Banda armata terrorizzava gli studenti nelle residenze universitarie

Una banda armata ha sottoposto tre studenti dell'Aston University a una terrificante prova in un collegio di residenza. Il raid è avvenuto il 30 aprile 2019.

Banda armata terrorizza gli studenti nelle residenze universitarie f

"tre giovani sono stati vittime di uno spiacevole e prolungato calvario".

Due uomini sono stati condannati dopo aver fatto parte di una banda armata che ha terrorizzato tre studenti in una residenza universitaria dell'Aston.

Il tribunale della corona di Birmingham ha sentito che gli uomini, che indossavano maschere, hanno sottoposto le vittime a "un'ordalia terroristica della durata di un'ora".

Zaheed Ahmed, 20 anni, ha ideato il raid con scasso nel tentativo di recuperare il denaro che aveva dato a una delle vittime per "investire in un piano per fare soldi".

Durante l'orribile calvario, uno degli studenti aveva un coltello tenuto vicino al viso ed è stato minacciato prima che £ 1,000 fossero portati fuori dal suo conto.

Alan Kent, accusatore, ha spiegato che i predoni erano "ostili e aggressivi" dappertutto. Ha anche detto che l'appartamento è stato saccheggiato mentre guardavano attraverso armadi e cassetti.

La sera del 30 aprile 2019, i tre studenti erano stati in uno degli appartamenti delle residenze dell'Aston University.

Una quarta persona era stata con loro ma se n'era andata. Poco dopo sono tornati accompagnati da Ahmed, Zaahid Choudhury e una terza persona che non è mai stata identificata.

I tre indossavano tutti passamontagna ed erano armati di due coltelli e una mazza da baseball.

Banda armata terrorizzava gli studenti nelle residenze universitarie

Due delle vittime sono state costrette in un bagno dove hanno tentato di nascondere i loro oggetti di valore nei calzini.

Il terzo studente ha avuto un coltello vicino agli occhi e le minacce sono state fatte prima che la banda armata prendesse i telefoni e le carte bancarie delle vittime.

Durante l'ora di prova, Choudhury lasciò l'appartamento e andò a un bancomat dove tentò senza successo di prelevare 800 sterline con una delle carte. È riuscito a ritirare £ 250.

Uno degli studenti spaventati ha telefonato a suo padre e lo ha supplicato di trasferire fondi sul suo conto. Ha rivelato il suo numero di pin e £ 1,000 sono stati ritirati dal conto.

In seguito la polizia ha esaminato i filmati della CCTV e ha rintracciato Ahmed e Choudhury in un altro appartamento studentesco.

Ahmed, di Parliament Street, Aston, ha ammesso un furto aggravato. Choudhury, 20 anni, di Serpentine Road, Aston, si è dichiarato colpevole della stessa accusa.

Il giudice Francis Laird QC ha spiegato che Ahmed si era indebitato dopo aver abbandonato una laurea in legge ed era diventato "determinato" a recuperare i soldi che aveva dato a una delle vittime.

Ha detto: “I tre giovani sono stati vittime di uno spiacevole e prolungato calvario.

"Sono stati terrorizzati per circa un'ora."

Il giudice Laird ha continuato dicendo che l'incidente ha avuto un effetto "drammatico" su una delle vittime. Una delle conseguenze è stata che il suo laptop era stato cancellato, che conteneva foto e appunti degli studenti.

Si era anche trasferito dagli alloggi per studenti.

Quando ha emesso la sentenza, il giudice Laird ha detto di aver preso in considerazione che Ahmed era stato descritto come uno studente eccezionale e che sia lui che Choudhury erano di buon carattere.

Birmingham Mail ha riferito che Ahmed è stato condannato a sei anni e quattro mesi in un istituto per giovani autori di reato, mentre a Choudhury è stato concesso un periodo di detenzione di sei anni.

Dhiren è una laureata in giornalismo con la passione per i giochi, la visione di film e lo sport. Gli piace anche cucinare di tanto in tanto. Il suo motto è "Vivi la vita un giorno alla volta".



  • Novitá

    MOLTO ALTRO
  • DESIblitz.com vincitore dell'Asian Media Award 2013, 2015 e 2017
  • "Quotato"

  • Sondaggi

    Quale versione di "Dheere Dheere" è migliore?

    Guarda i risultati

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...