"B" per il balletto e "B" per Bharatanatyam

Il balletto è una delle forme di danza più apprezzate al mondo. Sebbene domini ampiamente in Occidente, DESIblitz esplora come il balletto abbia influenzato anche molte forme di danza classica dell'India, tra cui Khathak, Odissi e Bharatanatyam.

Balletto

Il balletto è da tempo immemorabile parte integrante del mondo della danza indiana.

I ballerini spesso si chiedono se esista una connessione eterna tra tutte le forme di danza eseguite in questo giorno ed età.

Tutte le forme di danza sono semplici ibridi di come si rappresenta la gioia, l'estetica e la spiritualità attraverso i delicati movimenti degli arti? Quanto è lontana la "B" del balletto intervallata dalla "B" del bharatanatyam?

Il balletto stesso era un prodotto del Rinascimento italiano tra il XIV e il XVI secolo. Quasi tutti i suoi termini e codici erano in lingua francese. Non c'è da meravigliarsi quindi che la tendenza abbia raggiunto prima la Francia e poi gli inglesi.

Rukmini Devi ArundaleFu quando i francesi e gli inglesi invasero l'India che il balletto arrivò con loro; e sebbene il colonialismo possa essere finito decenni fa, il balletto prospera ancora e sta rapidamente diventando una tendenza popolare.

Il Bharatanatyam è ampiamente considerato la forma di danza indiana più antica. Quasi tutti gli intenditori di danza sanno che il bharatanatyam che vediamo oggi è stato ripreso da Rukmini Devi Arundale alla fine del XIX secolo.

Quello che molte persone non sanno è che prima di dedicarsi alla rinascita delle forme di danza indiana, Rukmini Devi ha imparato il balletto classico sotto la leggendaria ballerina russa, Anna Pavlova.

Anna Pavlova è stata a sua volta affascinata dai temi indiani e giapponesi e li ha usati nelle sue produzioni. Con una tale storia non dovrebbe sorprendere che alcune tecniche di balletto siano usate per insegnare il bharatanatyam oggi.

Anna PavlovaLasciandosi alle spalle il 19 ° secolo, l'India è entrata nel 20 ° secolo, noto come l'era della rivoluzione e del risveglio.

Rabindranath Tagore, il famoso premio Nobel, iniziò a comporre poesie per produzioni di balletto nella sua istituzione, Shantiniketan.

Sebbene solo le tecniche di danza indiana di kathak, manipuri e kathakali fossero usate nei suoi balletti, l'idea di una danza con tutti i ballerini, gli oggetti di scena, l'arte scenica è stata presa in prestito dal balletto classico.

Il fascino di Anna Pavlova per i temi a base indiana è continuato e si è imbattuta casualmente in Uday Shankar, considerato un pioniere nel mondo della danza indiana.

Uday ShankarQuesta associazione di una leggendaria ballerina russa e una fenomenale ballerina indiana ha prodotto balletti basati su temi come "Radha e Krishna" e "matrimonio indù".

Questi balletti avevano un'intricata miscela di tecniche di danza indiana con quella di pure tecniche di balletto classico.

La tendenza a fondere le tecniche indiane con quelle del balletto ha raggiunto da allora, e la maggior parte delle produzioni di balletto che si vedono oggi in India ne è la prova.

Fino all'era post-libertà, l'India si dilettava nello stabilire e nel far rivivere le forme di danza indiana perdute. Durante il dominio britannico in India furono ammoniti tutti i tipi di danze e musiche indiane.

Le Devadasi del Sud e le ragazze Nautch del Nord, la cui professione era cantare e ballare, furono costrette a trasformarsi nei vicoli ombrosi della prostituzione per guadagnarsi da vivere.

Con un impatto così negativo si può capire perché i politici indiani, l'élite e l'intellighenzia fossero irremovibili sulla rinascita della danza e della musica indiana. Quindi, a parte una o due strane associazioni di India e ballerini, non è successo molto nella seconda metà del 20 ° secolo.

Lezione di balletto indianoPoi è arrivato il nuovo millennio e, con esso, l'era della globalizzazione. La cultura hip-hop degli anni '60 e '70 era un ricordo del passato. Adesso era il momento per un lavoro serio.

Fu durante questo periodo che il balletto iniziò di nuovo a prendere forma nella scena della danza indiana e finalmente mise radici.

La National Ballet Academy and Trust of India è stata fondata a Delhi nel 2002. Anche la School of Classical Ballet and Western Dance si è formata a Mumbai.

Persone come Sanjay Khatri sono state nominate come i primi ballerini indiani maschi da The Times of India in 2010.

L'India ora aveva ballerini come Tushna Dallas, Khushcheher e Sameer Mehta, che si erano formati in illustri istituti di danza come la Royal Academy of Dance e il London College of Dance. Le tecniche di balletto che sono prevalenti e vengono insegnate ampiamente in India oggi sono di Vaganova e Cecchetti.

Balletto India

Il balletto e le danze classiche indiane hanno sempre avuto alcune forti somiglianze. Sono entrambi codificati, entrambi hanno tecniche standard da seguire ed entrambi hanno bisogno di anni di preparazione e pratica per essere eseguiti sul palco. Tuttavia, sono anche molto diversi.

Kathakali viene eseguita principalmente in stile balletto. Laddove nel balletto classico la coreografia include ballerini che coprono gli spazi sul palco con ampi balzi e salti e formazioni, nel Kathakali i ballerini possono stare in un posto per ore raffigurando l'intero universo attraverso i loro occhi e le loro mani.

BharatanatyamAnche il balletto può richiedere giorni e mesi perché l'intera troupe provi insieme.

In Kathakali, i ballerini non devono nemmeno essersi incontrati prima dello spettacolo, ma possono facilmente ricorrere alle rigide basi e ai formati tradizionali della danza.

Entrambe queste forme di danza hanno tecniche rigide che devono essere seguite, così come un linguaggio codificato, ma le differenze sono evidenti.

Il balletto è da tempo immemorabile parte integrante del mondo della danza indiana. Anche se il balletto potrebbe non essere eseguito spesso nel suo stile classico tradizionale, l'idea stessa della produzione di balletto ha influenzato molte forme di danza in India.

Che si tratti di kathak, odissi o bharatanatyam, i drammi di danza sono una versione ibrida del balletto classico che viene eseguito. Quindi, anche se la "Si" del balletto potrebbe essere molto diversa dalla "Si" di bharatanatyam, avranno sempre una connessione intervallata.

"Balla, balla o siamo persi", diceva Pina Bausch. Con una vasta formazione in danza classica indiana e musica, Madhur è molto interessato a tutti i tipi di arti dello spettacolo. Il suo motto è "To Dance is Divine!"



Cosa c'è di nuovo

ALTRO
  • Sondaggi

    Pensi che l'abuso di droghe o sostanze stupefacenti tra gli asiatici britannici stia crescendo?

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...