Gli studenti stranieri abusano del Graduate Visa Route?

Un rapporto ha esaminato se gli studenti stranieri stiano abusando del percorso del visto per laureati nel Regno Unito. Ma è proprio così?

Nessuna prova che gli studenti stranieri stiano abusando del percorso del visto per laureati f

"La nostra revisione suggerisce che il percorso di laurea rimanga così com'è"

Un rapporto afferma che la via del visto per laureati dovrebbe rimanere perché è fondamentale per finanziare le università britanniche e “non compromette la qualità e l’integrità” dell’istruzione superiore.

Il Comitato consultivo per l’immigrazione (MAC) ha esaminato se si stesse abusando del visto e se non fosse “spinto più dal desiderio di immigrazione”.

Ciò è avvenuto dopo che il ministro dell’Interno James Cleverly ha richiesto una revisione di emergenza nel marzo 2024.

Un visto per laureati consente agli studenti stranieri di rimanere nel Regno Unito fino a tre anni dopo aver completato un corso universitario nel Regno Unito. Possono presentare domanda come familiari a carico anche il coniuge e i figli.

In un rapporto, l’ex ministro dell’immigrazione Robert Jenrick aveva precedentemente chiesto l’abolizione del visto per laureati, sostenendo che “permetteva alle persone di venire a lavorare nella gig economy e con salari molto bassi”.

Leader universitari e industriali hanno espresso il timore che il percorso potrebbe essere interrotto o ridotto se il rapporto fosse stato negativo, con le università che segnalano una massiccia diminuzione dei candidati internazionali.

Ma il comitato ha affermato di non aver trovato “nessuna prova di abuso diffuso” del percorso di laurea.

Il rapporto afferma: “I rischi di abuso sono relativamente bassi a causa del numero limitato di condizioni imposte dal percorso”.

Si è inoltre scoperto che la via del visto aiuta le università ad espandere la varietà di corsi, compensando le perdite finanziarie derivanti dagli studenti e dalla ricerca nazionali, e sta “sostenendo la strategia educativa internazionale del governo”.

Nel 2023 sono stati concessi 114,000 visti per laureati ai richiedenti, con altri 30,000 per persone a carico.

Il rapporto afferma che gli studenti provenienti da India, Nigeria, Cina e Pakistan rappresentano il 70% di tutti i visti per laureati, con l’India che rappresenta oltre il 40%.

Il presidente del MAC, il professor Brian Bell, ha dichiarato:

“La nostra analisi raccomanda che il percorso di laurea rimanga così com'è e non stia minando la qualità e l'integrità del sistema di istruzione superiore del Regno Unito.

“Il percorso di laurea è una parte fondamentale dell’offerta che offriamo agli studenti internazionali per venire a studiare nel Regno Unito.

“Le tasse pagate da questi studenti aiutano le università a coprire le perdite che subiscono nell’insegnamento agli studenti britannici e nella ricerca.

“Senza questi studenti, molte università dovrebbero ridursi e si farebbe meno ricerca.

“Ciò evidenzia la complessa interazione tra la politica dell’immigrazione e la politica dell’istruzione superiore”.

Un portavoce del governo ha dichiarato: “Siamo impegnati ad attrarre i migliori e i più brillanti a studiare nelle nostre università di livello mondiale, prevenendo allo stesso tempo l’abuso del nostro sistema di immigrazione, motivo per cui il Ministro degli Interni ha commissionato una revisione indipendente del percorso dei laureati.

“Abbiamo già intrapreso azioni decisive per affrontare livelli insostenibili di migrazione e i nostri piani stanno funzionando, con un calo del 24% delle richieste di visto lungo le rotte principali nei primi tre mesi di quest’anno, rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

"Stiamo valutando attentamente i risultati della revisione e risponderemo in modo esaustivo a tempo debito."

In reazione al rapporto, Jenrick ha affermato che il percorso dei laureati "dovrebbe essere eliminato" e che il Regno Unito ha bisogno di "allentare urgentemente la crescente dipendenza del settore dagli studenti stranieri", definendo il percorso una "porta di servizio per gli studenti stranieri che vogliono svolgere lavori a basso salario... questo non attrae i migliori talenti”.

Ha detto che le conclusioni della revisione sono state “vincolate dai ristretti termini di riferimento deliberatamente stabiliti dal governo” per sostenere la loro Strategia Educativa Internazionale che include l'“obiettivo arbitrario” di attrarre 600,000 studenti stranieri all'anno.

Ha aggiunto:

"Se ordini la vernice bianca, riceverai una calce."

Il rapporto ha scoperto che la maggior parte delle persone che hanno richiesto il visto per laureati avevano completato corsi post-laurea, con la crescita più elevata di visti provenienti da corsi post-laurea di università non appartenenti al Gruppo Russell, che rappresentano il 66% di tutti i visti per laureati.

Dal 2021, la percentuale dei richiedenti principali di età superiore ai 25 anni è aumentata di 15 punti percentuali raggiungendo il 54% nel 2023.

Si è inoltre riscontrato che i titolari di visto per laureati sono inizialmente sovrarappresentati nei lavori meno retribuiti, ma le loro prospettive di lavoro e i loro salari migliorano nel tempo.

Tra i primi titolari di visto per laureati, circa la metà è passata a visti per lavoratori qualificati, principalmente a ruoli qualificati.



Dhiren è un redattore di notizie e contenuti che ama tutto ciò che riguarda il calcio. Ha anche una passione per i giochi e la visione di film. Il suo motto è "Vivi la vita un giorno alla volta".




  • Cosa c'è di nuovo

    ALTRO

    "Quotato"

  • Sondaggi

    Qual è il film di Bollywood più deludente del 2017?

    Guarda i risultati

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...