20 attori leggendari di Bollywood che non possiamo dimenticare

L'industria cinematografica indiana ci ha regalato alcuni leggendari attori di Bollywood. DESIblitz presenta 20 icone di questo tipo che hanno stupito e affascinato.

20 attori leggendari di Bollywood che non possiamo dimenticare - f

"Il tipo di versatilità che aveva, nessun altro artista l'ha dimostrato."

Quando si parla di attori leggendari di Bollywood, molti nomi compaiono nella testa delle persone.

Questi attori hanno affascinato il pubblico attraverso le generazioni. Sono talentuosi, iconici e sempreverdi.

Molti fan di Bollywood adorano i film classici di questi attori. Alcuni di questi artisti sono ricordati anche per le loro bellissime canzoni.

Alcuni eccellono nel romanticismo mentre altri brillano nei ruoli dei personaggi. Tuttavia, è innegabile che ognuno di loro sia unico a modo suo.

Approfondendo questi artisti, presentiamo 20 attori che non possiamo dimenticare.

Kundan Lal Saigal

20 attori leggendari di Bollywood che non possiamo dimenticare - Kundan Lal SaigalKundan Lal Saigal, noto anche come KL Saigal, si è saldamente affermato come una delle migliori star del canto di Bollywood.

Non solo ha brillato nei suoi ruoli sullo schermo, ma ha anche cantato la maggior parte delle sue canzoni. È ancora considerato uno dei più venerati dell'India cantanti ghazal.

La voce di Saigal Sahab era una miscela unica di baritono e morbidezza. Ha iniziato la sua carriera cinematografica negli anni '30.

Alcune delle sue canzoni più famose includono "Jab Dil Ciao Toot Ciao Gaya' e 'Principale Kya Jaanu Kya Jaadu Hai. '

Nel corso dei successivi 15 anni, Saigal Sahab ha ispirato e intrattenuto tutti.

Cantanti iconici come Lata Mangeshkar, Mukesh e Kishore Kumar hanno tutti affermato che Saigal Sahab è la loro più grande influenza.

Nel 1936, Saigal Sahab abbagliò Devda. È stato il primo adattamento cinematografico in hindi del classico romanzo del 1917.

Devdas è stato rifatto nel 1955 e nuovamente nel 2002.

Saigal Sahab occupa un posto d'onore nei decenni classici del cinema indiano. Il suo talento è radicato sotto gli occhi di tutti.

Ashok Kumar

20 attori leggendari di Bollywood che non possiamo dimenticare - Ashok KumarAlla fine degli anni '30 e '40, un nome brillava di più a Bollywood. Quel nome appartiene ad Ashok Kumar.

Ashok Kumar, o "Dadamoni", come veniva affettuosamente chiamato, iniziò la sua carriera nel 1936. Raggiunse la celebrità con l'uscita di Jhoola. 

In Jhoola, Ashok Sahab ha dimostrato le sue capacità di recitazione nei panni dello sfacciato Ramesh. Ha resistito bene contro Leela Chitnis, che interpreta Geeta nel film.

Ashok Sahab era noto per la sua generosità verso i nuovi talenti. Nel 1949 permise a Madhubala di rubare le luci della ribalta Costoso. 

Ha anche contribuito a rendere Dev Anand una star quando ha scelto il relativo nuovo arrivato nella sua produzione Ziddi (1948).

Bhaichand Patel cita Ashok Sahab che ammette la sua antipatia per i ruoli eccessivamente drammatici:

“Non mi piace essere melodrammatico. Sullo schermo mi comporto come farei a casa”.

Il pubblico ricorda Ashok Sahab per la sua disinvoltura con la celluloide. Non aveva mai bisogno di singhiozzare forte. Era simpatico, disinvolto e facile.

Questa è la grandezza di Ashok Kumar.

pran

20 attori leggendari di Bollywood che non possiamo dimenticare - PranMolto prima che Ranjeet o Amrish Puri lasciassero il segno come cattivi, Pran eccelleva come il miglior cattivo sullo schermo.

Nato nel 1920 come Pran Krishan Sikand Ahluwalia, l'audace attore arrivò nel settore nel 1940.

Tuttavia, lo era Ziddi (1948) con il quale mise piede sotto i riflettori.

Nel corso dei decenni successivi, Pran Sahab ha fatto rabbrividire gli spettatori in ruoli principalmente malvagi. Nella sua prolifica carriera, è apparso in oltre 380 film.

Negli anni '50 e '60, è stato contrapposto a star tra cui Dilip Kumar, Dev Anand e Shammi Kapoor in diversi film.

Gli anni '70 lo videro spaventare più volte Shashi Kapoor e Amitabh Bachchan sullo schermo.

Pran Sahab sapeva davvero come tenere testa con la sua voce roca e la sua personalità imponente.

Scrivendo per "IndiaToday", Madhu Jain Commenti sulla minaccia che ha reso Pran Sahab un cattivo di così grande successo:

“Cosa lo ha reso un cattivo così duraturo? Penso che fosse l'aria di minaccia che si irradiava dai suoi personaggi sullo schermo. Gli occhi ce l'hanno."

Sebbene Pran Sahab abbia interpretato una manciata di ruoli positivi, sarà ricordato soprattutto per il suo inimitabile antagonismo.

Dilip Kumar

20 attori leggendari di Bollywood che non possiamo dimenticare - Dilip KumarDal suo debutto in Jwar Bhata (1944) Dilip Kumar rimane uno degli artisti più popolari tra i leggendari attori di Bollywood.

Nato Muhammad Yusuf Khan, Dilip Sahab è accreditato di un metodo di recitazione pionieristico nel cinema indiano.

I fan dell'epoca d'oro di Bollywood considerano la sua intensità e le sue emozioni sullo schermo ineguagliabili.

Nel corso della sua carriera, Dilip Sahab ha vinto otto premi Filmfare come "Miglior attore". Questi erano per i classici inclusi Devdas (1955) Kohinoor (1960) e Shakti (1982).

Nella sua autobiografia, La sostanza e l'ombra (2014), Dilip Sahab esprime la sua opinione sulla responsabilità sociale di un attore:

"L'attore adorato da milioni di persone deve qualcosa alla società, che gli ha dato una posizione elevata e altamente rispettata."

Pensieri così maturi accrescono il rispetto che Dilip Sahab merita. Attori tra cui Manoj Kumar, Amitabh Bachchan e Aamir Khan sono stati tutti ispirati da lui.

Dopo la morte di Dilip Sahab il 7 luglio 2021, la sua co-protagonista in quattro film, Waheeda Rehman raggio sulla sua eredità:

“C'era solo un Dilip Kumar. Nessuno potrà mai avvicinarsi al nome che ha lasciato dietro di sé.

"E non verrebbe mai cancellato dalla storia dell'industria cinematografica hindi."

Le parole di Waheeda descrivono adeguatamente la longevità dello sconcertante lavoro di Dilip Sahab.

Dev Anand

20 attori leggendari di Bollywood che non possiamo dimenticare - Dev AnandDev Anand esemplifica la parola "sempreverde" a Bollywood.

La sua immagine disinvolta, la sua acconciatura di tendenza e i suoi modi soavi sono amati ovunque.

Dev Sahab ha iniziato il suo viaggio nella recitazione con Hum Ek Hain (1946). È apparso in una varietà di film romantici negli anni '50 e '60.

Ha vinto il premio Filmfare come "Miglior attore". Kala Pani (1958) e Guida (1965). Quest'ultimo contiene probabilmente la sua migliore prestazione in carriera.

Guida si colloca tra i classici più venerati del cinema indiano. Nei panni della guida turistica opportunista Raju, Dev Sahab mostra la sua gamma di recitazione. È molto più che correre intorno agli alberi e cantare per le donne.

Nel 1970, Dev Sahab divenne regista con Prem Pujari. Ha continuato a dirigere molti classici, tra cui Hare Râma Hare Krsna (1971) e De Pardes (1978).

I film di Dev Sahab sono meticolosamente conosciuti per la loro musica eccezionale. In un'intervista a "WildFilms India", Dev Sahab racconta come ha scelto le canzoni per i suoi film:

"Tutti i miei registi insistevano: 'Dev, vieni e scegli le tue canzoni.'"

Questo descrive l'abilità che Dev Sahab aveva per la buona musica. Era anche una persona tremendamente positiva. Il defunto regista Yash Chopra ha detto:

"Dev Sahab è stata la persona più positiva che abbia mai incontrato."

Questa mente ricca si riflette nel lavoro iconico svolto da Dev Sahab.

Raj Kapoor

20 attori leggendari di Bollywood che non possiamo dimenticare - Raj KapoorSoprannominato lo "showman del cinema indiano", Raj Kapoor era un individuo molto illustre e creativo.

Ha iniziato la sua carriera di attore come protagonista in Neel Kamal (1947). L'anno successivo divenne l'attore-produttore-regista più giovane del mondo con Ag (1948).

Raj Sahab ha continuato a lasciare un segno indelebile come regista Shre 420 (1955) Sangam (1964) e poliziotto (1973).

La sua musa ispiratrice con l'attrice Nargis rimane una delle accoppiate più popolari sul grande schermo.

Nel 1988, un mese prima della sua morte, Raj Sahab ricevette il Dadasaheb Phalke Award per il suo contributo cinematografico.

In un documentario realizzato da Simi Garewal, Raj Sahab si rende conto che la sua vita non è nulla senza il cinema:

“Il cinema è la mia vita. La mia benedizione. Sono il respiro stesso della mia anima.

"Mi rendo conto che tutta la mia esistenza non è altro che conoscere quel poco che so attraverso il cinema."

Nello stesso documentario, il fratello di Raj Sahab, Shashi Kapoor, osserva di non aver visto la passione di Raj Sahab negli altri:

“Quella passione che raramente ho visto nelle persone. Quella passione ha battuto i suoi concorrenti negli ultimi 40 anni”.

Raj Sahab aveva chiaramente un amore senza pari per la produzione e la recitazione nel cinema.

Ciò è evidente grazie ai suoi ricchi successi che gli hanno permesso di regnare supremo per quasi quattro decenni.

Non c'è davvero da meravigliarsi che molti nuovi attori e registi lo idolatrino.

Raj Kumar

20 attori leggendari di Bollywood che non possiamo dimenticare - Raaj KumarPotrebbe essere sorprendente sapere che il celebre attore Raaj Kumar era un agente di polizia prima di dedicarsi al cinema.

Conosciuto come il "Jaani" del cinema indiano, Raaj Sahab ha ottenuto il suo ruolo rivoluzionario Madre India (1957).

Nel film interpreta Shamu, il marito di Radha (Nargis).

Madre India ha dato al pubblico un assaggio della leggenda che Raaj Sahab sarebbe diventato negli anni successivi. La sua interpretazione dei dialoghi rimane una delle più originali mai viste a Bollywood.

Altri suoi grandi film includono quello di Yash Chopra Waqt (1965). Nel film, Raaj Sahab interpreta Raja Chinnoy.

Nonostante faccia parte di un cast stellato che include anche Sunil Dutt e Sadhana, Raaj Sahab si distingue.

Nel  Waqt, ha vinto il premio Filmfare come miglior attore non protagonista nel 1966.

Tra i suoi film successivi c'è Saudagar (1991). Nel film, sviluppa un'alchimia contagiosa con il titano Dilip Kumar (Veer 'Veeru' Singh/Dadaveer).

In un colloquio, Raaj Sahab afferma che il suo carattere non è intercambiabile:

“Raaj Kumar non lo è. Lui è molti. C'è solo un fattore integrato ed è il carattere. Ciò non cambia”.

L'affermazione fiduciosa di Raaj Sahab mostra che, sebbene possa aver incarnato i personaggi sullo schermo, ne era impenitentemente lontano.

Per questo dovrebbe essere ammirato e rispettato.

Nargis

20 attori leggendari di Bollywood che non possiamo dimenticare - NargisNargis incarna l'eleganza e la grazia nell'era d'oro di Bollywood. L'attrice ha iniziato la sua carriera nei primi anni '40.

In seguito divenne la musa ispiratrice di Raj Kapoor, apparendo al suo fianco in 16 film.

Tra questi, alcuni di maggior successo includono Barsat (1949) Aawaara (1951) e Chori Chori (1956).

Tuttavia, il suo film più famoso è Madre India (1957). Nel film, interpreta la ferrea Radha.

Tenera, feroce, vulnerabile e maestosa, Radha è l'archetipo della donna indiana. Nargis Ji la interpreta con le giuste dosi di complessità e profondità.

Madre India è diventato il primo film indiano ad essere nominato per un Oscar nella categoria "Miglior film in lingua straniera".

Ha perso il riconoscimento Notti di Cabiria (1957) con un solo voto nel 1958.

Dilip Kumar, frequente co-protagonista di Nargis Ji, parla di come la sua versatilità si sia intrecciata con la sua umiltà:

“Il tipo di versatilità che aveva, nessun altro artista l'ha dimostrato. Era una persona deliziosa, con cui era facile lavorare.

“Non c’era alcuna pressione mentre lavoravo con lei. Non ti sentivi come se stessi lavorando con una star.

Le gentili parole di Dilip Sahab per Nargis Ji mostrano quanto fosse un'artista esperta.

La sua morte, avvenuta il 3 maggio 1981, fu un'enorme perdita culturale. Lasciò dietro di sé un vuoto che nulla potrà più riempire.

Suraya

20 attori leggendari di Bollywood che non possiamo dimenticare - SuraiyaI fan adorano Suraiya non solo per le sue impeccabili capacità recitative ma anche per la sua voce melliflua.

Nei suoi film ha cantato molte delle sue canzoni. Questo accadeva molto prima che Lata Mangeshkar e Asha Bhosle lasciassero il segno.

Suraiya Ji è arrivata nel mondo del cinema negli anni '30 come artista bambina. All'inizio della sua carriera, ha lavorato al fianco della superstar Kundan Lal Saigal.

Ha continuato ad apparire in classici inclusi Gajre (1948) e Badi Behen (1949). Nel 1954, diede una performance decisiva per la sua carriera Mirza Ghalib nel ruolo di Moti Begum/Chaudhvin.

La brillante interpretazione di Suraiya Ji è stata applaudita da Jawarha Lal Nehru, che ha esclamato:

"Hai riportato in vita Ghalib!"

Rauf Ahmed dice che nessuno può essere paragonato a Suraiya Ji:

“Suraiya è stata la prima star femminile. Nessuno è riuscito a emularla”.

Questi complimenti suggeriscono che Suraiya Ji non aveva concorrenza. Ai suoi tempi, era una specie di industria composta da una sola donna.

Dopo una storia d'amore fallita con Dev Anand, Suraiya Ji è rimasta emotivamente ferita. Di conseguenza, alla fine lasciò la sua carriera nel 1963.

Tuttavia, è indimenticabile per il suo fascino e la sua effervescente magia sullo schermo.

Shammi Kapoor

20 attori leggendari di Bollywood che non possiamo dimenticare - Shammi KapoorEnergico, stravagante ed esuberante, Shammi Kapoor è uno dei più grandi attori leggendari di Bollywood.

Shammi ha fatto la sua prima apparizione sul grande schermo nel Jevan Jyoti (1953). Nonostante sia il fratello minore dell'iconico showman Raj Kapoor, Shammi ha lottato nei primi anni della sua carriera.

Tutto è cambiato quando ha realizzato quello di Nasir Husayn Tumsa Nahin Dekha (1957). Il film ebbe un successo strepitoso e collocò Shammi tra le star più popolari.

Tumsa Nahin Dekha anche capitalizzato su un sempreverde binomio attore-cantante Shammi ha condiviso con Mohammad Rafi.

Negli anni '60, Shammi brillava in grandi film, ipnotizzando gli spettatori con la sua energia. Molto prima che Hrithik Roshan e Ranveer Singh creassero impressioni come ballerini, Shammi illuminava la pista in molte canzoni.

I fan di tutte le generazioni adorano vedere Shammi ballare con gusto in 'Aaja Aaja' e 'Asmaan Se Aaya Farishta. '

Per il suo film Bramachari (1968), Shammi ha vinto il premio Filmfare come "Miglior attore" nel 1969.

Nasreen Munni Kabir scrive della perfetta comprensione di Shammi della macchina fotografica:

“Capiva perfettamente la macchina da presa e sapeva come restare nel personaggio.

Nasreen sottolinea anche le danze inesperte di Shammi senza l'aiuto di un coreografo:

"Non aveva una formazione formale nella danza, ma raramente aveva bisogno di un coreografo che lo guidasse."

Shammi Kapoor è senza dubbio una palla di vivacità su celluloide. Il suo entusiasmo sullo schermo è contagioso per la stragrande maggioranza degli spettatori.

Madhubala

20 attori leggendari di Bollywood che non possiamo dimenticare - MadhubalaMadhubala è stato un regalo di San Valentino al mondo nel 1933. Questa attrice eternamente bella ha iniziato il suo viaggio cinematografico nel 1942.

Tuttavia, era con Neel Kamal (1947) quando fu presentata come protagonista. Di fronte a lei c'era il debuttante Raj Kapoor.

Negli anni '50, Madhubala realizzò successi tra cui Mr & Mrs 55 (1955) e Chalti Ka Naam Gaadi (1958).

Madhubala abita nel mondo di Anarkali in Mughal-E-Azam (1960). Questa è la sua performance più memorabile.

Come il condannato Anarkali, Madhubala ritrae la tragedia in tutte le sue forme. È sensibile e compassionevole.

Canzoni del film "Pyaar Kiya Toh Darna Kya' e 'Mohe Panghat Ke' sono i numeri caratteristici di Madhubala. Resi in modo potente da Lata Mangeshkar, queste canzoni sono gioielli tra gli appassionati di musica indiana.

Madhubala è conosciuta come una fashionista di tendenza. I suoi film hanno influenzato le donne indiane a indossare camicie a scacchi e abiti con spalle scoperte.

Raj Kapoor rivela che, secondo lui, Madhubala ha una bellezza marmorea:

"Sembra che il suo viso sia stato scolpito nel marmo."

Madhubala era infatti conosciuta tanto per la sua ineguagliabile bellezza quanto per la sua recitazione.

La vita della star è stata tragica quasi quanto quella della saga di Anarkali. Madhubala fu sfortunata in amore e morì prematuramente il 23 febbraio 1969. Aveva solo 36 anni.

Tuttavia, la sua affascinante presenza sullo schermo e il suo carattere mistico la rendono rilevante e amata anche dopo la sua scomparsa. Ciò la rende uno degli attori più leggendari di Bollywood.

Meena Kumari

20 attori leggendari di Bollywood che non possiamo dimenticare - Meena KumariMeena Kumari è nata Mahjabeen Bano. Iniziò a lavorare come attrice bambina nel 1937. All'epoca aveva quattro anni.

Il suo primo film contenente un ruolo da protagonista è Bachchón Ka Khel (1946). Sebbene il film in sé non abbia avuto particolare successo, Meena è stata notata.

Quel debutto ha dato il via a una filmografia poetica e amata che abbraccia oltre 90 film.

Nel 1952, Meena recitò in Baiju Bawra. Offre una performance epica nei panni di Gauri, mettendo in ombra in qualche modo la sua co-protagonista Bharat Bhushan (Baiju).

Nel  Baiju Bawra, Meena divenne la vincitrice inaugurale del premio Filmfare come "migliore attrice" nel 1954.

Meena era estremamente ammirata dai suoi contemporanei. Madhubala parla apertamente della voce di Meena in una rara intervista:

“[Meena] ha una voce davvero unica. Nessun’altra eroina ce l’ha.”

Meena ha guadagnato consensi per aver aiutato Dharmendra quando era un nuovo arrivato. Si sono esibiti in diversi film che hanno dato una spinta alle sue credenziali.

Ironicamente, uno dei film più acclamati di Meena è stato uno dei suoi ultimi. Il film è pakeezah (1972).

La storica performance di Meena nei panni di Nargis/Sahibjaan è entrata nel folklore di Bollywood come uno degli atti più affascinanti.

Purtroppo, la turbolenta separazione di Meena dal marito Kamal Amrohi l'ha portata alla spirale dell'alcolismo.

Ciò costò la sua vita il 31 marzo 1972. Dopo la sua morte, pakeezah è stato ripubblicato davanti a un auditorium di fan in lacrime.

Meena ha richiesto che la seguente frase fosse incisa sulla sua lapide, raffigurante la sua vita movimentata e la sua tragica saga:

"Ha concluso la sua vita con un violino rotto, con una canzone rotta, con un cuore spezzato, ma senza un solo rimpianto."

Nutano

20 attori leggendari di Bollywood che non possiamo dimenticare - NutanNutan fu battezzato Nutan Behl. Gli intenditori di film classici la considerano la regina regnante di Bollywood.

Come molte delle attrici sopra menzionate, anche Nutan ha iniziato la sua carriera come artista bambina.

Anche sua madre, Shobhna Samarth, era un'attrice influente del suo tempo. Nutan ha trovato la celebrità come Gauri in Amiya Chakravarty Seema (1955).

Nel 1957, vinse il premio Filmfare come "Migliore attrice" per il film.

Nutan è stata una delle attrici di Bollywood più grandi e pagate degli anni '50 e '60. Ha recitato in successi tra cui Ospite pagante (1957) Anari (1959) e Sujata (1959).

Ha formato una buona squadra con Sujata regista Bimal Roy. L'ha scelta di nuovo per un film di immenso successo Bandini (1963).

Scrivere un ode a Nutan in "The Tribune", ML Dhawan osserva il coraggio di Nutan nell'interpretare ruoli non convenzionali:

“Nutan è stata forse la prima eroina a rischiare di interpretare ruoli non convenzionali.

“Ha sublimato il personaggio dalle sfumature grigie di Kalyani, un'assassina e detenuta nel film di Bimal Roy Bandini.

“Nutan non ha avuto scontri urlanti o attacchi isterici da ubriaco nel film. Appare invece come una donna tranquilla con una passione che infuria dentro”.

ML Dhawan aggiunge che Nutan ha avuto la dignità di accettare solo ruoli che le garantissero uguaglianza nei suoi film:

"Nutan ha accettato solo quei ruoli in cui interpretava il ruolo principale o almeno condivideva un piano di parità con la controparte maschile."

Nutan è la zia dell'attrice blue-chip Kajol. Il glamour baarish (1957) morì nel 1991, lasciando dietro di sé un'eredità incrollabile.

Sanjeev Kumar

20 attori leggendari di Bollywood che non possiamo dimenticare - Sanjeev KumarSe c'è un vero attore caratteristico nella storia di Bollywood, quello è Sanjeev Kumar.

Nonostante la sua giovane età, Sanjeev è famoso per interpretare ruoli da personaggio. Ha fatto il suo debutto cinematografico nei primi anni '60.

Nel corso dei due decenni successivi, Sanjeev si è dimostrato un artista estremamente versatile. Non aveva paura di interpretare personaggi che avevano più del doppio della sua età.

Uno dei suoi ruoli più popolari è quello di Thakur Baldev Singh nel classico Sholay (1975). Nei panni dell'ufficiale di polizia senza braccia, Sanjeev crea simpatia e attira compassione da parte del pubblico.

In Baldev Singh, Sanjeev coltiva uno dei migliori di Bollywood personaggi della polizia.

In Trishul (1978), Sanjeev interpreta meravigliosamente Raj Kumar "RK" Gupta. RK Gupta è il padre di Shekhar Kumar Gupta (Shashi Kapoor) e Vijay Kumar (Amitabh Bachchan).

Nella vita reale, Sanjeev aveva solo quattro anni più di Amitabh e quattro mesi meno di Shashi. Nonostante ciò, svolge questo vecchio ruolo con potente grinta.

Nel 2022, Uday Jariwala e Reeta Ramamurthy Gupta hanno pubblicato la biografia di Sanjeev. È chiamato Sanjeev Kumar: l'attore che tutti amavamo. Nel libro citano l'autore Ashok Raj.

Ashok attribuisce a Sanjeev il merito di aver introdotto miglioramenti nelle caratterizzazioni:

“Sanjeev Kumar è stato il primo a sfidare la tipica base eroica del cinema hindi e a introdurre un definitivo miglioramento qualitativo nelle caratterizzazioni”.

Sanjeev parla anche della sua capacità di controllare completamente la concentrazione:

“Mantengo la calma e mi concentro sul mio lavoro. Sono sempre riuscito a controllarmi”.

Questo fantastico senso di controllo è stato ciò che ha permesso a Sanjeev di offrire performance iconiche che resistono alla prova del tempo.

Nanda

20 attori leggendari di Bollywood che non possiamo dimenticare - NandaAll'età di nove anni, Nanda ha fatto il suo debutto sullo schermo nel Mandir (1948). Ha continuato a interpretare personaggi giovani fino al 1956.

Suo zio paterno era il famoso regista V Shantaram, che alla fine la scelse Toofan Aur Diya (1956). Nanda ha poi ottenuto consensi per la sua straordinaria interpretazione di Lata Bhabha (1957).

Bhabha ha iniziato una straordinaria carriera per Nanda. Era una delle attrici leggendarie di Bollywood più ricercate negli anni '60.

Negli anni '60, Nanda recitava al fianco di Dev Anand nei classici Ehm, Dono (1961) e Adolescente Deviano (1965).

Ha anche contribuito a rendere Shashi Kapoor una star. Uno dei loro film insieme era Jab Jab Phool Khile (1965).

Nel film, Nanda adotta per la prima volta un'immagine glamour. Brilla nei panni di Rita Khanna. Ricca, elitaria e tuttavia di buon cuore, Nanda porta un certo calore a Rita.

Shashi e Nanda sono apparsi in altri sette film. Entrambi si consideravano i loro co-protagonisti preferiti.

Nanda è morta a causa di un infarto il 25 marzo 2014. Antara Nanda Mondal, di 'Learning & Creativity' le rende omaggio.

Antara rivela l'audacia di Nanda nella scelta dei ruoli:

"Nanda ha lavorato con una serie di co-protagonisti, dai nuovi arrivati ​​alle star più grandi, e ha scelto con coraggio ruoli che sfruttassero il suo talento istrionico, non importa se il ruolo era piccolo o quello principale."

In Manoj Kumar Shor (1972), Nanda ha un piccolo ruolo come Geeta. Tuttavia, il suo cameo rimane uno dei momenti salienti del film.

Audace, sfacciata e bella, Nanda incarnava il glamour sullo schermo con il suo talento incandescente.

Rajesh Khanna

20 attori leggendari di Bollywood che non possiamo dimenticare - Rajesh KhannaRajesh Khanna è oggetto di leggenda a Bollywood. Il suo apice di fama divenne così estremo che nell'industria cinematografica indiana fu coniato per lui il termine "superstar".

Negli anni '60, dopo aver vinto il concorso Filmfare della United Film Producers, Rajesh ha debuttato con il film di Chetan Anand Aakhri Khati (1966).

Il film è stato un fallimento al botteghino. Tuttavia, le cose cambiarono quando Rajesh apparve in Shakti Samanta's Aradhana (1969).

Iniziando con Aradhana, Rajesh ha prodotto 15 successi da solista consecutivi dal 1969 al 1971. Questo disco fu il primo per Bollywood all'epoca.

Questi successi includono Aan Milo Sajna (1970) Katia Patang (1971) e Anand (1971).

I fan hanno adorato i suoi modi romantici, il suo stile e la sua gamma di recitazione. La sua prestazione in Anand poiché lo spensierato Anand Seghal/Jaichand è tra i più grandi mai visti nel cinema indiano.

Rajesh era una mania tra le fan. Le donne baciarono la sua macchina e gli scrissero lettere col sangue. Quando Rajesh sposò Dimple Kapadia nel 1973, molte ragazze purtroppo si tolsero la vita.

Tutto ciò descrive l’isteria di massa che Rajesh ha generato in un breve arco di pochi anni.

Dopo il 1973, la popolarità di Rajesh diminuì quando Amitabh Bachchan iniziò a dettare legge.

Tuttavia, Rajesh sosteneva di avere ancora una regalità:

“Un re muore da re. Potrebbe non avere un seguito. Potrebbe morire solo, perso in un deserto, ma sarà comunque un re”.

Anche se le superstar salgono e scendono, il livello di celebrità raggiunto da Rajesh Khanna non era mai stato visto prima ai suoi tempi. Per questo non sarà mai dimenticato.

Rishi Kapoor

20 attori leggendari di Bollywood che non possiamo dimenticare - Rishi KapoorIl secondo figlio dello showman Raj Kapoor, Rishi Kapoor appare sullo schermo Mera Naam Joker (1970) nel suo primo ruolo.

Interpreta la versione più giovane del personaggio di suo padre, Raju. Rishi è adorabile e memorabile nel film.

Ha continuato a fare il suo debutto da adulto nel film di grande successo poliziotto (1973) nel ruolo di Raj "Raja" Nath.

poliziotto ha cambiato il modo in cui gli attori venivano percepiti nel cinema indiano. Durante un aspetto su "Aap Ki Adalat" nel 2016, Rishi commenta questo cambiamento:

"Prima Bobby, gli attori erano conosciuti come "uomini e donne". Dopo Bobby, vennero conosciuti come 'ragazzi e ragazze'."

I ricordi di Rishi mostrano il cambiamento da lui attuato nel settore, sotto la guida di suo padre.

Rishi è tra le star più famose quando si tratta di romanticismo. Ha mostrato le sue abilità nei film, inclusi Laila Majnu (1976) Karz (1980) e Damini (1993).

In seguito ha iniziato il suo secondo inning privilegiato, entusiasmando i fan nei ruoli dei personaggi.

Rishi ha illuminato lo schermo da queste parti, brillando in film come Agneepath (2012) e Kapoor & Sons (2016).

Dopo la tragica morte di Rishi il 30 aprile 2020, la sua frequente co-protagonista Amitabh Bachchan lodato la genuina natura della recitazione di Rishi:

“Quando ha pronunciato le sue battute, hai creduto a ogni sua parola. Non c'è mai stata un'alternativa. La sua genuinità era fuori discussione.

Attraverso il suo glorioso lavoro, Rishi ha dimostrato di essere un attore capace. Ha anche mantenuto viva l'eredità della sua famiglia.

Parveen Babi

20 attori leggendari di Bollywood che non possiamo dimenticare - Parveen BabiQuesta audace attrice è stata una delle prime della sua epoca a diventare un puro sex symbol. Parveen Babi ha eclissato la fama negli anni '70 e '80.

Appare in molti film di successo al fianco di Amitabh Bachchan. Questi includono Deewaar (1975) Amar Akbar Anthony (1977) e Kaalia (1981).

I suoi scatti sfacciati, la sua volontà di portare più carne e il suo fascino elegante la rendono un'iconica star di Bollywood.

Insieme a Zeenat Aman, Parveen era una figura sexy sullo schermo indiano. Zeenat ha condiviso un post su Instagram su Parveen il 4 aprile 2023.

Zeenat scrive del talento e del glamour di Parveen:

“Parveen era meravigliosa, affascinante e talentuosa. Negli anni '70 portavamo i capelli in modo simile e apprezzavamo la moda occidentale.

"Sebbene nessuno di noi l'abbia visto, ci è stato detto che avevamo una strana somiglianza."

Parveen e Zeenat hanno condiviso lo schermo Ashanti (1982) e Mahan (1983).

In un colloquio con Preity Zinta, Hrithik Roshan classifica Parveen come una delle sue cotte d'infanzia.

Dopo aver sentito il suo nome, Preity esclama: "Oh sì, era sexy!"

Parveen non era solo un sex symbol. Era anche un'attrice di grande talento. I fan la ricordano per le sue brillanti performance e per la sua figura affascinante.

Sridevi

20 attori leggendari di Bollywood che non possiamo dimenticare - SrideviSridevi è uno degli attori leggendari di Bollywood più amati. È diventata un nome familiare negli anni '7 e '80.

La sua vivacità e luminosità sullo schermo hanno stabilito nuovi standard quando si tratta di performance cinematografiche.

I film popolari di Sridevi includono Mr India (1987) Chandni (1989) e Lamh (1991).

In Signor India, Sridevi balla nelle classifiche 'Hawa Hawairimane iconico e amato.

Nel 2012, è tornata come attrice dopo un intervallo di 15 anni Inglese Vinglish. 

Sridevi offre una performance straziante nella sua versione finale, Mamma (2017). Interpreta Devki Sabarwal.

Devki cerca di vendicare lo stupro di sua figlia Arya Sabarwal (Sajal Ali). Sridevi stupisce e infrange i cuori con la sua interpretazione agghiacciante e forte.

I fan di tutto il mondo sono rimasti devastati e con il cuore spezzato dopo la prematura scomparsa di Sridevi il 24 febbraio 2018.

Nandini Ramnath, da 'Scroll.in,' fa luce sul merito di Sridevi come attrice:

"Era tra le poche star femminili del cinema hindi che potevano guidare il destino commerciale di un film in base ai propri meriti."

Sridevi ha fatto un'apparizione postuma in un film Zero (2018). Ha interpretato se stessa, apparendo accanto a una serie di altre attrici.

Sridevi è una vera leggenda di Bollywood. Ha dato fuoco allo schermo ogni volta che era nell'inquadratura.

Irrfan Khan

20 attori leggendari di Bollywood che non possiamo dimenticare - Irrfan Khan

5 fatti unici sugli attori leggendari di Bollywood

  • Kundan Lal Saigal era noto per la sua sconfinata generosità e spesso donava il suo stipendio ai poveri.
  • Un venditore di succhi di Amritsar aveva predetto che Dev Anand sarebbe diventato una grande star prima di entrare nel settore.
  • Nargis comprò a Shammi Kapoor un grammofonista, alimentando la sua passione per la musica.
  • Nutan una volta schiaffeggiò Sanjeev Kumar per aver presumibilmente detto che erano innamorati l'uno dell'altro.
  • Nel film d'esordio di Irrfan Khan "Salaam Bombay" (1988), il suo ruolo è stato interrotto a causa della sua altezza.

Irrfan Khan ha creato per sé un'eredità che ha trasceso i confini.

Anche se ne ha consegnati diversi Spettacoli hollywoodiani, sarà molto ammirato per le sue radici indiane.

Irrfan ha ottenuto il riconoscimento a Bollywood negli anni '90. Ha anche recitato in film acclamati dalla critica come Billu (2009) e Paan SinghTomar (2012).

Nel 2017 ha superato se stesso Hindi medio nel ruolo di Raj Batra. In quanto ambizioso proprietario di una boutique, Irrfan ha rubato i cuori e impressionato alcuni dei suoi oppositori.

Nel  Hindi medio, ha vinto il premio Filmfare come "Miglior attore" nel 2018.

La star era in qualche modo famigerata per non aver adottato la tipica personalità romantica dei suoi contemporanei. Parlando di questa differenza, Irrfan dice:

“Non voglio interpretare ruoli romantici in cui devo sincronizzare le labbra con una canzone.

“Un ruolo che esplori il romanticismo a un nuovo livello mi andrebbe bene.”

Questa passione nell'esplorare nuovi orizzonti distingue Irrfan da tutti gli altri.

Irrfan è morto tragicamente il 29 aprile 2020. La sua perdita ha creato un vuoto a Bollywood. La superstar Shah Rukh Khan gli ha reso omaggio. Era uno dei suoi Billu co-protagonisti.

SRK lo ha definito “il più grande attore dei nostri tempi”.

Andare controcorrente ha permesso a Irrfan di diventare un attore raffinato e distintivo.

Questi artisti si sono saldamente guadagnati un posto nella cultura cinematografica. I loro personaggi sullo schermo sono iconici e ipnotici.

Ispirano e impressionano sia i fan che gli altri attori.

Nonostante non siano più al mondo, le persone ricordano il loro lavoro sempreverde e raccontano le loro storie.

La loro straordinaria magia sullo schermo li rende i dominatori del loro mestiere. Questi leggendari attori di Bollywood hanno uno stile instancabile.

Quando si parla di leggende del cinema indiano, i loro nomi brilleranno sempre di gloria.

Il loro lavoro merita di essere preservato e ammirato per sempre.

Manav è un laureato in scrittura creativa e un ottimista irriducibile. Le sue passioni includono leggere, scrivere e aiutare gli altri. Il suo motto è: “Non aggrapparti mai ai tuoi dolori. Sii sempre positivo."

Immagini per gentile concessione di ThePrint, Medium, Pinterest, Facebook, IMDB, YouTube, Filmfare e Film Companion.




Cosa c'è di nuovo

ALTRO

"Quotato"

  • Sondaggi

    "Chi governa il mondo" nel T20 Cricket?

    Guarda i risultati

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...