Il banchiere ha venduto conti dei clienti a Gambler che ha speso £ 80k

Un banchiere di Birmingham ha venduto i dettagli del conto del cliente al suo amico tossicodipendente che ha poi rubato loro oltre 80,000 sterline.

Banker ha venduto conti clienti a Gambler che ha speso £ 80k f

"rideva all'idea che potesse finire in prigione"

Un banchiere ha venduto i dettagli del conto di un cliente al suo amico dipendente dal gioco d'azzardo per £ 50 ciascuno, che ha poi rubato oltre £ 80,000 da loro.

Jaspreet Marwaha, 27 anni, di Hall Green, Birmingham, ha fornito informazioni su 82 conti a Mohammed Saif Maqsood, di Blackburn, inclusa la quantità di denaro in essi contenuta.

Marwaha ha iniziato a lavorare presso la filiale Shirley della Lloyds Bank a Solihull nel 2009.

Ha venduto i dettagli del conto bancario da novembre 2017 a marzo 2018.

Dopo che sono emersi sospetti, è stata arrestata. È stato sequestrato un telefono cellulare e 1,500 sterline in contanti per un viaggio a Dubai.

È emerso che dozzine di account a cui Marwaha aveva avuto accesso erano stati truffati.

Il pubblico ministero Jason Avis ha detto di aver inizialmente detto alla polizia che "c'era un elemento di coercizione da parte del coimputato [Maqsood] che minacciava di rivelare una relazione illecita".

Sono stati analizzati anche i messaggi di testo dal telefono di Marwaha. Il signor Avis ha detto:

“C'erano vari messaggi che mostravano questi imputati che parlavano di ottenere 100 serie di coordinate bancarie per il pagamento di £ 50 a lei per carta. In un messaggio rideva alla prospettiva che sarebbe potuta finire in prigione per questo.

“Si diceva che le fossero dovuti dei soldi dal coimputato. Il signor Maqsood le ha chiesto i dettagli di un conto con più di £ 5,000 e si è offerto di pagare una commissione di £ 500 ".

Ha aggiunto: “Il signor Maqsood ha cominciato a preoccuparsi di essere scoperto e ha parlato di un nuovo piano per fare un sacco di soldi.

"La polizia era a conoscenza del possibile coinvolgimento del signor Maqsood a causa dei pagamenti che ha effettuato sul conto di Jaspreet Marwaha".

Maqsood aveva creato 48 conti scommesse separati con i bookmaker Coral, alcuni dei quali erano a nome di Marwaha.

Il signor Avis ha detto che il banchiere aveva "abusato della sua posizione", avrebbe causato "gravi danni alla reputazione" ai Lloyds e avrebbe potuto portare i clienti a chiudere i loro conti a causa di una "perdita di fiducia".

Tra £ 82,000 e £ 92,000 sono stati rimossi dagli 85 account. Una buona parte del denaro è stata recuperata, tuttavia, oltre £ 25,000 rimangono in sospeso, in relazione a 45 conti clienti.

Philippa McAtasney, in difesa di Marwaha, ha dichiarato: “A quei tempi si considerava stupida, ingenua e sconsiderata. Non riuscì a cogliere l'entità della potenziale perdita in quel momento. Ha consegnato volentieri quei dettagli, a quel punto non pensava affatto alle conseguenze per gli altri ".

Ha continuato dicendo che la frode era stata un'idea di Maqsood prima di dire che il suo cliente aveva costruito una carriera mediatica di successo come assistente produttore di Sky Sports.

Alla corte è stato detto che il suo attuale datore di lavoro non era a conoscenza del caso contro di lei.

Richard Butcher, in difesa di Maqsood, ha dichiarato:

“Si vergogna terribilmente. Stava nascondendo la sua dipendenza dal gioco d'azzardo alla sua famiglia, a sua moglie, tenendolo segreto ai suoi amici intimi. Quella era la causa principale.

«Era lui due anni e mezzo fa. Da quel momento ha fatto quasi tutto il possibile per mantenere la sua vita in equilibrio. "

La Birmingham Crown Court ha sentito che entrambi gli imputati erano disposti a pagare un risarcimento.

Il giudice Paul Farrer QC ha dichiarato che, sebbene entrambi gli imputati "si incolpassero a vicenda", erano entrambi "partecipanti volenterosi ed entusiasti di ciò che stava accadendo".

Ha aggiunto che Maqsood "ha indubbiamente ricevuto la parte del leone dei profitti".

Tuttavia, ha detto che c'era una "mitigazione significativa" per ciascuno di loro. Il giudice Farrer ha detto che Marwaha da allora ha dimostrato di essere "benvoluta, ambiziosa e laboriosa" mentre era "maturata notevolmente".

Rivolgendosi a Maqsood ha detto che "la mitigazione più convincente è ciò che hai fatto della tua vita negli ultimi due anni e mezzo", compreso il gioco d'azzardo e l'avvio di una nuova attività.

Entrambi sono stati condannati a 22 mesi di prigione, sospesi per due anni per associazione a delinquere finalizzata alla frode.

Il banchiere ha ricevuto la stessa pena per l'accusa di frode per abuso di posizione che deve essere scontata contemporaneamente.

Marwaha deve inoltre svolgere 35 giorni di attività di riabilitazione e 250 ore di lavoro non retribuito.

Maqsood deve completare 20 giorni di riabilitazione e 250 ore di lavoro non retribuito.

In un secondo momento si svolgerà un'udienza relativa al Proceeds of Crime Act.



Dhiren è un redattore di notizie e contenuti che ama tutto ciò che riguarda il calcio. Ha anche una passione per i giochi e la visione di film. Il suo motto è "Vivi la vita un giorno alla volta".




  • Cosa c'è di nuovo

    ALTRO
  • Sondaggi

    Quale preferisci indossare?

    Guarda i risultati

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...