Amir Khan sfida qualsiasi pugile in India a batterlo!

Al confine con il Pakistan Wagah, Amir Khan sfida qualsiasi pugile indiano a batterlo. Amir si è anche messo in una posizione imbarazzante quando gli è stato chiesto di Faryal.

Amir Khan sfida qualsiasi pugile in India a batterlo f

"Quindi sono pronto. Nessun pugile in India mi batterà."

Durante un viaggio al confine di Wagah in Pakistan, l'eroe britannico di boxe Amir Khan sfida i pugili indiani, incluso Vijender Singh, a batterlo sul ring.

Non estraneo al Pakistan e alle polemiche, il pugile di Bolton è stato anche messo in una situazione imbarazzante da un giornalista locale.

Nonostante la moglie Faryal Makhdoom e padre Shah Khan essendo presente con lui, gli è stato chiesto dei problemi che circondano il suo matrimonio e molto altro ancora.

Amir, che ha radici familiari in Pakistan, visita regolarmente il paese per aiutare a migliorare la vita di persone e comunità. L'ex medaglia d'argento olimpica ha anche molti amici pakistani del mondo dello sport, della musica e dello spettacolo.

Lunedì 29 ottobre 2019, Khan ha fatto visita al Confine Wagha vicino all'India con sua moglie Faryal e papà Shah.

Amir che si è divertito al confine ha pubblicato un'immagine su Instagram con tutti i sorrisi. Accanto all'immagine, ha scritto:

“Siamo stati benissimo al Wagha Boarder con @faryalmakhdoom@ishfaq_farooq e mio padre. Che esperienza. Grazie ai ranger pakistani e al controllo del confine #Lahore #waghaborder. "

Amir Khan sfida qualsiasi pugile in India a batterlo! - rangers amir

Dopo la visita, lo sportivo multimilionario ha parlato alla stampa rispondendo a molte cose, comprese questioni controverse.

Diamo un'occhiata ai principali punti di discussione, mentre Khan si rivolgeva ai media in un urdu e in un inglese stentato:

Pakistan Boxing Academy a Lahore

Il pugile vuole aprire un'accademia a Lahore, avendo fondato l'Accademia di boxe di Islamabad nell'agosto 2016.

Amir afferma di essere stato promesso dall'ex primo ministro di costruire un'accademia per lui nella città storica.

Ma questo non ha dato frutti, con un nuovo governo in atto. Su questo aggiunge dicendo:

“Posso solo fare quello che posso. Sono seduto nel Regno Unito e mi alleno in America. Ogni volta che vengo qui [Pakistan], cerco di usare il mio tempo per aiutare quante più persone possibile

"Ma è molto difficile perché la politica sta cambiando, i partiti stanno cambiando".

Creazione di un campione di boxe

Khan vuole che il Pakistan produca più campioni di boxe. Per fare questo, ha in programma di iniziare un campionato di boxe nel paese, possibilmente sulla falsariga di un campionato simile in India.

Nel giugno 2018, Amir ha lanciato il Super Boxe League a Karachi con l'imprenditore indo-britannico Bill Dosanjh. Essendo ottimista per il Pakistan e facendo luce sul progetto del campionato di boxe nel paese, Khan afferma:

“Voglio il meglio per il Pakistan. Qualunque cosa posso fare. Questo è il motivo per cui sto iniziando un campionato di boxe in Pakistan.

“Così possiamo produrre campioni. E il campionato di boxe inizierà nel 2019, marzo ".

Influenza di Imran Khan sullo sport

Con il Primo Ministro Imran Khan provenendo da un background sportivo, Amir spera che l'ex leggenda del cricket possa svolgere un ruolo importante per promuovere la boxe in Pakistan.

Quando un giornalista gli ha chiesto quale messaggio vorrebbe inviare a Imran sul talento di boxe nel paese, Khan ha risposto positivamente:

“Il mio sogno è sempre stato quello di trasformare un pugile del Pakistan in un olimpionico e campione del mondo. Imran è anche un giocatore di cricket campione del mondo.

“E credo davvero che sappia quanto sia difficile diventare un campione. Abbiamo bisogno che questo paese sia dietro i combattenti. Ecco perché sento che Imran è il miglior Primo Ministro del nostro paese per portare avanti lo sport ".

Amir Khan sfida qualsiasi pugile in India a batterlo! - amir faryal padre

Domanda sulla vita familiare

La stampa ha quindi iniziato a riscaldare il discorso con Amir. Facendo una domanda, un giornalista ha commentato che sebbene Khan sembrasse soddisfatto di Makhdoom, i media britannici non si sono trattenuti con tutte le dramma influenzando il suo matrimonio.

Amir si spense rapidamente e disse: "Va tutto bene". All'improvviso Amir, colto leggermente alla sprovvista dalla domanda imbarazzante, iniziò a grattarsi la barba, usando entrambe le mani.

In risposta a una domanda sul fatto che questo fosse pianificato, un Khan disturbato e disagio ha aggiunto:

“Nella vita, abbiamo tutti alti e bassi. Alcuni ne vinciamo, altri ne perdiamo. Siamo felici della vita. La vita è bella, la vita familiare è buona, la famiglia è buona.

"Sono felice di essere in questa posizione in cui sono un combattente sul ring. Ma fuori dal ring, sono un marito amorevole ".

L'aspetto interessante è che Faryal in piedi vicino ride verso la fine della sua risposta. Ma insieme a suo padre, è schietta sulla domanda, mentre Amir risponde.

Sfida per i pugili indiani

Il pugno finale è arrivato proprio alla fine da Khan. In piedi molto vicino al confine indiano, Amir ha lanciato una sfida aperta ai pugili indiani per cercare di sconfiggerlo. Probabilmente l'ha detto sapendo che nessuno del paese vicino avrebbe potuto picchiarlo.

In risposta a una domanda sulla sfida lanciata da India's Vijender Singh, Amir si è affrettato a respingere il suo avversario:

“Mi ha sfidato, ma non vuole combattermi. Ha detto che combatterà Amir, ma quando si tratta di firmare la linea tratteggiata e facciamo l'accordo, non ha fatto nulla.

“Quindi sono pronto. Nessun pugile in India mi batterà. Oggi sono qui al confine e nessuno in India mi batterà mai ".

Guarda Amir Khan che si rivolge ai media a Lahore:

Con la fine del discorso sui media, Faryal può essere vista masticare e scattare foto usando il suo telefono.

Alla fine, ad Amir viene regalato un piccolo souvenir dall'esercito pakistano. Descrive il gesto come "straordinario".

Anche se il discorso ai media a Lahore è durato appena 3 minuti, ne sono venuti fuori molti punti interessanti. Senza dimenticare la sua sfida aperta ai pugili indiani per combatterlo e batterlo.

Durante questo incontro con i media, Amir è passato da casuale a serio, prima di concludere il discorso con alcune battute troppo sicure di sé.

Faisal ha un'esperienza creativa nella fusione di media e comunicazione e ricerca che aumentano la consapevolezza delle questioni globali nelle società postbelliche, emergenti e democratiche. Il suo motto di vita è: "perseverare, perché il successo è vicino ..."

Immagine per gentile concessione di Amir Khan Instagram.




Cosa c'è di nuovo

ALTRO

"Quotato"

  • Sondaggi

    Quale di questi sei?

    Guarda i risultati

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...