Gli 8 miliardari indiani più giovani che cambiano business

Ci immergiamo nei miliardari più giovani dell'India che stanno rimodellando molteplici settori e ridefinendo il successo con innovazione e talento.

Gli 8 miliardari indiani più giovani che cambiano business

Ora è la più grande banca digitale della nazione

Nel cuore pulsante dell’economia indiana, un gruppo di giovani miliardari sta rivoluzionando interi settori.

Queste persone straordinarie si distinguono come luci di creatività e perseveranza in questo colorato mondo dell'impresa, raggiungendo la vetta della ricchezza e del potere.

Questi leader aziendali innovativi stanno creando enormi ricchezze per se stessi.

Dai settori tecnologici in rapido sviluppo al fascino intramontabile dell’artigianato tradizionale, stanno apportando cambiamenti significativi al modo in cui le aziende vengono gestite.

Unisciti a noi mentre esploriamo le vite affascinanti e gli effetti profondi dei miliardari più giovani dell'India.

Perla Kapur

Gli 8 miliardari indiani più giovani che cambiano business

Pearl Kapur, co-fondatrice e CEO della startup di sicurezza informatica Web3 Zyber 365, è stata riconosciuta come la miliardaria più giovane dell'India.

A 27 anni, Kapur attribuisce la sua ricchezza alla sua partecipazione del 90% in Zyber 365, che ha raggiunto lo status di unicorno in soli tre mesi.

Nel frattempo, Mukesh Ambani, presidente di Reliance Industries, mantiene la sua posizione di individuo più ricco dell’India e l’undicesimo più ricco a livello globale, vantando un patrimonio netto di 11 miliardi di dollari.

Zyber 365 è stato lanciato da Kapur nel maggio 2023.

La società, con sede a Londra, opera da Ahmedabad, Gujarat, come da The Economic Times.

Secondo il rapporto, Zyber 365 offre un sistema operativo decentralizzato e cyber-sicuro, dando priorità ai principi di sostenibilità ambientale.

Patrimonio netto: 1.2 miliardi di dollari.

Nikhil Kamath

Gli 8 miliardari indiani più giovani che cambiano business

Il 37enne Nikhil Kamath, insieme a suo fratello Nithin Kamath, ha co-fondato Zerodha, una società di intermediazione di sconti con sede a Bangalore, nel 2010.

Zerodha ha rapidamente rivoluzionato il panorama del settore dell’intermediazione indiano.

Oltre a Zerodha, supervisionano Rainmatter, un fondo di venture capital e True Beacon, una società di gestione degli investimenti che si rivolge a investitori con un patrimonio netto elevatissimo attraverso un modello a commissione zero.

Nikhil Kamath ha raggiunto lo status di miliardario nel 2021.

Ciò ha coinciso con la valutazione di Zerodha che ha superato il miliardo di dollari, rendendolo così uno dei più giovani miliardari self-made dell'India.

I suoi notevoli risultati sono attribuiti alla straordinaria traiettoria di crescita di Zerodha.

Patrimonio netto: 1.1 miliardi di dollari. 

Binni Bansal 

Gli 8 miliardari indiani più giovani che cambiano business

Binny Bansal, un imprenditore indiano, è noto come co-fondatore di Flipkart, uno dei principali colossi dell'e-commerce in India.

Collaborando con il suo amico Sachin Bansal (non imparentato), hanno fondato Flipkart nel 2007.

Inizialmente, Flipkart ha iniziato il suo viaggio come libreria online, ma ha rapidamente diversificato la sua offerta per evolversi in una piattaforma di e-commerce completa.

Bansal è salito allo status di miliardario nel 2015, in coincidenza con Flipkart di valutazione che supera i 10 miliardi di dollari.

In un accordo storico nel 2018, Walmart ha acquisito una sostanziale quota del 77% in Flipkart per l’incredibile cifra di 16 miliardi di dollari, segnando una delle transazioni più significative nella storia dell’azienda Internet in quel momento.

Nel luglio 2023, Bansal ha concluso un accordo con Walmart, vendendo la sua rimanente partecipazione dell'1.8% in Flipkart, che secondo quanto riferito ha valutato la società a 35 miliardi di dollari.

In particolare, è attivamente impegnato come investitore principale nella società di venture capital 021 Capital, concentrandosi su investimenti in biotecnologie, agrotecnologia e startup legate a Internet.

Patrimonio netto: 1.4 miliardi di dollari.

Sachin Bansal

Gli 8 miliardari indiani più giovani che cambiano business

Sachin Bansal, 42 anni, co-fondatore del colosso dell'e-commerce Flipkart, ha unito le forze in questa impresa imprenditoriale con un umile investimento iniziale di $ 6,000.

Flipkart si espanse rapidamente, trasformandosi in un mercato online completo.

In seguito all'acquisizione da parte di Walmart di una partecipazione del 77% in Flipkart, Bansal ha deciso di incassare, cedendo la sua quota di minoranza per 1 miliardo di dollari.

Inoltre, la sua impresa privata, Navi Technologies, che fornisce una gamma di prodotti finanziari su misura per i clienti della classe media, ha presentato una bozza di prospetto di falsa pista in previsione di una proposta di IPO.

Patrimonio netto: 1.3 miliardi di dollari.

Nithin Kamath 

Gli 8 miliardari indiani più giovani che cambiano business

Nithin è il co-fondatore di Zerodha che ha rapidamente sconvolto il mercato di intermediazione indiano.

Con sede a Bangalore, Zerodha vanta una clientela di 10 milioni, affermandosi come una delle più grandi società di brokeraggio della nazione.

Inoltre, il loro fondo di venture capital e incubatore, Rainmatter, si concentra sugli investimenti in società fintech e iniziative che promuovono l’inclusione finanziaria.

Il nome Zerodha fonde ingegnosamente "zero" con la parola sanscrita "rodha", che significa barriera.

Patrimonio netto: 2.7 miliardi di dollari.

Vijay Shekhar Sharma 

Gli 8 miliardari indiani più giovani che cambiano business

Il creatore e CEO di One97 Communications, insieme al suo marchio di consumo Paytm, è Vijay Shekhar Sharma.

Fervente sostenitore della tecnologia all'avanguardia, ha rapidamente trasformato Paytm.

Ora è la più grande società di servizi finanziari in India focalizzata solo sui dispositivi mobili.

Ha fondato la Paytm Payments Bank nel 2019 per fornire servizi bancari e finanziari a 500 milioni di consumatori indiani svantaggiati e non serviti.

Ora è la più grande banca digitale della nazione.

Patrimonio netto: 1.1 miliardi di dollari.

Shamsheer Vayalil 

Gli 8 miliardari indiani più giovani che cambiano business

Shamsheer Vayalil, un illustre imprenditore indiano, è noto come fondatore e presidente di Burjeel Holdings, una rete sanitaria che comprende ospedali, cliniche e farmacie.

Proveniente da una famiglia orientata agli affari nello stato del Kerala, in India, Vayalil inizialmente ha intrapreso gli studi di medicina.

Dopo aver completato gli studi, si è trasferito in Medio Oriente per far avanzare la sua carriera.

Sotto l'astuta guida di Vayalil, la Burjeel Holdings è fiorita, espandendosi fino a comprendere 16 ospedali e 24 centri medici.

Nell'ottobre 2022, Burjeel Holdings ha subito un'offerta pubblica iniziale, aumentando in modo significativo il patrimonio netto di Shamsheer Vayalil.

L'azienda ha arruolato strategicamente la superstar di Bollywood Shah Rukh Khan come ambasciatore del marchio per amplificare la sua visibilità e reputazione.

Patrimonio netto: 4 miliardi di dollari.

Ravi Modi 

Gli 8 miliardari indiani più giovani che cambiano business

Nel 2002, Ravi Modi ha fondato Vedant Fashions a Calcutta, chiamandolo in onore del suo unico figlio.

L'azienda è specializzata nella produzione di indumenti tradizionali indiani, con il suo rinomato marchio Manyavar che si rivolge principalmente al mercato indiano dei matrimoni.

Offre una vasta gamma di kurta, giacche, lehengas, sari e abiti.

All'interno dell'azienda, la moglie di Modi, Shilpi, ricopre un posto nel consiglio di amministrazione, mentre il figlio, Vedant, ricopre il ruolo di chief marketing officer.

Vedant Fashions si è espanso in modo significativo sin dal suo inizio, vantando 662 negozi in 248 città dell'India e 16 punti vendita internazionali.

Nel maggio 2023, Modi ha ceduto il 10% della sua partecipazione per aumentare la partecipazione pubblica della società al 25%, in conformità con le normative stabilite dall'autorità di regolamentazione del mercato azionario.

Patrimonio netto: 2.6 miliardi di dollari.

Le storie di questi giovani miliardari indiani sono potenti esempi della forza della visione, della tenacia e dell'audacia nel complesso mosaico dell'ambiente imprenditoriale indiano.

La loro rapida ascesa da origini modeste ad altitudini elevate mette in luce il potenziale illimitato e la vitalità innata dell'ambiente aziendale indiano.

La loro lunga eredità fungerà da emblema duraturo di ispirazione e desiderio per le generazioni future mentre continuano ad aprire nuove strade.



Balraj è un vivace laureato in scrittura creativa. Ama le discussioni aperte e le sue passioni sono il fitness, la musica, la moda e la poesia. Una delle sue citazioni preferite è "Un giorno o un giorno. Tu decidi."

Immagini per gentile concessione di Instagram e Forbes.






  • Cosa c'è di nuovo

    ALTRO

    "Quotato"

  • Sondaggi

    Sei d'accordo con l'abolizione dei diritti dei gay in India?

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...