Donna del Bangladesh torturata e data alle fiamme per dote

In un incidente scioccante, una donna del Bangladesh sarebbe stata torturata e data alle fiamme dal marito per dote.

Donna del Bangladesh torturata e data alle fiamme per dote f

ha subito il 40% di ustioni al corpo.

Una donna del Bangladesh rimane in ospedale dopo essere stata presumibilmente torturata e data alle fiamme dal marito per dote.

L'orribile incidente è avvenuto a Rangunia Upazila a Chittagong.

La vittima è stata identificata come Yasmin Akhter mentre suo marito si chiamava Mohammed Salimullah.

L'ufficiale in carica Mahbub Milky, della stazione di polizia di Rangunia, ha detto che la coppia è sposata dal 2012 e ha un figlio di cinque anni.

Dal loro matrimonio, Salimullah ha chiesto la dote e torturato sua moglie per questo.

Giovedì 26 novembre 2020, la coppia ha litigato per la dote che ha fatto infuriare Salimullah. Il giorno successivo, il marito ha cosparso la moglie di benzina e le ha dato fuoco.

La polizia ha ricevuto informazioni sull'incidente e si è presentata sulla scena.

Sono riusciti a salvare la vittima e l'hanno trasportata al Chittagong Medical College and Hospital.

Mentre la donna del Bangladesh è sopravvissuta all'attacco, è stata gravemente ferita. In ospedale, i medici hanno detto che ha subito il 40% di ustioni al corpo.

È stato riferito che quando Yasmin è stata data alle fiamme, ha cercato di uscire nel tentativo di salvarsi, tuttavia, Salimullah le ha impedito di farlo.

Secondo il vice sovrintendente della polizia Anwar Hossain, Salimullah ha telefonato ai suoceri in modo che potessero sentire la loro figlia urlare.

Salimullah è stato arrestato il 27 novembre 2020, quando la gente del posto lo ha visto mentre cercava di fuggire. Sono riusciti ad arrestarlo e lo hanno consegnato alla polizia.

La dote è una delle cause più comuni di violenza domestica nei paesi dell'Asia meridionale.

Molte donne vengono aggredite fisicamente e persino uccise per dote dal marito e dai suoceri.

In un caso in India, una moglie e lei padre furono picchiati a morte dai suoceri per una disputa sulla dote.

Savitri Devi e suo padre Rakshpal Gupta erano andati a casa di suo marito nel tentativo di risolvere il disaccordo sulla dote in corso tra le famiglie.

A causa dei problemi di dote, Savitri aveva lasciato la casa del marito. Secondo la polizia, da allora è rimasta con i suoi genitori.

Il 18 maggio 2019, il padre e la figlia sono andati a casa per un compromesso.

Tuttavia, le cose non hanno funzionato e sarebbero stati attaccati dai suoceri di Savitri e dalla loro famiglia.

Sono stati presumibilmente picchiati con un martello prima che entrambi fossero strangolati a morte. La polizia ha detto che l'incidente è avvenuto intorno alle 2 del mattino.

Mentre tre sospetti sono stati arrestati, altri sei sono fuggiti.



Il caporedattore Dhiren è il nostro redattore di notizie e contenuti che ama tutto ciò che riguarda il calcio. Ha anche una passione per i giochi e la visione di film. Il suo motto è "Vivi la vita un giorno alla volta".



Cosa c'è di nuovo

ALTRO

"Quotato"

  • Sondaggi

    Esiste la corruzione all'interno della comunità pakistana?

    Guarda i risultati

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...