Birmingham, ha aggiunto: 

“Lei non crede che le persone gay abbiano valore. Unisci i punti, sta diventando noioso adesso.

Preety K, uno studente, ha espresso:

“Si adatta alla politica del governo di non prendersi cura di tutti i cittadini, indipendentemente dall’identità o dalla sessualità”.

Un altro studente, Deepak, originario di Londra, ha detto: 

“Le persone hanno bisogno di una vita migliore, ma lei è concentrata esclusivamente sul potere. Capisco che non possiamo aiutare tutti, ma se abbiamo la capacità di farlo, perché no? 

“È la mancanza di empatia che ha quando parla. 

“In quanto donna e persona di colore, ti aspetteresti che lei si relazioni con certe difficoltà e difficoltà. Ma chiaramente no.

Suhana Razia, un'infermiera, ha aggiunto: 

“Naturalmente non possiamo lasciare entrare persone che si identificano falsamente come gay.

“Ma che dire di quelle persone che vengono uccise a causa della loro sessualità? Perché non possono avere un processo di screening più forte invece di voltare le spalle?

“Se incontrassi Suella faccia a faccia, mi capirebbe sicuramente qualcosa. 

"Tutti i conservatori sono uguali, ma non riesco proprio a credere quanto queste persone siano lontane dalle emozioni umane fondamentali."

Come riportato dalla BBC, nel 2022, Regno Unito hanno ricevuto 1,334 domande di asilo che includevano l’orientamento sessuale come base per la richiesta.

Ciò rappresentava l’1.5% del totale di 74,751 richieste di asilo presentate durante quell’anno.

I principali paesi di origine di questi richiedenti sono stati Pakistan, Bangladesh e Nigeria, tutti dotati di leggi che criminalizzano gli atti sessuali consensuali tra persone dello stesso sesso. 

Vale la pena notare che queste richieste di asilo potrebbero non essere basate esclusivamente sull'orientamento sessuale, poiché ulteriori motivi avrebbero potuto contribuire alle richieste.

Inoltre, le informazioni disponibili non consentono di stabilire se l'orientamento sessuale del richiedente abbia avuto un ruolo decisivo nell'esito della sua richiesta di asilo.

Balraj è un vivace laureato in scrittura creativa. Ama le discussioni aperte e le sue passioni sono il fitness, la musica, la moda e la poesia. Una delle sue citazioni preferite è "Un giorno o un giorno. Tu decidi."



Cosa c'è di nuovo

ALTRO

"Quotato"

  • Sondaggi

    Quale termine descrive la tua identità?

    Guarda i risultati

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...