8 artiste di strada indiane che stanno prendendo il sopravvento

Esplora le vivaci narrazioni di queste artiste di strada che stanno trasformando i paesaggi urbani e dando forma al cambiamento sociale.

8 artiste indiane che conquistano le strade

Trasmettono messaggi incisivi che hanno risonanza

Intraprendi un viaggio visivo attraverso il mondo dell'arte visiva con alcuni dei più straordinari artisti di strada indiani.

Dalle affollate strade di Chennai al crogiolo culturale di Berlino, queste donne stanno superando i confini con la loro genialità artistica.

Ciò è particolarmente evidente nella sinfonia di colori ed espressioni che adornano le strade dell'India.

Qui, alcuni artisti contribuiscono con note uniche, creando capolavori che riflettono la diversità, la resilienza e la creatività della nazione.

Tuttavia, alcune altre donne indiane stanno trasformando i paesaggi urbani in tele su scala internazionale. 

Pertanto, è giusto esplorare questi artisti di strada all'avanguardia e immergersi nei loro talenti rivoluzionari. 

Poornima Sukumar

8 artiste indiane che conquistano le strade

Poornima Sukumaris è il visionario dietro il trasformativo Aravani Art Project con sede a Bangalore.

Questa artista affermata ha conseguito una laurea in pittura presso Chitrakala Parishad a Bangalore, dimostrando la sua dedizione all'artigianato.

I suoi sforzi artistici si estendono oltre i confini: ha prestato il suo talento a progetti internazionali di wall art, guadagnandosi il riconoscimento sulla scena globale.

Nel luglio 2016, Poornima ha ricevuto un prestigioso invito a presentare l'Aravani Art Project al Global Youth Forum.

Qui, è stata relatrice per una discussione LGBTQIA+ ospitata dalla Banca Mondiale a Washington DC.

La sua difesa e abilità artistica convergono in questa iniziativa che riunisce artisti e civili attraverso lo spettro di genere.

In qualità di muralista, artista comunitario e illustratore, Poornima utilizza la pittura murale come potente strumento per il coinvolgimento della comunità.

Il progetto artistico Aravani funge da faro di inclusività, fornendo un rifugio alle persone LGBTQ+ per esprimersi attraverso l'arte.

L'iniziativa ha completato oltre 20 progetti in aree a luci rosse, ghetti e baraccopoli in circa 30 città indiane.

Il portfolio di Poornima vanta diversi progetti, dal dipingere una biblioteca con bambini raccoglitori di stracci alla collaborazione con le figlie delle prostitute di Mumbai.

In Nepal, ha dipinto un muro con bambini orfani a causa del terremoto del 2015, dimostrando l’impatto universale della sua arte.

Una relatrice TEDx, Poornima, insieme a Shanthi Sonu, estende il suo sostegno attraverso seminari di sensibilizzazione e sensibilizzazione alle aziende di tutta l'India.

Anpu Varkey

8 artiste indiane che conquistano le strade

Anpu, colorista appassionata, traduce la sua visione artistica in vibranti astrazioni all'interno di forme rappresentative.

I suoi dipinti, che abbracciano ritratti, situazioni, ambienti, fantasie e murali, abitano uno spazio unico che bilancia sfumature morbose con un'aura serena.

Per oltre 10 anni si è immersa nel mondo dell'arte, esprimendo l'impegno a dipingere fino al suo ultimo respiro.

Influenzato da elementi come nuvole, paesaggi aridi, altezze e dal concetto di viaggio nel tempo, Anpu trasforma narrazioni banali in composizioni surreali.

Il viaggio creativo di Anpu l'ha portata a Brema, in Germania, dal 2009 al 2011, dove è diventata parte dello spazio subculturale locale.

Qui, si è impegnata nella grafica per le uscite in vinile dell'etichetta ZCKR, collaborando con persone provenienti da contesti diversi come graffiti, musica techno, teatro e giocoleria.

Ora radicata a Delhi, Anpu ha iniziato la sua carriera lì con l'Extension Khirkee Street Art Festival nel 2012, segnando l'inizio della sua arte murale.

Da allora, ha dipinto murales in tutta l'India, tra cui lo Shillong Street Art Festival e il Rishikesh Street Art Festival.

In particolare, Anpu ha assistito l'artista tedesco Hendrik Beikirch nel Mahatma Gandhi a Delhi.

Esploratore nel cuore, Anpu ha viaggiato attraverso il Regno Unito, gli Stati Uniti, la Germania, i Paesi Bassi, l'Italia, l'Ungheria, la Romania e l'Austria.

Fluente in inglese e sicura di Kannada, Hindi, Malayalam e tedesco, apporta una prospettiva multiculturale alla sua arte.

Shilo Shiv Suleman

8 artiste indiane che conquistano le strade

Shilo Shiv Suleman è uno degli artisti di strada più venerati sulla scena.

È celebrata non solo per la sua abilità artistica ma anche per il suo incrollabile impegno a favore del femminismo.

Originaria di Bengaluru, Shilo è un'artista pionieristica le cui creazioni servono come un potente riflesso della sua ferma difesa dell'uguaglianza di genere.

Ai suoi occhi, l’India invita ad avere più artiste di strada, una convinzione intrecciata in modo intricato nel tessuto delle sue avvincenti opere d’arte.

Artista visivo pluripremiato, Shilo è specializzato nella convergenza di realismo magico, cambiamento sociale e tecnologia.

La sua carriera è stata segnata da collaborazioni con diverse comunità, rivendicando spazi pubblici in tutto il mondo.

In un contesto storico in cui i corpi delle donne sono stati spesso oggettivati ​​o rappresentati attraverso la lente di muse maschili, Shilo ha intrapreso il suo progetto rivoluzionario, Fearless.

Questa iniziativa consente alle donne di affermare il controllo sulla rappresentazione dei propri corpi.

Fearless ha catalizzato la creazione di murales radicali in tutto il mondo.

Dalle strade di Beirut, dove due uomini gay si abbracciano ai toccanti ritratti dei rifugiati siriani in Siria, l'arte di Shilo affronta la disuguaglianza di genere e la violenza sessuale. 

Inoltre, attraverso Fearless, Shilo ha curato murales che esploravano le sfumature del desiderio femminile a Lucknow.

Nel frattempo, a Delhi, le sue illustrazioni rendevano omaggio alla vita e al lavoro delle donne che lavoravano come raccoglitrici di rifiuti.

Uno dei suoi murales più famosi, situato a Jaipur, è diventato una vibrante celebrazione della comunità queer.

Leena Kejriwal

8 artiste indiane che conquistano le strade

Leena Kejriwal è una fotografa e artista sociale con sede a Mumbai e Calcutta, riconosciuta come ambasciatrice del marchio per Fuji India.

Il suo viaggio è iniziato dopo il college, dove ha seguito corsi di diploma in pubblicità e fotografia, gettando le basi per il suo progetto di grande impatto, Missing.

Questa iniziativa va oltre l’arte convenzionale, fungendo da potente campagna contro il traffico sessuale e la schiavitù.

Nell'ambito del progetto Missing, gli stencil di strada di Leena hanno avuto un impatto su diverse città indiane. 

Il suo approccio innovativo prevede il coinvolgimento attivo del pubblico con l'arte e la tecnologia interattiva, posizionando "The Missing Project" come una forza innovativa contro la tratta.

L'impatto di Leena Kejriwal si estende a livello globale, guadagnandole riconoscimenti come l'Her Story Woman On a Mission Award (2019) e il mBillionth Award per Missing Game (2018).

I suoi contributi hanno risonanza nelle conferenze internazionali sui giochi, tra cui la Game for Change Conference e la South Korea Game Developers Conference.

Jeel Goradia

8 artiste indiane che conquistano le strade

Jheel Goradia è una delle artiste di strada più dinamiche.

Unisce perfettamente l'arte digitale con la street art, creando personaggi digitalmente prima di dar loro vita sui muri di Mumbai e oltre.

Convinta sostenitrice dell'uguaglianza di genere, Jheel sfida gli stereotipi con le sue opere espressive e di grande impatto.

Nel suo tentativo di rimodellare la percezione del pubblico, utilizza la gomma di grano per incollare le sue creazioni digitali, creando un linguaggio visivo che parla direttamente al suo pubblico target.

Durante il suo ultimo anno di college, ha creato il progetto Breaking the Silence.

Questo era un simbolo del suo impegno per sradicare gli effetti negativi dell'oggettivazione, della cultura pop e Bollywood sulla società indiana.

I pezzi di Jheel non sono solo visivamente sorprendenti; sono emotivi, diretti e provocatoriamente sfacciati.

Trasmettono messaggi incisivi che risuonano con tutti, anche con quelli che non sono d'accordo con lei.

Breaking the Silence trascende i confini tradizionali, affrontando questioni critiche che riguardano la vita delle donne in India, dalla disuguaglianza di genere e violenza domestica alle prese in giro e alle molestie.

Ciò che distingue Jheel è il suo uso innovativo di personaggi famosi del cinema hindi per far luce sugli stereotipi pervasivi delle donne nei film.

Essendo un'artista di talento, si sforza di amplificare le voci delle donne indiane che potrebbero non aver avuto l'opportunità di parlare da sole. 

Jas Charanjiva

Jas Charanjiva è uno degli artisti di strada più conosciuti.

Nato nel Regno Unito e cresciuto a Toronto e San Francisco, Jas ora risiede a Mumbai.

Canalizza la sua passione nell'affrontare questioni sociali attraverso la sua arte.

In un paese in cui l’abbandono dei rifiuti è prevalente a causa della mancanza di bidoni della spazzatura pubblici, Jas lancia opere d’arte non autorizzate, sfidando le norme.

Con un approccio provocatorio, crede nel potere della street art di provocare il cambiamento.

La sua creazione più famosa, "Don't Mess With Me" (comunemente chiamata The Pink Lady), ha guadagnato importanza dopo il tragico incidente di stupro di gruppo del dicembre 2012 a Delhi.

Rispondendo alla protesta nazionale e alla richiesta collettiva di cambiamento, Jas ha realizzato The Pink Lady come simbolo di coraggio e trasformazione per le donne sia all'interno che all'esterno dell'India.

Essendo un'artista che non ha paura di sfidare l'autorità, Jas Charanjiva continua a fare affermazioni di grande impatto con la sua arte per le strade.

Restate sintonizzati per altre opere avvincenti con The Pink Lady.

Karma Sirikogar

8 artiste indiane che conquistano le strade

Karma Sirikogar è un'artista poliedrica, virtuosa del graphic design e stimata docente universitaria.

Nata nella dinamica città di Singapore, Karma, di nazionalità tailandese ed etnia indiana, porta una fusione culturale unica nella tela della sua vita.

Avendo affinato le sue capacità studiando in Australia e India, l'arte di Karma abbraccia perfettamente sia il dominio analogico che quello digitale.

Inizialmente iniziato come graphic designer, Karma è poi passato al regno dell'arte contemporanea.

Qui, ha ritagliato un linguaggio visivo distintivo descritto come astratto-surrealista, psichedelico, spirituale ed esplosivamente femminile.

Con un portfolio impressionante che vanta oltre 40 mostre d'arte e collaborazioni con marchi globali come Vodafone, Freitag e New Balance, il suo percorso è straordinario.

La sua attuale eccitazione risiede nella convergenza dei media digitali e tradizionali, promettendo nuove dimensioni alla sua già accattivante narrativa artistica.

Kajal Singh (Dizy)

8 artiste indiane che conquistano le strade

Kajal Singh è un artista indiano che prospera nelle vivaci strade di Berlino.

Studentessa di lingue, ballerina hip-hop, vlogger di bellezza e fitness e una delle artiste di graffiti pioniere dell'India, è conosciuta con il soprannome di Dizy.

L'arte di Kajal incarna l'intramontabile stile "old school" della New York degli anni '80.

Conosciuta per le sue distintive lettere maiuscole e i personaggi stravaganti, lo stile distintivo di Dizy ha abbellito le pareti in India e Germania.

Collaborazioni degne di nota includono un muro per un progetto di arte urbana indo-tedesca e la collaborazione con Nike per sostenere le donne nello sport.

Essendo una regina dell'underground quando si tratta di graffiti art, Dizy ha lasciato il segno in diverse città europee. 

Essendo una pioniera e una delle prime artiste di strada indiane, la sua evoluzione funge da ispirazione per le future donne che desiderano brillare in questo spazio.

Mentre navighiamo attraverso le storie di questi visionari, diventa evidente che la street art è molto più che semplici graffiti sui muri: è una forma di dialogo.

Queste artiste di strada ci invitano a testimoniare l'intersezione tra arte, cultura e attivismo.

Nelle loro creazioni troviamo un'espressione collettiva di identità, una celebrazione della diversità e una testimonianza del potere di trasformazione dell'arte nel dominio pubblico. 

Balraj è un vivace laureato in scrittura creativa. Ama le discussioni aperte e le sue passioni sono il fitness, la musica, la moda e la poesia. Una delle sue citazioni preferite è "Un giorno o un giorno. Tu decidi."

Immagini per gentile concessione di Instagram.




Cosa c'è di nuovo

ALTRO

"Quotato"

  • Sondaggi

    Sei mai a dieta?

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...