Condanne a 10 anni di reclusione per viaggiatori che si trovano al confine con il Regno Unito

Il governo ha annunciato che coloro che mentono sulla loro storia di viaggio al confine con il Regno Unito rischiano fino a 10 anni di carcere.

Condanne a 10 anni di reclusione per viaggiatori che si trovano al confine con il Regno Unito

"Riconosco che il governo deve stabilire regole severe"

Sono state introdotte condanne a dieci anni di reclusione per coloro che mentono sul loro viaggio al confine del Regno Unito.

Il governo ha annunciato le nuove restrizioni tra le preoccupazioni che le nuove varianti di Covid-19 stiano diventando più diffuse nel Regno Unito.

I analisi entreranno in vigore il 15 febbraio 2021.

Secondo le nuove regole, i residenti nel Regno Unito e in Irlanda che arrivano in Inghilterra da 33 paesi della "lista rossa" dovranno pagare fino a £ 1,750 per essere messi in quarantena per 10 giorni nelle camere d'albergo gestite dal governo.

Dovranno inoltre fornire un test Covid-19 negativo 72 ore prima del volo.

Chiunque cerchi di nascondere di essere stato in un paese della “lista rossa” nei 10 giorni precedenti il ​​suo arrivo dovrà affrontare una pena detentiva fino a 10 anni.

Tuttavia, le dure sanzioni hanno causato preoccupazione.

Lord Jonathan Sumption ha messo in dubbio l'annuncio del segretario alla sanità Matt Hancock.

Ha detto: “Dieci anni è la pena massima per minacce di morte, avvelenamento non fatale o aggressione indecente.

"Il signor Hancock pensa davvero che la non divulgazione di una visita in Portogallo sia peggiore del gran numero di reati violenti con armi da fuoco o reati sessuali che coinvolgono minori, per i quali il massimo è di sette anni?"

L'ex parlamentare conservatore Dominic Grieve ha definito la pena detentiva di 10 anni "del tutto sproporzionata".

Ha detto: “La realtà è che nessuno otterrebbe comunque una sentenza del genere, i tribunali semplicemente non la imporranno.

“Ora riconosco che il governo deve stabilire regole rigide e deve prevedere sanzioni per applicarle.

"Ma suggerire che una dichiarazione falsa su un modulo all'atterraggio all'aeroporto di Heathrow deriverà da una condanna a dieci anni è, credo, un errore perché è esagerato, non accadrà".

Il segretario ai viaggi Grant Shapps ha difeso le nuove misure di frontiera del Regno Unito, definendole "appropriate".

Ha detto Sky News: "Ciò di cui abbiamo a che fare ora sono le varianti e, con le varianti, non possiamo rischiare in queste fasi finali - dove abbiamo lanciato il vaccino - che potremmo finire con una difficoltà derivante dalle variazioni, anche se pensiamo finora che saremo in grado di prenderci cura di loro attraverso i vaccini.

"E, per questo motivo, pensiamo ... cose come le pene detentive per aver mentito sul fatto di essere in uno di quei paesi della lista rossa sono appropriate."

Shapp ha affermato che i viaggi sono diminuiti del 95% rispetto al 2020, con meno di 1,000 arrivi al giorno dai paesi della "lista rossa".

Ha detto che il governo ha più di 5,000 camere d'albergo immediatamente disponibili per i viaggiatori in quarantena.

Il sig. Shapp ha aggiunto: "Entro la prossima settimana, quando le persone dovranno pagare per farlo, un pacchetto di £ 1,750 oltre ai costi per arrivare qui tramite un percorso indiretto, penso che scopriremo che i numeri sono in realtà piuttosto piccoli".

Ha anche messo in dubbio se i cittadini britannici sarebbero in grado di godersi una vacanza estiva nel 2021, nel Regno Unito o all'estero, tra le preoccupazioni sui nuovi ceppi di Covid-19.

Ha detto: "Temo di non poterti dare una definitiva 'ci sarà o non ci sarà' l'opportunità di fare le vacanze il prossimo anno, in patria o all'estero".

In Scozia, tutti i viaggiatori internazionali che arrivano in Scozia dovranno soggiornare in un hotel di quarantena.

Al momento non ci sono voli internazionali che operano per il Galles o l'Irlanda del Nord.

Dhiren è una laureata in giornalismo con la passione per i giochi, la visione di film e lo sport. Gli piace anche cucinare di tanto in tanto. Il suo motto è "Vivi la vita un giorno alla volta".