Abhay Deol dichiara il proprio film "Raanjhanaa" come Regressivo

L'attore di Bollywood Abhay Deol si è rivolto ai social media per criticare il suo film "Raanjhanaa", definendolo regressivo.

Abhay Deol denuncia il proprio film "Raanjhanaa" come Regressive f

"come si diventa responsabili del modo in cui affrontano quel rifiuto?"

L'attore di Bollywood Abhay Deol ha criticato il suo film Raanjhanaa per il suo messaggio regressivo.

Ultimamente, l'attore ha espresso le sue opinioni sull'industria, sui premi e su come tutto funzioni a causa delle pressioni.

Ora ha criticato il suo film del 2013 Raanjhanaa diretto da Aanand L Rai e interpretato da Dhanush e Sonam Kapoor Ahuja.

Abhay ha condiviso un lungo messaggio scritto da un utente di social media che ha affermato che il film è regressivo.

L'utente ha parlato della scena in cui una ragazza viene incolpata per non aver ricambiato i sentimenti nello stesso modo in cui l'uomo fa per lei.

Nel film, Abhay ha interpretato Jasjeet, il fidanzato di Sonam che lei mente alla sua famiglia, nascondendo il fatto che lui è punjabi.

Per tutto il film, il personaggio di Dhanush ha un amore unilaterale per Sonam e in una scena minaccia di tagliargli il polso se lei non ricambia i sentimenti per lui.

L'utente del social media ha spiegato: “Questa scena però sembra reale. Uomini che amano la stessa donna, o combattono per lei o legano per il loro reciproco tradimento.

“Abbiamo tutti sentito e forse anche detto cose come 'Il suo amore lo ha reso un Devdas'.

“Ci sono così tante persone che affrontano il crepacuore e non diventano autodistruttive.

“Se rifiuti qualcuno, perché o come diventi responsabile del modo in cui tratta il rifiuto? Il modo in cui una persona affronta un crepacuore parla meno della persona che non poteva ricambiarla o anche di quanto profondamente si sentisse per quella persona e più di ciò di cui è composto quell'individuo con il cuore spezzato. "

Sul personaggio di Abhay, ha aggiunto: "Jasjeet siede accanto a un uomo che ha inseguito la sua ragazza per così tanto tempo, ha minacciato di tagliarle il polso se non ricambia, ha sabotato il loro matrimonio, lo ha quasi ucciso e lui molto convenientemente dà la colpa a tutti. sulla donna che afferma di amare.

“Qual è stata la colpa di Zoya? Sì, ha fatto un piano molto stupido per fingere la religione del suo ragazzo, ma Jasjeet non ha accettato di accettarlo?

"Sì, avrebbe potuto essere più schietta riguardo al suo rifiuto a Kundan, ma quando fin dall'inizio è stato premuroso o rispettoso del suo consenso?"

Ciò ha spinto Abhay Deol a condividere il messaggio ea criticare il film, dicendo che glorifica le molestie sessuali.

Ha detto: “Una visione così chiara e valida di @ oldschoolrebel9 riguardo al film Raanjhanaa.

“La storia non guarderà bene questo film per il suo messaggio regressivo. È stato un tema a Bollywood per decenni, dove un ragazzo può (e dovrebbe), perseguire una ragazza fino a quando non cede.

“Solo al cinema lo fa volontariamente. In realtà, abbiamo visto più e più volte che porta a violenze sessuali di qualche tipo ".

“Glorificarlo sullo schermo porta solo a incolpare la vittima, come lo spiega in modo così brillante @ oldschoolrebel9.

"Per favore, prenditi del tempo per leggere le sue osservazioni nelle foto sopra."

Molti dei seguaci di Abhay hanno elogiato l'attore per la sua opinione e alcuni hanno criticato i registi per aver glorificato le molestie sessuali nei loro film.

Dhiren è una laureata in giornalismo con la passione per i giochi, la visione di film e lo sport. Gli piace anche cucinare di tanto in tanto. Il suo motto è "Vivi la vita un giorno alla volta".