Il baba indiano Asaram Bapu è stato imprigionato per aver violentato una ragazza di 16 anni

Asaram Bapu, un baba spirituale autoproclamato in India, è stato riconosciuto colpevole di aver violentato una ragazza di 16 anni nel suo ashram nel 2013.

Asaram Bapu imprigionato

"Anche se morissi adesso, non avrò rimpianti perché abbiamo giustizia per nostra figlia."

Asaram Bapu, 77 anni, un autoproclamato baba spirituale indiano è stato riconosciuto colpevole di aver violentato una ragazza di 16 anni nel 2013 e condannato all'ergastolo.

Il tribunale di Jodhpur Schedule Caste e Schedule Tribe ha annunciato la sua condanna dopo che le accuse di stupro erano state mosse contro Asaram Bapu quasi cinque anni fa.

Il commissario di polizia locale Ashok Rathore ha dichiarato che la sentenza del caso è stata pronunciata nella prigione centrale di Jodhpur, circondata da alta sicurezza nel Rajasthan.

Anche altri due co-accusati del crimine sono stati condannati a 20 anni di reclusione.

Ci sono state cinque accuse contro Asaram Bapu per aver violentato la ragazza. Si trattava di reclusione illegale, intimidazione criminale, associazione a delinquere e molestie sessuali.

Asaram è stato detenuto nella prigione centrale di Jodhpur per due aggressioni sessuali avvenute in Rajasthan e Gujarat.

Per il caso del Rajasthan, una giovane ragazza di Shahajahanpur, Uttar Pradesh, ha accusato Asaram di averla violentata la notte del 15 agosto 2013 nel suo ashram nel villaggio di Manai vicino a Jodhpur.

Si dice che la giovane fosse stata portata all'ashram e ad Asaram dai suoi genitori per curarla. Tuttavia, non erano presenti durante la presunta aggressione.

In Gujarat, due sorelle di Surat hanno accusato individualmente Asaram Bapu e suo figlio Narayan Sai di averle violentate e aggredite sessualmente.

A seguito delle accuse, nell'agosto 2013, la politica ha preso in custodia Asaram Bapu. È stato poi portato alla prigione centrale di Jodhpur.

Al momento dello stupro nel 2013, Asaram Bapu aveva 74 anni e ha affermato di essere impotente e non in grado di commettere fisicamente uno stupro. Tuttavia, circa un mese dopo, è stato eseguito un test di potenza
presentato a un tribunale di Jodhpur dimostrando che avrebbe potuto commettere i crimini.

Quando Asaram Bapu è stato arrestato nel 2013 per gli stupri, si sono verificati molti scontri violenti tra i seguaci di Bapu e la polizia in alcune delle principali città indiane. Soprattutto negli stati del Rajasthan, Gujarat e Haryana, dove c'è un numero molto elevato di seguaci di Asaram.

supporto asaram bapu

Asaram ha presentato e presentato un totale di 12 richieste di libertà su cauzione che sono state tutte respinte dal tribunale di primo grado, dall'Alta Corte del Rajasthan e dalla Corte Suprema.

Negli anni successivi al suo arresto e alla detenzione in carcere, numerosi testimoni chiave del caso sono stati minacciati, attacchi e persino scomparsi.

L'assistente personale di Asaram è stato ucciso a colpi di arma da fuoco nel 2014 e nel 2015 un altro suo collaboratore è stato ucciso a Muzaffarnagar.

Il sito web di Asaram lo descrive come un "rivoluzionario spirituale" e "grande insegnante". Conosciuto come "Bapuji" dai suoi seguaci, Asaram raggiunse la popolarità negli anni '1970. Dopo di che, il suo seguito è cresciuto attraversando un impero di 400 ashram, programmi di sensibilizzazione globale e scuole religiose.

Tuttavia, nulla avrebbe cambiato il verdetto finale pronunciato ad Asaram per averlo dichiarato colpevole.

Secondo i rapporti del carcere, Asaram è crollato dopo il verdetto di ergastolo e la condanna ai sensi della sezione 376 e della legge POCSO.

Asaram Bapu ha incarcerato la polizia

Il padre della ragazza violentata nell'ashram del villaggio di Manai ha espresso il suo sollievo e la sua soddisfazione per il verdetto e la sentenza pronunciati ad Asaram Bapu, dicendo:

"Anche se morissi ora, non avrò rimpianti perché abbiamo giustizia per nostra figlia."

Il portavoce di Asaram, Neelam Dubey, ha detto ai media che il team legale di Asaram sfiderà il verdetto, dicendo:

“Abbiamo pieno rispetto per i tribunali. Se il verdetto del tribunale inferiore non va a nostro favore, ci rivolgeremo all'Alta Corte o alla Corte Suprema ".

Prima del verdetto, la polizia era in massima allerta in tutti gli stati chiave a causa dei timori di violenza e delle proteste dei suoi seguaci.

Si dice che le misure di sicurezza in atto continueranno a Jodhpur, intorno alla casa della presunta vittima, nell'Uttar Pradesh e negli altri stati colpiti da questa sentenza contro Asaram Bapu per lo stupro di una ragazza di 16 anni.

Questo caso ricorda il caso di Gurmeet Ram Rahim Singh, il leader del culto spirituale Dera Sacha Sauda, ​​che è stato riconosciuto colpevole di aver violentato due dei suoi seguaci.

Ancora una volta, un verdetto di colpevolezza è stato emesso in India, dove le aggressioni e gli stupri sessuali vengono commessi dai cosiddetti leader spirituali di culto "seguiti" e "fidati".



Amit ama le sfide creative e usa la scrittura come strumento di rivelazione. Ha un grande interesse per le notizie, l'attualità, le tendenze e il cinema. Gli piace la citazione: "Niente in caratteri piccoli è mai una buona notizia".


  • Cosa c'è di nuovo

    ALTRO
  • Sondaggi

    Sei d'accordo con la legislazione sui diritti dei gay in India?

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...