16 beni della regina Elisabetta II che ti sorprenderanno

Questi 16 possedimenti degni di nota della defunta regina Elisabetta II sono strabilianti e sottolineano quanto fosse ricca.

16 beni della regina Elisabetta II che ti lasceranno a bocca aperta

Possedeva l'armatura di Enrico VIII prodotta negli anni Quaranta del Cinquecento

Non sorprende che la regina Elisabetta II avesse in suo possesso una vasta gamma di oggetti, sia costosi che inestimabili.

Dai diamanti ottenuti in modo controverso ai capolavori artistici, Sua Maestà aveva tutto. Ciò è previsto visti i 70 anni di regno della sovrana prima della sua sfortunata di passaggio.

Tuttavia, la regina Elisabetta aveva molto di più di quanto la gente creda.

Il suo status le ha permesso di ottenere alcuni oggetti ma altri sono passati praticamente inosservati. Molti potrebbero chiedersi "beh, lei è la regina, possiede tutto". Ma non è del tutto vero.

Anche se quello che aveva è molto più costoso che possedere terreni o oggetti. Il suo catalogo di possedimenti è illimitato.

Se il nuovo monarca, re Carlo III, erediterà tutte queste cose è in gioco, ma ci si aspetterebbe che sia così.

Quindi, ecco 16 beni posseduti dalla regina Elisabetta II che ti sorprenderanno.

Tutti i delfini nel Regno Unito

16 beni della regina Elisabetta II che ti lasceranno a bocca aperta

Come tutti i cigni che risiedono sul fiume Tamigi, anche la regina possedeva tutti i delfini nel Regno Unito.

Ha rivendicato gran parte della fauna acquatica del paese, che comprende anche storioni, focene e balene.

È una legge o meglio un possesso che viene tramandata dal 1324 quando il re Edoardo II dichiarò:

"Il re avrà il relitto del mare in tutto il regno, balene e storioni portati in mare o altrove all'interno del regno, tranne che in alcuni luoghi privilegiati dal re."

La Corona ha anche chiesto la maggior parte della vita marina scozzese, ma non ha avuto successo in quell'acquisizione.

La Torre di Londra

16 beni della regina Elisabetta II che ti lasceranno a bocca aperta

Risalente all'XI secolo, la Torre di Londra è una delle attrazioni turistiche più visitate di Londra.

Ha svolto un ruolo storico enorme nella linea temporale reale ed è stato effettivamente utilizzato come prigione durante la prima e la seconda guerra mondiale.

Tuttavia, nei tempi moderni, molte persone visitano la Torre di Londra per vedere pezzi classici della storia britannica.

Gli oggetti di spicco qui sono i gioielli della corona e lo stormo di corvi che attirano sussulti e sguardi da tutti coloro che visitano.

Il miglior posto a Wimbledon

16 beni della regina Elisabetta II che ti lasceranno a bocca aperta

Potrebbe essere sorprendente sapere che la regina ha visitato Wimbledon solo quattro volte nella sua vita.

Sebbene non fosse una fan sfegatata di questo sport, il suo posto è il migliore disponibile in quanto si trova nel Royal Box, appena dietro la linea di base sud.

Alexandra Willis per The All England Lawn Tennis Club ha sottolineato la maestosa sede affermando:

"C'è un'opinione, tra coloro che hanno assistito al palco reale, che sia una delle esperienze più speciali nello sport".

La sua apparizione più sorprendente è stata nel 2010, quando ha assistito al gioco di Andy Murray al centro del campo. Era la sua prima apparizione al torneo in 33 anni.

150,000 opere d'arte

16 beni della regina Elisabetta II che ti lasceranno a bocca aperta

Non c'è dubbio che la collezione d'arte della regina Elisabetta II sia forse la più prestigiosa del paese.

Sebbene non possieda personalmente i capolavori, sono ancora tenuti a suo nome, ma saranno trasmessi al re Carlo III.

La Royal Collection, opportunamente denominata, contiene in modo impressionante oltre 1 milione di pezzi tra cui sculture e dipinti.

Ha anche 150,000 opere d'arte di alcuni dei più grandi pittori.

La maggior parte di questi sono distribuiti tra 13 residenze reali, ma alcuni sono esposti nei musei per la visualizzazione pubblica.

Trafalgar Square

16 beni della regina Elisabetta II che ti lasceranno a bocca aperta

Trafalgar Square si aggiunge all'impressionante elenco di asset londinesi della Regina.

Ospita la British National Gallery e la Colonna di Nelson. Quest'ultimo è un'ode al vice ammiraglio Horatio Nelson che ha vinto il Battaglia di Trafalgar.

In origine, l'area ospitava le scuderie reali e le scuderie di falconeria, entrambi avidi interessi della Famiglia Reale.

Nella società moderna, Trafalgar Square è uno dei siti più visitati della capitale ed è visitato da migliaia di persone ogni giorno.

Stormo vincente di cavalli da corsa

16 beni della regina Elisabetta II che ti lasceranno a bocca aperta

I cavalli erano una delle più grandi passioni della regina Elisabetta II. Non c'è da stupirsi che le sia piaciuto guidarli e anche investire in loro.

La sua prima vittoria risale al 1949 dopo che Monaveen, un cavallo che possedeva in comproprietà con sua madre, vinse a Fontwell Park.

Ha continuato ad avere un record impressionante nello sport. Nell'arco di 35 anni, i suoi cavalli hanno partecipato a 3441 gare, vincendone 566.

È stato segnalato da Forbes che i corridori della regina Elisabetta le hanno fatto guadagnare circa 8.7 milioni di sterline.

Il 2021 è stato l'anno di maggior successo per la regina, vincendo 36 gare delle 166 a cui ha partecipato, una percentuale molto alta per le corse di cavalli.

Re Carlo III erediterà questo gregge vincente?

L'armatura di Henry VUI

16 beni della regina Elisabetta II che ti lasceranno a bocca aperta

Come parte della Royal Collection, un sorprendente pezzo di storia cade sotto il possesso della regina.

Possedeva l'armatura di Enrico VIII prodotta negli anni '1540 del Cinquecento ed è uno dei pezzi più affascinanti, fortunatamente alla vista del pubblico.

È interessante notare che l'armatura è stata infine allargata di due pollici per adattarsi al girovita crescente del re.

È la prima delle sei armature sopravvissute dell'ex re quando era molto snello.

Milioni di piedi quadrati di spazi commerciali

16 beni della regina Elisabetta II che ti lasceranno a bocca aperta

In aggiunta alla proprietà della regina dei monumenti britannici, possiede anche una percentuale di immobili in tutto l'impero.

Possiede o possiede in parte 14 parchi commerciali e tre centri commerciali.

L'enorme somma di questo spazio commerciale ammonta a oltre 4.3 milioni di piedi quadrati.

Questo abbraccia artisti del calibro di Derby, Wolverhampton e, naturalmente, Londra.

Molto probabilmente, questo sarà trasferito al re Carlo III che prenderà possesso esclusivo di questi spazi.

25,000 acri di foresta

16 beni della regina Elisabetta II che ti lasceranno a bocca aperta

Sebbene la regina possedesse e controllasse circa 25,000 acri di foreste britanniche, la stessa corona possiede oltre 250,000 acri di terra rurale.

La maggior parte sono utilizzati per l'agricoltura e altri terreni sono utilizzati per l'estrazione di minerali.

La regina era una grande fan della campagna e visitava spesso la Scozia per vedere più di questi spazi deserti ed essere tutt'uno con la natura.

Spesso faceva passeggiate a cavallo nelle foreste o guidava anche sulle cime delle montagne.

C'è un'abbondanza di foreste che prendono il nome dalla regina Elisabetta II come il Parco forestale della regina Elisabetta nelle Highlands scozzesi.

Quasi tutta la Regent Street di Londra

16 beni della regina Elisabetta II che ti lasceranno a bocca aperta

Nel cuore del West End di Londra, Regent Street è una delle destinazioni più popolari di Londra.

Con un'estensione di oltre un miglio, la strada attraversa Picadilly Circus e Oxford Circus, che registra oltre 8 milioni di visite all'anno.

La proprietà - sia al dettaglio che abitativa - vale almeno 14 miliardi di sterline secondo la società di media tedesca, DW.

La proprietà passerà al re Carlo III. Tuttavia, anche se Regent Street fa parte della Crown Estate, ciò non significa che il monarca abbia diritto a diritti d'autore.

Tuttavia, questo non si applica a tutte le vetrine.

La metà della costa del Regno Unito

16 beni della regina Elisabetta II che ti lasceranno a bocca aperta

Da Grimsby a Cardiff fino all'Irlanda del Nord, la regina possedeva metà del litorale durante il suo regno.

Questo possesso significava che la Crown Estate poteva affittare determinati terreni o terreni di marea alle società per una somma ingente.

Tali prestiti potrebbero riguardare infrastrutture portuali, porti turistici, oleodotti e scarichi.

Allo stesso modo, la regina era una grande sostenitrice della conservazione della natura. Quindi, The Crown concedeva spesso in licenza progetti di sviluppo costiero in tutto il territorio.

Il fondale britannico

16 beni della regina Elisabetta II che ti lasceranno a bocca aperta

Sorprendentemente, The Queen possedeva tutti i fondali marini territoriali del Regno Unito utilizzati per le energie rinnovabili.

Mentre la sua proprietà della costa si è praticamente consolidata quando è stata incoronata, il suo diritto di riscuotere i diritti d'autore dall'energia eolica e delle onde è stato concesso nel 2004.

Il suo dominio marino si estendeva per 200 metri di profondità intorno alle isole britanniche raggiungendo la metà del Mare del Nord e del Mare d'Irlanda.

L'importanza di questa proprietà era cruciale.

Le royalties per lo sfruttamento di petrolio e gas a terra e in mare spettano al governo. Tuttavia, il leasing di energia eolica è diverso ed è gestito dalla Crown Estate dal 2000.

Ciò significa che la famiglia reale potrebbe utilizzare questa fonte di energia a scopo di lucro.

Un parco eolico offshore

16 beni della regina Elisabetta II che ti lasceranno a bocca aperta

Questo porta a un altro possedimento sorprendente che è il parco eolico offshore della Regina.

Etichettato Thanet Offshore Wind Farm, si trova a sette miglia al largo della costa del Kent. È stato aperto nel 2010.

Al momento della sua apertura, era il più grande parco eolico offshore del mondo.

Tuttavia, The Crown è coinvolta in molti progetti di energia verde, che Re Carlo III ora ha ereditato.

Ciò include la centrale elettrica di marea di Pentland Firth, la più grande centrale elettrica di marea d'Europa, situata al largo della punta settentrionale della Scozia.

Il quaderno degli schizzi della regina Vittoria

16 beni della regina Elisabetta II che ti lasceranno a bocca aperta

La regina Elisabetta II era la pronipote della regina Vittoria, quindi ha senso che avesse questo prezioso manufatto.

L'album da disegno dell'ex monarca ha visto alcune delle sue opere d'arte pubblicate, in particolare nel libro di Marina Warner Il quaderno degli schizzi della regina Vittoria (1979).

La biografia mette a nudo alcuni fantastici dipinti e testi dei diari della regina Vittoria.

Ma avere l'album originale deve essere stato fantastico per il defunto monarca da guardare e riflettere.

La piattaforma continentale del Regno Unito

16 beni della regina Elisabetta II che ti lasceranno a bocca aperta

Nel 1964, il Continental Shelf Act stabiliva che The Crown potesse rivendicare alcuni dei titoli del Regno Unito piattaforma continentale.

La proprietà della regina della piattaforma continentale del Regno Unito arriva fino a una distanza di 200 miglia nautiche in alcune parti.

Questo le conferiva il diritto al sottosuolo e ai minerali che si trovano nel mare.

Tutte le miniere d'oro della Scozia

16 beni della regina Elisabetta II che ti lasceranno a bocca aperta

La Scozia era una delle mete preferite della regina Elisabetta II e di altre figure reali.

Anche al suo funerale, Sua Maestà ha voluto che le cornamuse segnalassero la fine del procedimento in omaggio al suo amore per il paese.

La sua proprietà delle miniere d'oro scozzesi è ereditata, ma può segnalare cattive notizie per cercatori casuali.

Ad esempio, nel 2018, una persona anonima ha scoperto la più grande pepita della Gran Bretagna in un fiume scozzese, per un valore fino a £ 56,000.

Tuttavia, se non aveva il permesso di rimuovere l'oro, questo passa legalmente e automaticamente a The Crown.

Anche questo sarà ereditato dal re Carlo III e può essere una risorsa degna per le generazioni future.

Queste sorprendenti risorse della regina Elisabetta II fanno luce sulle diverse strade in cui è stata investita.

Sport, agricoltura e natura erano tutte componenti vitali dell'eredità di Sua Maestà nel Regno Unito.

Mentre alcuni di questi oggetti non sono una sorpresa, altri sono piuttosto unici e ti colgono alla sprovvista.



Balraj è un vivace laureato in scrittura creativa. Ama le discussioni aperte e le sue passioni sono il fitness, la musica, la moda e la poesia. Una delle sue citazioni preferite è "Un giorno o un giorno. Tu decidi."

Immagini per gentile concessione di Instagram.




Cosa c'è di nuovo

ALTRO

"Quotato"

  • Sondaggi

    Qualcuno ha sofferto di diabete nella tua famiglia?

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...