5 tribù nomadi che esistono solo in India

L'India ospita tribù e comunità che tendono a viaggiare più di altre. Guardiamo cinque tribù nomadi che sono solo in India.

5 tribù nomadi che esistono solo in India f

Vivono ad un'altitudine media di 4,500 metri sul livello del mare.

L'India ospita una vasta gamma di persone, alcune delle quali provengono da tribù nomadi. Questo è il motivo per cui è un paese delle meraviglie.

Queste tribù sono nomadi perché sono sempre in movimento.

Alcuni scelgono di viaggiare da un posto all'altro mentre altri devono continuare a spostarsi senza stabilirsi da qualche parte.

Mentre sono in movimento, alcune tribù tendono a rimanere in uno stato anche se si trovano in città e paesi diversi.

Molti sono presenti nella società indiana, motivo per cui possono essere difficili da identificare. Tuttavia, cose specifiche come i dettagli sugli abiti possono aiutare a distinguere i membri di una particolare tribù.

Ciò che li rende così diversi è che seguono usanze che potrebbero non essere comuni tra le persone normali. Tribù diverse hanno usanze diverse.

È ciò che rende unica ogni tribù nomade poiché la dice lunga su ciascuna di esse.

Diamo un'occhiata a cinque tribù nomadi che esistono in India per saperne di più sul loro affascinante patrimonio.

Tribù Gandhila

5 tribù nomadi che esistono solo in India: gandhila

Per anni, la tribù Gandhila ha fatto parte della sociologia del Punjab, Haryana e Uttar Pradesh. Sono originari del Rajasthan ma sono partiti durante il Mughal invasione.

Secondo le tradizioni della comunità, discendono da un Rajput chiamato Sabal Singh.

È stato ucciso combattendo nelle forze del Sultanato di Delhi. Di conseguenza, la sua famiglia è stata cacciata dai suoi nemici.

Sono stati quindi costretti a svolgere lavori umili come l'allevamento di asini, da cui deriva la parola Gandhila.

Col passare del tempo, l'occupazione originaria dell'allevamento degli asini divenne in seguito la produzione di scope di foglie di palma, per cui è nota la tribù Gandhila.

Ma ora molti sono lavoratori a giornata, con molti Gandhila che lavorano nel settore edile.

Un piccolo numero di persone ha ricevuto la terra come parte dei programmi governativi per sistemare la comunità.

Tuttavia, le aree di terra erano molto piccole, la maggior parte integra il proprio reddito lavorando come braccianti agricoli.

Come molte tribù, i Gandhila hanno diversi aspetti culturali su cui si concentrano. Uno è che preferiscono sposare coloro che fanno parte della propria comunità.

Hanno anche la loro lingua chiamata Pasto, anche se la maggior parte di loro parla punjabi.

Tribù Changpa

5 tribù nomadi che esistono solo in India - changpa

Changpa è il nome di una tribù nomade dell'India settentrionale. Provengono dall'alta quota Changtang in Ladakh e in Jammu e Kashmir.

Alcuni gruppi in precedenza erano migrati in Tibet, tuttavia, dopo l'acquisizione cinese, la rotta è stata chiusa.

La tribù Changpa vive in piccoli gruppi nelle varie regioni indiane, ma vive in aree dove fa estremamente freddo.

Vivono ad un'altitudine media di 4,500 metri sul livello del mare. Di conseguenza, la patria del Changpa è devastata dalle tempeste di neve durante l'inverno.

Alcuni sono nomadi e sono conosciuti come Phalpa mentre quelli che si sono stabiliti in un luogo sono chiamati Fangpa. Ad ogni modo, sono riconosciuti dalle loro tende di pelle di yak.

Per gran parte della tribù, allevare animali e poi consumare e vendere i loro prodotti come latte e carne è il loro unico mezzo di sostentamento.

La loro dieta consiste principalmente di orzo e carne di cavalli selvaggi e yak. Si mangiano anche formaggi secchi e carne lessata con farina d'orzo e condita con peperoncini.

La tribù Changpa alleva le pregiate capre Changra per la loro pelliccia che è rara e il più fine di tutti i peli di capra.

Anche la tribù Ladakhi vive nelle stesse regioni e un tempo i Changpa erano considerati un sottogruppo, ma nel 1989 hanno ottenuto lo status ufficiale di tribù programmata.

Sebbene i Changpa possano capire il Ladakhi, i loro costumi, la lingua e l'etnia sono diversi. Rende il Changpa una tribù nomade unica in India.

Tribù Bharwad

5 tribù nomadi che esistono solo in India

La tribù Bharwad è considerata una delle più uniche in India poiché crede di discendere da una famiglia mitologica.

Secondo le loro tradizioni, i Bharwad vivevano intorno a Mathura, nell'Uttar Pradesh.

Successivamente si sono trasferiti a Mewar, nel Rajasthan, per poi diffondersi in Gujarat, dove si trovano molti di loro.

Molti vivono dentro e intorno al Gir Forest National Park, ma si tengono lontani dalla foresta reale quando pascolano il loro bestiame a causa del pericolo dei leoni asiatici.

Sono generalmente trattati nella società come al di sotto di molti dei caste in quanto raramente vengono istruiti oltre il livello primario e principalmente si allevano capre e pecore.

Ma la loro posizione sociale è migliorata in quanto sono tra le più urbanizzate della regione e occupano una posizione di nicchia nella fornitura di latte.

I Bharwad sono riconosciuti dal loro stile di abbigliamento distinto anche se è cambiato nel tempo.

Al giorno d'oggi, gli scialli rosa e rossi indossati da uomini e donne sono uno degli identificatori più evidenti. È persino indossato da coloro che preferiscono indossare abiti occidentali.

Il desiderio di identificarsi attraverso l'abbigliamento e anche tatuaggi può evidenziare lo stile di vita tradizionale della comunità come tribù itinerante.

tribù Kela

5 tribù nomadi che esistono solo in India - kela

La tribù Kela è una comunità di cacciatori che si trova nello stato del Bengala occidentale in India.

Tradizionalmente erano coinvolti nella cattura di serpenti, uccelli e rospi, tuttavia la professione era considerata dispregiativa dalle comunità vicine.

La tribù preferisce essere conosciuta come Kharia poiché la parola Kela deriva dalla parola Kala, che significa sporco in bengalese.

Anche se erano noti per la cattura di vari animali, la tribù ha completamente abbandonato l'occupazione tradizionale.

La maggior parte sono mezzadri, ma molti sono coinvolti nella riparazione di serrature e valigie.

Come con altre tribù, la tribù Kela di lingua bengalese ha le proprie pratiche culturali.

Uno dei principali è che si sposano rigorosamente all'interno di uno specifico gruppo sociale, in questo caso le persone si sposano all'interno della propria comunità.

Vivono in villaggi multi-caste ma occupano i loro quartieri distinti, noti come paras.

Questa tribù nomade ha dovuto modificare il proprio stile di vita col passare del tempo.

Tribù Narikurava

5 tribù nomadi che esistono solo in India: Narikurava

La tribù Narikurava ha sede nel Tamil Nadu e il nome è un misto delle parole Tamil "Nari" e "Kurava" che significa "Popolo Sciacallo".

È la loro efficacia nella caccia e nell'intrappolamento degli sciacalli che ha dato loro il loro nome.

L'occupazione principale era la caccia, ma furono cacciati dalle foreste. La loro caccia alle specie in via di estinzione è ciò che ha fatto sì che la loro caccia fosse proibita e che i Narikurava lasciassero le loro case.

Di conseguenza, ha impedito loro di avere un sostentamento. Li ha costretti a prendere altre alternative come la vendita di ornamenti di perline per sopravvivere.

Per trovare un mercato adatto per le loro perle, si spostano da un luogo all'altro.

I bambini raramente hanno una buona istruzione poiché accompagnano gli adulti ovunque vadano.

I Narikurava sono stati discriminati per molti anni a causa del loro consumo di animali tabù nelle comunità stanziali. Sono esclusi dalle strade abitate.

Ciò ha portato a proteste da parte della comunità e poiché è stato loro impedito di cacciare, i membri più giovani della comunità si rivolgono al crimine.

Queste tribù nomadi hanno una ricca storia della loro origine e di ciò in cui credono.

Mentre molti sono accettati nella società, alcuni sono ancora discriminati per le loro pratiche culturali. Potrebbe volerci un po 'di tempo prima che vengano accettati, ma continueranno a vivere in varie località.

La loro eredità viene tramandata generazioni e differiscono dalle altre tribù. Queste comunità sono solo un aspetto di quanto sia ricca la cultura indiana.



Dhiren è un redattore di notizie e contenuti che ama tutto ciò che riguarda il calcio. Ha anche una passione per i giochi e la visione di film. Il suo motto è "Vivi la vita un giorno alla volta".

Immagine per gentile concessione di Nick Mayo





  • Cosa c'è di nuovo

    ALTRO

    "Quotato"

  • Sondaggi

    Sei d'accordo con la legge sul matrimonio gay del Regno Unito?

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...