Adeel Akhtar parla della rappresentanza asiatica britannica in film e TV

Dopo la sua storica vittoria ai BAFTA come miglior attore televisivo e il recente ruolo in The Big Sick, DESIblitz discute della rappresentanza asiatica britannica nei media con Adeel Akhtar.

Adeel Akhtar e British Asian Representation in Film & TV

"C'è molto lavoro da fare, ma sono davvero incoraggiato a vedere dove siamo".

La rappresentanza nei media è stata una preoccupazione costante per molti attori etnici nel corso degli anni. E l'attore pluripremiato Adeel Akhtar non fa eccezione.

L'ultimo ruolo del britannico-asiatico lo vede nella commedia romantica non convenzionale di Kumail Nanjiani, Il grande malato. Segue la sua storica vittoria ai BAFTA per la BBC 3 Assassinato da mio padre.

Akhtar è il primo attore non bianco a ricevere un premio televisivo BAFTA come miglior attore. Sebbene il suo ruolo in Utopia precedentemente gli è valso una nomination come miglior attore non protagonista da BAFTA e The Royal Television Society, Adeel è uno dei pochi attori asiatici nel Regno Unito a ottenere riconoscimenti per il suo lavoro. Questo nonostante così tanti giovani e freschi talenti emergono sulla scena.

Adeel Akhtar ha iniziato a lavorare come attore nel 2006 dopo essersi formato presso la Actors Studio Drama School di New York. In un'intervista speciale con DESIblitz, Adeel ammette che la sua decisione di diventare un attore è stata difficile da prendere:

"Non ho visto nessuno che mi somigliasse o che mi riflettesse nel modo in cui volevo [...] Quindi, per molto tempo è stato davvero difficile per molte persone, come le minoranze nere, asiatiche ed etniche."

Primi rappresentanti dei media asiatici britannici

Chiaramente una mancanza di rappresentanza asiatica britannica nei film e in TV può scoraggiare qualsiasi aspirante attore che cerchi di farcela nel mondo della recitazione. Ma le questioni non si limitano solo ai ruoli, ma anche alla programmazione etnica.

In TV, il primo programma di ispirazione asiatica è stato BBC All'accesso Se Miliye, in onda il 10 ottobre 1965.

In seguito, sia la radio che la TV hanno affrontato le mutevoli esigenze degli asiatici britannici per la fine degli anni '80 e '90 fino alla chiusura dell'Asian Programs Unit nel 2008. Di conseguenza, i telespettatori hanno perso un aiuto essenziale per garantire una sufficiente rappresentanza dei media asiatici britannici.

Mentre cresceva nell'ultima parte di questo periodo, Adeel Akhtar commenta:

"Di tanto in tanto hai delle cose davvero buone in TV, parlando dell'esperienza asiatica e di essere un asiatico britannico [ma] erano poche e lontane tra loro."

Un esempio è l'elemento base della moderna cultura asiatica britannica, Bontà Gracious Me. Ha aumentato la consapevolezza delle preoccupazioni nella comunità asiatica britannica ed è ancora una pietra di paragone culturale. Ancora più importante, si distingue anche dalla programmazione odierna mostrando la diversità degli asiatici britannici.

Rappresentanza asiatica britannica in film e TV oggi

Di Adeel Akhtar Four Lions il personaggio Faisal può essere senza cervello, ma alla fine è accattivante. In quanto commedia nera, le disavventure del suo gruppo di aspiranti estremisti rivelano alcune verità più oscure.

Mentre Bontà Gracious Me guarda all'assimilazione per gli immigrati di prima generazione, Four Lions parla ai loro figli ancora emarginati.

La perdita di iniziative come l'unità asiatica della BBC o Gender della BBC e divario retributivo BAME rappresentano questioni significative dietro le quinte. Tuttavia, ci sono problemi sullo schermo che influenzano la rappresentanza asiatica britannica di oggi.

Meera Syal of Bontà Gracious Me preoccupazioni di drammi come quello della BBC Tre ragazze. Pur volendo riconoscere problemi come lo scandalo degli abusi di Rochdale, lo scrittore e l'attrice sottolinea il problema della limitata rappresentanza dei media asiatici britannici.

Dopotutto, la programmazione asiatica britannica è stata trasferita dai principali canali BBC alla BBC 3 esclusivamente online.

Assassinato da mio padre

BBC 3 ha fatto bene ad affrontare parte dell'esperienza asiatica britannica, ad esempio il suo problema di delitti d'onore. In effetti, la premiata performance di Adeel Akhtar in Assassinato da mio padre apre un dialogo cruciale su questo problema.

Descrive la gravità dell'omicidio basato sull'onore in un modo molto sensibile e realistico. Shahzad è un padre e vedovo amorevole e laborioso che uccide sua figlia sotto le pressioni della comunità. Quando discute la sua interpretazione di questo personaggio multidimensionale, Adeel Akhtar ci spiega il suo processo come:

“Quasi avvicinandomi con la coreografia dei battiti che devi colpire, i battiti emotivi.

“Guardi un copione e vedi che deve esserci un punto in cui hai il tuo primo tipo di esplosione di rabbia. Poi hai il vero sfogo proprio alla fine, l'orribile atto di me che soffoca mia figlia. Quindi, all'inizio, hai una vera interazione amorevole tra me e mia figlia.

“Devi solo segnare i battiti che devi battere e poi prenderli battito per battito davvero - ti avvicini quasi come una danza coreografata. Vai e basta: so che devo arrivare a quel punto, ma cosa avrebbe senso per me arrivare a quel punto?

"Al contrario di provare ogni sensazione che dovresti in quella storia perché sarebbe troppo stancante e ti farebbe impazzire un po ', credo."

Infine, un attore non bianco, Adeel Akhtar vince un BAFTA TV Award

Questo è ovvio nello spettacolo in quanto descrive una storia avvincente e straziante per tutto il pubblico. Tuttavia, questo non si rivela uguale alla rappresentanza dei media asiatici britannici, nonostante il successo dello spettacolo. Come sottolinea Adeel Akhtar, la mancanza di rappresentanza dei media asiatici britannici oscura il privilegio di vincere un premio televisivo BAFTA:

“Mi rende un po 'silenzioso pensare che sia successo, che non c'è stato nessuno di colore in sessantacinque anni dispari per ricevere un BAFTA. Ma sono davvero entusiasta di usarlo e cerco di pensare a tutti i motivi per cui ho iniziato a recitare e perché faccio le cose che faccio ".

"Il fatto di essere stato il primo asiatico a vincere un BAFTA è una sensazione incredibile, ma con questo, mi piacerebbe lavorarci fino a un punto in cui non diventa davvero un problema, diventa che qualcuno mi vede come un attore."

Il programma affronta l'importante argomento dei delitti d'onore con sfumature. Tuttavia, Assassinato da mio padre potrebbe aggiungere preoccupazioni come quella di Meera Syal. Il suo argomento continua le narrazioni limitanti tipiche per gli attori asiatici britannici, quindi forse ancora definendoli dalla loro etnia.

Tuttavia, quando si discute di ruoli futuri, Adeel Akhtar dà la priorità alla storia:

“Mi piacerebbe assumere il tipo di ruolo in cui penso di poter fare la storia nel suo insieme, giustizia e una storia che ritengo valga la pena raccontare. Può presentarsi in qualsiasi forma, in un cortometraggio, un lungometraggio, un po 'di teatro, commedia, dramma, qualsiasi cosa, una serie web. Solo qualcosa che vale la pena raccontare e mi sento come se potessi rendergli giustizia ".

Il grande malato

Adeel Akhtar parla del suo ultimo ruolo a Hollywood in The Big Sick

Il grande malato riesce ad offrire questo al suo cast. Più chiaramente, rompe con le convenzioni delle commedie romantiche con Kumail Nanjiani come protagonista romantico. Il ruolo di Adeel Akhtar nei panni del fratello di Nanjiani, Naveed, ottiene questo risultato in modo più sottile.

Vestito con la sua maglia tutta americana dei Chicago Cubs, Adeel Akhtar intrattiene il pubblico litigando con Nanjiani sui loro valori culturali. Ma piuttosto che schierarsi completamente con i genitori di Nanjiani, offre la sua esperienza e dimostra il legame del fratello con il suo sostegno.

Guarda il trailer di Il grande malato qui:

video
riempimento a tutto tondo

Ma Akhtar e Nanjiani non sono i soli a vincere ruoli più complessi. Adeel Akhtar esprime la sua eccitazione per il successo di Riz Ahmed, Dev Patel e Aziz Ansari, prima di aggiungere:

“Se avessimo parlato tre anni fa, anche quattro anni fa, sarebbe stata una conversazione folle l'uno con l'altro su una nomination all'Oscar, una vittoria ai BAFTA da parte mia e una commedia mainstream. C'è molto lavoro da fare, ma sono davvero incoraggiato a vedere dove siamo ".

A seguito di questi commenti, l'annuncio della Nomination agli Emmy promettentemente inclusi Riz Ahmed e Aziz Ansari. Ma forse stiamo confondendo il nostro facile accesso a media americani sempre più diversificati per il miglioramento sui nostri schermi. Il trionfo degli attori asiatici britannici in America evidenzia la mancanza di opportunità nel Regno Unito.

Attori asiatici britannici negli Stati Uniti

La co-star di Adeel Akhtar di Four Lions, Riz Ahmed, ha trovato un migliore riconoscimento negli Stati Uniti. Ha ottenuto una varietà di ruoli con il thriller Nightcrawler, il dramma criminale Il Night Of, il film d'azione Jason Bourne e la fantascienza / fantasy Star Wars prequel, Rogue One: A Star Wars Story. Ancora più importante, questi ruoli non si sono concentrati sull'etnia.

Invece fanno eco a principi importanti per Akhtar. Considerando le performance che gli hanno fatto desiderare di diventare un attore in primo luogo, osserva:

"Penso che quando guardo una buona performance, chiunque sia, qualunque sia il colore della persona, qualunque sia l'etnia, l'orientamento sessuale che sono, sei semplicemente sopraffatto da come, quando qualcuno è davvero bravo in quello che fa, ti fanno dimenticare quelle cose perché esprimono una verità dietro la loro performance. "

Adeel Akhtar ha migliorato la rappresentazione asiatica britannica con personaggi memorabili in Four Lions o della BBC The Night Manager. Tuttavia, la sua carriera potrebbe ancora mostrare questa disuguaglianza tra Stati Uniti e Regno Unito.

Il suo grande budget fa sfogliare le apparizioni Il dittatore o l'imminente Victoria e Abdul sono state collaborazioni britannico-americane. Poi nella BBC Capitale, interpreta Ahmed, il proprietario di un negozio all'angolo con una persona cara sospettata di legami con il terrorismo. In confronto, interpreta il ruolo di Pan's Smee all'estero e apparirà nella sitcom soprannaturale degli Stati Uniti, Ghosted.

D'altra parte, l'attore britannico Dev Patel forse evita questa trappola. I primi ruoli in Skins e The Millionaire lo hanno portato in tutto il mondo con l'Australia Leone o il dramma politico americano, La Sala stampa. Eppure Patel continua a lavorare su produzioni britanniche simili Il miglior hotel Marigold e L'uomo che conosceva l'infinito. Ma ancora una volta, questi personaggi sono esplicitamente indiani e rappresentano l '"altro" o l'esotico.

Non dovremmo nemmeno dimenticare le nostre attrici britanniche. Archie Panjabi è diventato un nome familiare con i film iconici di Sognando Beckham e L'Est è l'Est. Ora, il suo ruolo rivoluzionario come Kalinda Sharma in The Good Wife ha conquistato il pubblico americano e premiato gli spettacoli.

Qui non solo ha migliorato la rappresentazione dei media asiatici britannici per il pubblico globale dello spettacolo, ma per la comunità LGBT. Il suo personaggio è unico come personaggio femminile multidimensionale ed evita i comuni stereotipi di bisessualità.

Il futuro della rappresentanza asiatica britannica

Riz Ahmed è tornato con un avatar britannico in City of Tiny Lights

La rappresentazione degli attori asiatici negli Stati Uniti è tutt'altro che perfetta, ovviamente. Tuttavia, la comprovata bancabilità delle star asiatiche britanniche può migliorare la diversità sui nostri canali britannici.

Già, film come quello di Riz Ahmed Città di piccole luci potrebbe segnare l'inizio di questo cambiamento. Ahmed torna a Londra per un noir moderno che riflette la città multiculturale. Mentre si occupa di fondamentalismo, affronta anche i temi del commercio, della corruzione e, soprattutto, delle connessioni emotive.

Allo stesso modo, Adeel Akhtar apparirà nella prossima commedia britannica, Nuotare con gli uomini, su una squadra di nuoto amatoriale di mezza età tutta maschile. Dai primi sguardi, forse possiamo condividere l'ottimismo di Akhtar sul futuro della rappresentazione dei media asiatici britannici:

“Penso che abbiamo fatto molta strada e fatto davvero bene per aver ottenuto tutte le cose che abbiamo ottenuto. Mi sento molto entusiasta del futuro in questo senso, ma c'è ancora molto lavoro che dobbiamo fare ".

Negli ultimi anni abbiamo assistito a una maggiore visibilità di brillanti talenti asiatici britannici. Infine, grandi attori come Archie Panjabi, Riz Ahmed, Dev Patel e Adeel Akhtar hanno trovato ruoli degni della loro abilità.

Gli Stati Uniti potrebbero godere dei loro talenti in questo momento, ma DESIblitz non vede l'ora di vedere come i nostri schermi britannici cambieranno in risposta.

L'ultimo film di Adeel Akhtar, Il grande malato, è nei cinema ora.



Laureato in inglese e francese, Daljinder ama viaggiare, girovagare per i musei con le cuffie e farsi troppo investire in uno spettacolo televisivo. Ama la poesia di Rupi Kaur: "Se sei nato con la debolezza di cadere, sei nato con la forza di rialzarti".

Immagini per gentile concessione di BBC, Studio Canal, Jonathan Olley, Lucas Films, AP, Justin Stephens e CBS




Cosa c'è di nuovo

ALTRO

"Quotato"

  • Sondaggi

    Faresti un test STI?

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...