Racchetta venditrice di neonati arrestata dalla polizia a Mumbai

La polizia di Mumbai ha scoperto un racket criminale di vendita di bambini. Hanno arrestato otto sospetti, tra cui sei donne.

Racchetta venditrice di neonati arrestata dalla polizia a Mumbai f

i telefoni potrebbero aiutarli a stabilire il numero vero

La polizia ha arrestato otto persone, comprese sei donne, per aver gestito un racket di vendita di bambini.

Secondo quanto riferito, i sospetti hanno venduto neonati. La polizia ha scoperto in modo scioccante che mentre le bambine venivano vendute per Rs. 60,000 (£ 600), i maschietti sono stati venduti per Rs. 1.5 Lakh (£ 1,500).

Le indagini preliminari hanno indicato che la banda ha venduto quattro bambini entro sei mesi, tuttavia, sospettano che il numero potrebbe essere molto più alto.

Il 16 gennaio 2021, la polizia ha arrestato otto sospetti. Sono stati identificati come Arti Singh, Rukshar Shaikh, Rupali Verma, Nisha Ahire, Geetanjali Gaikwad e Sanjay Padam, Heena Khan e Shahjahan Jogilkar.

È stato rivelato che Arti, che ha lavorato come tecnico di laboratorio, ha interpretato un intermediario nell'operazione di vendita di bambini.

Inoltre, sono stati sequestrati otto telefoni che contenevano foto di neonati e conversazioni WhatsApp.

La polizia ritiene che i telefoni potrebbero aiutarli a stabilire il numero reale di bambini venduti e rintracciare le loro famiglie a Pune e Mumbai.

I sospetti sono stati registrati nelle sezioni sul traffico di esseri umani del codice penale indiano e nella legge sulla giustizia minorile.

Il racket è venuto alla luce dopo che i sub-ispettori Yogesh Chavan e Manisha Pawar hanno ricevuto una soffiata che una donna che vive a Bandra era coinvolta nel vendere online di neonati.

Chavan e Pawar iniziarono un'indagine e identificarono Rukshar Shaikh che aveva venduto una bambina che aveva partorito al VN Desai Hospital.

Un ufficiale ha detto: “Dopo ulteriori indagini, abbiamo appreso che un'altra donna, Shahjahan Jogilkar, aveva venduto il suo bambino a una famiglia di Pune tramite Rupali Verma.

"Questo era il secondo figlio di Shahjahan venduto tramite Rupali Verma."

Entrambe le donne stavano con le loro madri a Bandra.

Il 14 gennaio 2021, una squadra di polizia ha portato Rukshar, Shahjahan e Rupali per interrogatori.

Durante l'interrogatorio, hanno confessato il loro coinvolgimento nel racket della vendita di bambini. Rukshar ha spiegato che nel 2019 ha venduto una bambina per Rs. 60,000 e un bambino per Rs. 1.5 Lakh attraverso Rupali.

Shahjahan ha anche ammesso di aver venduto suo figlio a una famiglia di Dharavi per Rs. 1.5 Lakh.

Rupali ha anche rivelato che due donne, Heena Khan e Nisha Ahire, hanno agito come sub-agenti nel racket.

Sulla base delle informazioni, la polizia ha arrestato Heena e Nisha. Dissero agli ufficiali che il figlio di Shahjahan era stato venduto a Sanjay Padam.

Un agente ha detto: “Abbiamo informazioni che tutti gli accusati hanno venduto molti bambini in passato.

"Il loro modus operandi è muoversi in località povere, identificare le donne incinte, convincerle con i soldi e poi vendere i bambini".

La polizia ha arrestato Sanjay per aver acquistato il bambino senza averlo adottato legalmente.

La polizia sta lavorando per scoprire le famiglie di Dadar e Pune che hanno acquistato i due bambini da Rukshar.



Il caporedattore Dhiren è il nostro redattore di notizie e contenuti che ama tutto ciò che riguarda il calcio. Ha anche una passione per i giochi e la visione di film. Il suo motto è "Vivi la vita un giorno alla volta".



Cosa c'è di nuovo

ALTRO

"Quotato"

  • Sondaggi

    Quale nuovo iPhone di Apple compreresti?

    Guarda i risultati

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...