L'avvocato asiatico britannico incarcerato ammette il ruolo nell'emissione di falsi divorzi

Un avvocato asiatico britannico ha ammesso il suo ruolo nell'emissione di falsi certificati di divorzio. Non è riuscito a supervisionare uno studente che ha fornito i documenti.

Mohammed Ayub e Chambers Solicitors

Due dei casi sono diventati evidenti alle parti solo perché riluttanti hanno commesso la bigamia.

Un avvocato asiatico britannico ha confessato di aver avuto un ruolo nell'emissione di falsi divorzi. Già incarcerato per frode, ha ammesso i suoi fallimenti al tribunale disciplinare degli avvocati.

Mohammed Ayub, 58 anni, ha spiegato di non essere riuscito a supervisionare uno studente di esperienza lavorativa presso Chambers Solicitors a Bradford.

La studentessa, identificata solo come “Anna”, ha fornito falsi decreti assoluti a tre coppie di sposi.

Ciò è avvenuto tra il 2010 e il 2012, mentre Mohammed è stato l'unico partner azionario. Sono stati presumibilmente emessi presso il tribunale della contea di Bradford.

Il 58enne ha ammesso di non aver supervisionato il personale coinvolto in procedimenti di divorzio e di non aver trattato le denunce relative ai casi. Mohammed ha fatto la confessione dopo essere stato condannato per aver preteso denaro in modo fraudolento dall'Assistenza legale.

Di conseguenza, è stato cancellato dal professione legale.

La polizia ha inizialmente indagato su cinque casi separati tra il 2008 e il 2012 presso le Camere. In due di essi il certificato non faceva riferimento alle parti coinvolte. Nel terzo, il documento non esisteva nemmeno. Il tribunale ha concluso che si trattava di "falsificazioni".

Forse la cosa più scioccante di tutte, due dei casi sono diventati evidenti alle parti solo perché riluttanti hanno commesso la bigamia. Nel 2010, un cliente ha ricevuto una busta contenente il documento falso e gli è stato detto che il divorzio era stato finalizzato.

Durante l'anno successivo, il cliente risposato in Bangladesh. Al ritorno nel Regno Unito, hanno chiesto un visto per il loro partner per entrare nel paese. Tuttavia, la UK Border Agency ha rifiutato la domanda, affermando che il decreto assoluto era falso.

Dopo aver visitato il tribunale della contea di Bradford, hanno scoperto il documento relativo a un'altra coppia. Significa che hanno dovuto affrontare di nuovo la procedura di divorzio. Il tribunale ha sentito come questo abbia lasciato il cliente "estremamente turbato".

Nel secondo caso, un cliente ha ricevuto un decreto assoluto nel 2011 e si è risposato l'anno successivo. Tuttavia, si sono resi conto che era falso solo dopo un incontro di famiglia, dove hanno capito il numero di riferimento legato a una coppia diversa.

Tutti e tre hanno portato le coppie a dover rinnovare il loro divorzio procedimento. All'epoca si occupava di loro l'allora assistente legale Miriam Yousaf. In una dichiarazione alla polizia, ha detto:

"Credo che un membro del personale più giovane, invece di presentare domanda al tribunale per un decreto assoluto, possa aver creato documenti di decreto assoluto fraudolento e spacciato come documenti autentici dal tribunale, ingannando anche me".

"Posso solo ipotizzare che se i documenti assoluti del decreto fraudolento sono passati dalle mie mani ai clienti, allora anch'io sono stato ingannato sulla loro autenticità da Anna, a cui è stato delegato il compito di impostare i file e redigere le istanze di divorzio".

Anche se il tribunale non l'ha accusata di coinvolgimento nei documenti falsi, le hanno multato £ 15,000. Miriam ha dovuto anche pagare £ 5,361.40 per le spese.

Anche Mohammed Ayub ha dovuto pagare £ 4,139.34, con il rapporto del tribunale che affermava:

"Il signor Ayub accetta che la gravità della sua condotta scorretta ammessa è tale che né un rimprovero, una multa o la sospensione dalla pratica sarebbero una sanzione sufficiente."

Dopo le indagini, la polizia non è stata in grado di rintracciare la studentessa "Anna".



Sarah è una laureata in inglese e scrittura creativa che ama i videogiochi, i libri e si prende cura del suo birichino gatto Prince. Il suo motto segue "Hear Me Roar" di House Lannister.

Immagini per gentile concessione di Telegraph & Argus.




Cosa c'è di nuovo

ALTRO

"Quotato"

  • Sondaggi

    Chi è la migliore attrice di Bollywood?

    Guarda i risultati

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...