10 truffe a cui gli studenti universitari dovrebbero prestare attenzione

L'università è un momento entusiasmante per gli studenti, ma sono anche bersaglio di truffe. Ecco i 10 a cui prestare attenzione e come evitarli.


I truffatori mirano a creare panico inviando e-mail

Navigare nella vita universitaria è un viaggio emozionante ma impegnativo.

Tra lezioni di equilibrio, attività sociali e ritrovata indipendenza, gli studenti spesso affrontano una serie di rischi imprevisti, comprese le truffe rivolte specificamente a loro.

Questi schemi fraudolenti possono variare dalle e-mail false al catfishing, tutti progettati per sfruttare l’inesperienza e le vulnerabilità dei giovani adulti.

Con l’evoluzione continua dell’era digitale, crescono anche le tattiche dei truffatori, rendendo fondamentale per gli studenti universitari rimanere informati e vigili.

Approfondiremo le 10 truffe più diffuse da cui gli studenti universitari dovrebbero diffidare, fornendo spunti e suggerimenti essenziali per aiutarli a salvaguardare le proprie finanze, le informazioni personali e il benessere generale.

Email false dalla società di prestiti agli studenti

10 truffe Gli studenti universitari dovrebbero diffidare del prestito studentesco

Una comune e-mail di truffa rivolta agli studenti finge di provenire dalla Student Loans Company, ma in realtà è una frode.

I truffatori mirano a creare panico inviando e-mail in cui affermano che il tuo account è sospeso e ti chiedono di rispondere urgentemente con le tue coordinate bancarie o altre informazioni personali per ricevere i pagamenti del prestito.

Se ricevi un'e-mail e non sei sicuro che sia legittima, mantieni la calma e indaga a fondo.

Ignora qualsiasi e-mail che richieda informazioni personali o finanziarie, non importa quanto sembri convincente; le organizzazioni legittime non chiederanno mai informazioni sensibili via e-mail.

Diffida delle e-mail prive di dettagli specifici, come ad esempio rivolgersi a te come "Caro studente" invece di usare il tuo nome, e fai attenzione a errori di ortografia e grammatica, che spesso indicano una truffa.

Controlla regolarmente il sito web della Student Loans Company per gli aggiornamenti e verifica eventuali e-mail sospette rispetto alle informazioni fornite lì.

Sovvenzioni e borse di studio fasulle

10 truffe a cui gli studenti universitari dovrebbero prestare attenzione - Grant

Se ricevi un'e-mail che dichiara di provenire dalla tua università, che ti informa che sei idoneo per una borsa di studio o una borsa di studio per la quale non hai mai fatto domanda, sii molto scettico.

Il passaggio successivo probabilmente coinvolgerà qualcuno che richiederà le tue coordinate bancarie per depositare la borsa di studio o la borsa di studio, che potrà poi essere utilizzata per derubarti.

Prestare attenzione con tali e-mail.

Confronta l'indirizzo email con altre email ufficiali dell'università che hai ricevuto. Controlla la coerenza del design e del layout.

Presta attenzione all'ortografia e alla grammatica. Ad esempio, se sei uno studente del Queens' College, Università di Cambridge, e ricevi un'e-mail dal “Queen's College Cambrigde”, è chiaramente sospetto.

Aiuta a proteggere i tuoi compagni studenti segnalando tali e-mail alle autorità universitarie in modo che tutti possano stare all'erta.

Eventi di matricole false

10 truffe a cui gli studenti universitari dovrebbero prestare attenzione: matricole

Cadere in questa truffa potrebbe costarti solo cinque o dieci sterline, ma è comunque frustrante.

Quando sei nuovo all'università e cerchi eventi a cui partecipare con i tuoi nuovi amici, potresti incontrare persone che vendono biglietti per vari eventi come riunioni mondane, feste di sindacati studenteschi e serate in discoteca.

Il truffatore si confonde con eventi legittimi, vende i biglietti a un falso evento, e scompare prima che tu ti renda conto che è una truffa quando arrivi alla sede inesistente.

Questa truffa non viene facilmente rilevata dai biglietti di scarsa qualità, poiché molte società studentesche legittime utilizzano biglietti fotocopiati con errori di battitura.

Se hai sentito parlare di truffe di questo tipo nella tua università, cerca l'evento prima di acquistare un biglietto.

Una rapida ricerca su Google può rivelare se la sede esiste e se l'evento si sta effettivamente svolgendo.

catfishing

10 truffe a cui gli studenti universitari dovrebbero prestare attenzione: il pesce gatto

Una delle truffe più devastanti è la pesca al gatto.

Di solito, si tratta di chattare con qualcuno sui social media o su un forum studentesco. Diventi amico o addirittura sviluppi una relazione romantica, tutto avviene online.

Ci sono sempre delle scuse per cui non puoi chattare in video o incontrarti di persona.

Alla fine, rivelano di avere problemi finanziari e ti chiedono se puoi mandargli dei soldi.

Da lontano, questa classica truffa sembra ovvia, ma i truffatori stanno attenti a chi prendono di mira.

Gli studenti stressati per gli esami e l’università, isolati dalla loro rete di supporto e circondati da amici che affrontano pressioni simili, sono le vittime ideali.

Fai attenzione agli amici online che non sono disposti a chattare in video o a fare telefonate.

Proprietari falsi

10 truffe a cui gli studenti universitari dovrebbero prestare attenzione: il proprietario

Anche i proprietari legittimi e le agenzie immobiliari a volte possono farti sentire sovraccaricato di commissioni amministrative e depositi elevati.

Tuttavia, i proprietari fraudolenti fanno un ulteriore passo avanti.

Gli studenti internazionali, che spesso hanno bisogno di assicurarsi un alloggio senza visionare le proprietà di persona, sono gli obiettivi principali.

Questi truffatori pubblicano annunci di case o appartamenti che non esistono o non possono essere affittati, chiedono un deposito o altre spese in anticipo e poi scompaiono, lasciando lo studente senza soldi o un posto dove stare.

Per evitare tali truffe, affitta solo tramite proprietari e agenzie immobiliari rispettabili.

Se possibile, visionare la proprietà di persona prima di pagare eventuali depositi.

Questo garantisce che l'immobile esista e che il proprietario abbia le chiavi e ti aiuta ad evitare spiacevoli sorprese come un appartamento molto più piccolo di quanto suggeriscono le foto.

Inoltre, una volta trovato un posto in affitto, assicurati che il tuo deposito sia inserito in un programma riconosciuto di protezione dei depositi di locazione, che nella maggior parte dei casi è un requisito legale per i proprietari.

Riciclaggio di denaro

Se qualcuno ti chiedesse di trattenere una grossa somma di denaro, prelevarne una parte e poi trasferire il resto su un altro conto, probabilmente ti insospettiresti.

Ma cosa succederebbe se fosse presentato come un lavoro con un titolo convincente come Agente di elaborazione pagamenti?

Questa è conosciuta come la truffa del money mule. Gli studenti, attratti dalla promessa di soldi facili, potrebbero fornire le proprie coordinate bancarie ai truffatori, rischiando che i loro risparmi vengano rubati.

Anche se il truffatore fa solo ciò che promette – permettendo allo studente di prendere una piccola somma per trasferire una grande quantità di denaro – lo studente sta comunque partecipando ad un riciclaggio di denaro, che può portare fino a 10 anni di prigione.

Una variante di questa truffa consiste nel fare amicizia con uno studente, fingendosi un altro studente che afferma di non poter accedere al prestito tramite il proprio conto bancario.

Chiedono se possono trasferire il prestito sul tuo conto e te lo fanno trasferire.

Facendo quello che sembra un favore a un amico, potresti inavvertitamente riciclare denaro per un criminale.

Lavori falsi

Gli schemi di riciclaggio di denaro sono solo un tipo di truffa sul lavoro falso che prende di mira gli studenti.

Un'altra truffa comune sono gli annunci di lavoro per posti di lavoro inesistenti.

Dopo aver dedicato del tempo a creare la lettera di presentazione e il CV, il presunto datore di lavoro è così colpito che il processo del colloquio viene saltato e vuole che tu inizi subito.

Tuttavia, prima di poter iniziare, richiedono una tassa amministrativa di £ 200 e £ 300 per un assegno DBS (Disclosure and Barring Service), un assegno legittimo che di solito non costa più di £ 75.

Se paghi queste commissioni, probabilmente dovrai affrontare ulteriori addebiti fasulli. Se rifiuti, l'unico modo per contattarli sarà tramite un numero a tariffa maggiorata, che ti costerà ancora di più.

Come regola generale, diffidare di qualsiasi lavoro che offra un inizio immediato senza colloquio o turno di prova.

Spesso le offerte di lavoro false provengono da aziende di cui non hai mai sentito parlare e utilizzano indirizzi e-mail poco convincenti. Un vero datore di lavoro non ti chiederà mai di pagare per essere assunto.

Schemi piramidali

Un’altra classica truffa sul lavoro che spesso prende di mira gli studenti è lo schema piramidale.

Il concetto è semplice

Si inizia con una sola persona: il truffatore. Presentano un modello di investimento in cui paghi loro un importo fisso, diciamo £ 100, e promettono di pagarti lo stesso importo per ogni persona che recluti per investire nello stesso modo.

Tuttavia, non esiste un modo effettivo per generare denaro; lo schema si basa esclusivamente sul reclutamento di più partecipanti.

Recupererai i tuoi soldi solo se recluterai altri, che dovranno poi fare lo stesso per recuperare il loro investimento. La stragrande maggioranza dei partecipanti, tipicamente agli ultimi posti, finisce per perdere i propri soldi.

Sebbene ciò possa sembrare facile da individuare, gli schemi piramidali sono spesso mascherati da attività legittime.

Ad esempio, potrebbe esserti offerto un lavoro come venditore di cosmetici, in cui devi acquistare uno stock iniziale e sei incoraggiato a reclutare più venditori.

Nonostante la presenza di un prodotto (che di solito non ha valore), rimane un classico schema piramidale.

Se ti viene offerto un lavoro che richiede il pagamento dell'inventario dei prodotti e include un aspetto di reclutamento, esamina attentamente la struttura prima di investire denaro.

Prove "gratuite".

Una truffa di prova gratuita, comunemente nota come trappola dell'abbonamento, funziona secondo un principio familiare.

Fornisci le tue coordinate bancarie per iscriverti a una prova gratuita, che potrebbe riguardare qualsiasi cosa, dal software agli integratori per la crescita muscolare, spesso richiedendo solo il pagamento delle spese di spedizione e imballaggio durante il periodo di prova.

Alcune aziende fanno affidamento sul fatto che tu dimentichi di annullare la sperimentazione, il che, sebbene non etico, non è illegale.

L'aspetto della truffa si verifica quando la condizione secondo cui ti verrà addebitato un importo a meno che non annulli è nascosta in caratteri piccoli, rendendola facile da trascurare.

Inoltre, tentare di annullare può essere costoso e frustrante, coinvolgendo linee telefoniche a tariffa maggiorata e lunghi tempi di attesa destinati a scoraggiarti.

In alcuni casi potrebbe essere impossibile contattare l’azienda. Per proteggerti, leggi sempre attentamente i termini e le condizioni prima di iscriverti a qualsiasi prova gratuita.

Manomissione del bancomat

La manomissione dei bancomat può colpire chiunque, ma gli studenti universitari sono particolarmente vulnerabili perché spesso prelevano piccole somme di denaro da luoghi diversi e raramente si recano di persona in banca.

Questa truffa può variare da metodi sofisticati, come l'installazione di tecnologia sul bancomat per scremare la tua carta o copiare il tuo PIN, a tattiche semplici come uno sconosciuto che bighellona dietro di te per leggere il tuo PIN da sopra la tua spalla prima di afferrare la borsa o svuotare le tasche più tardi. .

Per evitare di cadere vittima di questa truffa, coprite sempre il PIN quando lo inserite ed evitate di utilizzare il bancomat se qualcuno si trova troppo vicino.

Inoltre, prestare attenzione a eventuali segnali che potrebbero indicare che qualcosa non va nella macchina, come plastica allentata, una tastiera spugnosa o uno slot per schede sovradimensionato o bloccato.

Se sei preoccupato, utilizza un bancomat diverso e dai priorità alla tua sicurezza.

La sensibilizzazione è la prima linea di difesa contro le truffe ai danni degli studenti universitari.

Riconoscendo i segnali degli schemi fraudolenti e comprendendo le tattiche utilizzate dai truffatori, gli studenti possono proteggersi meglio dal cadere vittime di queste pratiche ingannevoli.

Dalle e-mail false alle offerte di lavoro false e al furto di identità, le minacce sono numerose e in continua evoluzione. Rimanere informati, esercitare cautela e chiedere consiglio a fonti attendibili può fare una differenza significativa nell’evitare queste trappole.



Dhiren è un redattore di notizie e contenuti che ama tutto ciò che riguarda il calcio. Ha anche una passione per i giochi e la visione di film. Il suo motto è "Vivi la vita un giorno alla volta".



Cosa c'è di nuovo

ALTRO

"Quotato"

  • Sondaggi

    "Chi governa il mondo" nel T20 Cricket?

    Guarda i risultati

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...