5 collezioni dell'Asia meridionale nei musei e nelle gallerie del Regno Unito

Gli asiatici del sud hanno avuto un impatto storico sulla cultura e sullo stile di vita del Regno Unito. Esaminiamo le migliori gallerie e musei che documentano questo viaggio.

5 collezioni dell'Asia meridionale nei musei e nelle gallerie del Regno Unito

I pezzi includono un ornamento per turbante del XVIII secolo

Il panorama culturale del Regno Unito è arricchito dal diverso patrimonio della comunità dell'Asia meridionale.

Hanno contribuito alla scena artistica e creativa del paese attraverso la migrazione, la resilienza e l'innovazione.

Tuttavia, vi è una crescente preoccupazione nel preservare e rendere accessibile questo inestimabile patrimonio artistico.

In risposta a questo imperativo, varie istituzioni in tutto il Regno Unito hanno intrapreso iniziative straordinarie per salvaguardare e celebrare le arti e la cultura dell’Asia meridionale.

Questi musei e gallerie dispongono di collezioni complete di tessuti, dipinti e sculture, nonché di spazi espositivi innovativi che favoriscono il dialogo interculturale.

Essi incarnano l’impegno del Regno Unito nel promuovere l’impatto duraturo della diaspora dell’Asia meridionale.

Ci immergiamo negli sforzi pionieristici di queste sedi, esplorando i loro contributi e lavorando per un panorama più rappresentativo. 

Archivio delle arti della diaspora dell'Asia meridionale

5 collezioni dell'Asia meridionale nei musei e nelle gallerie del Regno Unito

Con sede a Birmingham, nel Regno Unito, SADAA è nato originariamente come SALIDAA, l'archivio della letteratura e delle arti della diaspora dell'Asia meridionale, nel 1999.

È stato fondato da un collettivo di accademici, esperti e professionisti interessati nel campo della letteratura e delle arti dell'Asia meridionale.

La loro motivazione derivava dalla crescente apprensione per la scomparsa o l'inaccessibilità di opere di inestimabile valore di scrittori e artisti dell'Asia meridionale.

Queste opere, che hanno svolto un ruolo fondamentale nel plasmare il panorama creativo del Regno Unito dopo la Partizione, sono state ritenute cruciali da preservare.

Spaziando tra letteratura, arti dello spettacolo, arti visive e altro ancora, i contributi dei professionisti dell'Asia meridionale sfollati o ricollocati costituiscono parte integrante della narrativa storica britannica.

L'obiettivo principale di SADAA è raccogliere, salvaguardare e sfruttare questi sforzi artistici. 

L'archivio digitale SADAA comprende cinque aree tematiche principali: letteratura, arti visive, teatro, danza e musica.

All'interno del suo archivio digitale è presente una vasta gamma di materiali testuali e visivi.

Ciò include estratti di narrativa, poesia e opere teatrali, insieme a manoscritti, note di artisti, volantini, scenografie e costumi, testi di canzoni e spartiti musicali.

Questi manufatti rappresentano collettivamente l’ampio corpus di opere realizzate da scrittori, artisti, artisti e musicisti dell’Asia meridionale in Inghilterra dal 1947.

Sebbene sia prevalentemente in inglese, SADAA ha piani per future espansioni, inclusa l'aggiunta di materiali nelle lingue dell'Asia meridionale, nonché l'incorporazione di contenuti audiovisivi.

Inoltre, esiste la visione di ampliare la portata dell'archivio per comprendere materiali precedenti al 1947, con l'aspirazione di includere contenuti relativi ai film nella sua collezione.

Victoria and Albert Museum

5 collezioni dell'Asia meridionale nei musei e nelle gallerie del Regno Unito

Il V&A di Londra costituisce una rete di musei dedicati a celebrare il potenziale della creatività.

Attraverso una miriade di strade come mostre e piattaforme digitali, la sua collezione nazionale vanta oltre 2.8 milioni di manufatti che abbracciano 5,000 anni.

All'interno delle collezioni provenienti dal Sud e dal Sud-Est asiatico si trova una vasta gamma di quasi 60,000 oggetti, che comprendono circa 10,000 tessuti e 6,000 dipinti.

Questi oggetti racchiudono la ricchezza culturale del subcontinente indiano a sud dell’Himalaya, compresi paesi come India, Pakistan, Nepal, Bangladesh e Sri Lanka.

I notevoli punti di forza della collezione risiedono nel suo assortimento di Mughal dipinti in miniatura e arti decorative, in particolare giade e oggetti in cristallo di rocca.

Inoltre, la collezione vanta notevoli sculture indiane, in particolare bronzi, insieme a mobili indiani progettati per i mercati occidentali, fotografie dell'India del XIX secolo e arti decorative birmane.

Altre partecipazioni significative comprendono gioielli, ceramiche, vetreria, lacche, vimini e oggetti in legno.

Inclusioni degne di nota sono i "tangka" tibetani, nonché manifesti di film indiani e oggetti effimeri.

Inoltre, la collezione presenta opere d'arte contemporanea provenienti dall'India e dal Pakistan, che mostrano contributi significativi di diversi artisti di spicco.

I pezzi in evidenza includono un ornamento per turbante del XVIII secolo, una coppa di vino attribuita a Shah Jahan del 18 e un sari ikat disegnato da Neeru Kumar, creato per Tulsi nel 1657 da Odisha, India.

Musei e gallerie di Leeds

5 collezioni dell'Asia meridionale nei musei e nelle gallerie del Regno Unito

A Leeds si è consolidata una comunità vivace e diversificata dell'Asia meridionale.

Negli anni '50, '60 e '70, molte persone provenienti dall'India e dal Pakistan emigrarono a Leeds per opportunità di lavoro.

La presenza di ristoranti, outlet di moda e centri comunitari dell'Asia meridionale è evidente in tutta la città.

I musei e le gallerie di Leeds curano una collezione di oltre 1,200 oggetti dell'Asia meridionale, che vanno da manufatti unici a oggetti di uso quotidiano.

Questi oggetti riflettono una narrazione storica plasmata dai residenti di Leeds che viaggiavano e lavoravano in Asia durante l'era del dominio coloniale britannico, così come dai collezionisti del Regno Unito che acquisivano arte asiatica.

Inoltre, molti oggetti sono stati generosamente donati da individui appartenenti al patrimonio dell'Asia meridionale, spesso comprendendo vestiti, utensili culinari e fotografie personali o comunitarie.

La collezione presenta prevalentemente oggetti provenienti dall'India, per un totale di oltre 1,000, seguita dal Pakistan con oltre 100 articoli.

Questa distribuzione è dovuta ai legami storici tra Gran Bretagna e India e alla crescita delle comunità indiane nello Yorkshire occidentale.

Tra gli oggetti più antichi della collezione di Leeds ci sono le asce in pietra del Paleolitico, donate nel 1963.

Inoltre, ci sono utensili manuali neolitici di Banda nell'Uttar Pradesh.

Seton-Karr, figlio di un funzionario del servizio civile indiano, ha accumulato questi manufatti, che testimoniano la presenza di comunità preistoriche in India oltre un milione di anni fa.

La collezione dell'Asia meridionale

5 collezioni dell'Asia meridionale nei musei e nelle gallerie del Regno Unito

La South Asia Collection di Norwich trova le sue origini nelle esplorazioni intraprese da Philip e Jeannie Millward in tutta l'Asia meridionale negli anni '70.

Le loro acquisizioni iniziali provenivano dalla Swat Valley e immagazzinate in una struttura di Waterworks Road a Norwich.

Ospitata all'interno di una pista di pattinaggio a rotelle vittoriana meticolosamente restaurata, la South Asia Collection si trova a soli 100 metri dal vivace mercato. 

Nel 1993, Philip e Jeannie Millward acquistarono l'edificio e intrapresero un ampio progetto di ristrutturazione.

Attualmente, i visitatori possono ammirare esposizioni ed elementi architettonici finemente intagliati provenienti dall'Asia meridionale.

Il museo presenta una mostra che descrive in dettaglio la ricca storia dell'edificio, comprendendo i festeggiamenti della serata di apertura, gli spettacoli di vaudeville e le osservazioni enigmatiche sulla qualità dell'intrattenimento offerto.

Oggi, La collezione dell'Asia meridionale rappresenta un archivio di importanza globale che mette in mostra le arti e i mestieri quotidiani della regione.

Le sue diverse offerte includono tessuti ricamati, tessuti e stampati; dipinti e stampe che spaziano dal XVIII secolo all'epoca contemporanea.

Ha anche mobili vernacolari; archi, porte e colonne riccamente scolpiti; figure votive; così come una splendida serie di manufatti religiosi e domestici che rappresentano la miriade di comunità e culture dell'Asia meridionale.

Museo di Manchester 

5 collezioni dell'Asia meridionale nei musei e nelle gallerie del Regno Unito

Il Museo di Manchester prevede di promuovere la comprensione tra le culture e di coltivare un mondo più sostenibile, guidato dai suoi valori fondamentali di inclusività, immaginazione e compassione.

Il loro impegno per l’inclusività implica la promozione di una maggiore collaborazione e coproduzione, centrando al contempo diverse prospettive per garantire rilevanza per le comunità che servono.

La South Asia Gallery, un'impresa di collaborazione con il British Museum, offre una rappresentazione contemporanea delle culture dell'Asia meridionale e dell'Asia britannica.

È la prima galleria permanente del Regno Unito dedicata alla diaspora dell'Asia meridionale.

Il museo espone manufatti di livello mondiale del British Museum insieme a pezzi esemplari delle collezioni dell'Asia meridionale a Manchester.

Inoltre, è stato progettato e costruito in collaborazione con il South Asia Gallery Collective, un'assemblea stimolante di leader della comunità, educatori, artisti, storici, giornalisti e scienziati.

È chiaro che queste iniziative vanno oltre la semplice conservazione; piuttosto, simboleggiano una forte dedizione all’inclusione, alla creatività e al dialogo interculturale. 

L'importanza di questi musei e gallerie raggiunge gli spettatori di tutto il mondo.

Onorando il contributo dato dalla diaspora dell'Asia meridionale alla società britannica, questi luoghi mostrano il valore del patrimonio culturale.

Balraj è un vivace laureato in scrittura creativa. Ama le discussioni aperte e le sue passioni sono il fitness, la musica, la moda e la poesia. Una delle sue citazioni preferite è "Un giorno o un giorno. Tu decidi."

Immagini per gentile concessione di Instagram, Museum & Galleries.




Cosa c'è di nuovo

ALTRO

"Quotato"

  • Sondaggi

    Qual era la tua band Bhangra preferita degli anni '1980?

    Guarda i risultati

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...