3 sospetti accusati dell'omicidio di Hardeep Singh Nijjar

Tre persone sono state accusate nel caso dell'omicidio di Hardeep Singh Nijjar. L'attivista sikh è stato assassinato nel giugno 2023.

3 sospettati accusati dell'omicidio di Hardeep Singh Nijjar - f

"Sono stati accusati di omicidio di primo grado."

Tre sospettati sono stati accusati dell'omicidio di Hardeep Singh Nijjar.

Nel giugno 2023, l'attivista sikh Nijjar è stato ucciso a colpi di arma da fuoco da uomini armati mascherati in un parcheggio di Vancouver.

La posizione era di fronte al Guru Nanak Sikh Gurdwara.

Il sovrintendente Mandeep Mooker ha rivelato che i tre sospettati erano Karan Brar e Kamal Preet Singh, entrambi di 22 anni, e Karan Preet Singh di 28 anni.

Al momento del loro arresto, i tre uomini vivevano a Edmonton, Alberta.

Secondo gli atti del tribunale sono accusati di omicidio di primo grado.

L'uccisione di Hardeep Singh Nijjar ha dato il via a una famigerata controversia che descriveva una disputa diplomatica tra India e Canada.

La polizia ha aggiunto che le indagini continuano, anche sui “collegamenti con il governo indiano”.

Il vice commissario David Teboul ha dichiarato: “Su questi argomenti sono in corso indagini separate e distinte.

“Non certo limitato al coinvolgimento delle persone arrestate oggi”.

La polizia ha aggiunto che altri potrebbero essere coinvolti nell'omicidio e che potrebbero essere effettuati ulteriori arresti.

Le relazioni tra India e Canada si sono inasprite dopo il primo ministro canadese Justin Trudeau presunta che l'India era coinvolta nell'uccisione di Hardeep Singh Nijjar.

Trudeau ha dichiarato: “Qualsiasi coinvolgimento di un governo straniero nell’uccisione di un cittadino canadese sul suolo canadese è una violazione inaccettabile della nostra sovranità.

“Il Canada è un Paese dove vige lo stato di diritto, la protezione dei nostri cittadini in difesa della nostra sovranità è fondamentale.

“La nostra massima priorità è stata quindi una: che le nostre forze dell’ordine e le agenzie di sicurezza garantissero la continua sicurezza di tutti i canadesi.

"E due, che vengano prese tutte le misure per chiedere conto agli autori di questo omicidio."

Negando queste affermazioni, il Ministero degli Affari Esteri indiano ha rilasciato una dichiarazione in cui si legge:

“Siamo un sistema democratico con un forte impegno per lo stato di diritto”.

Hardeep Singh Nijjar era un forte sostenitore del movimento Khalistani, che cerca una patria indipendente per i sikh nel Punjab, in India.

L’India aveva precedentemente affermato che Nijjar faceva parte di un piano per uccidere un prete nel Punjab, offrendo una ricompensa di £ 9,600.

In passato l'India ha descritto Nijjar come un terrorista a capo di un gruppo militante separatista.

Quelli vicini a Hardeep Singh Nijjar hanno affermato che era stato avvertito dai servizi segreti canadesi prima della sua morte.

Apparentemente ha anche subito minacce di morte ed era sulla "lista dei risultati".

Manav è il nostro redattore e scrittore di contenuti che si concentra in particolare sull'intrattenimento e sulle arti. La sua passione è aiutare gli altri, con interessi nella guida, nella cucina e nella palestra. Il suo motto è: “Non aggrapparti mai ai tuoi dolori. Sii sempre positivo."

Immagine gentilmente concessa da The Rising Punjab.




Cosa c'è di nuovo

ALTRO

"Quotato"

  • Sondaggi

    Sei d'accordo con la FIR contro Honey Singh?

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...