"Satyameva Jayathe" di SuperHeavy

SuperHeavy la band unica composta da Mick Jaggar, AR Rahman, Dave Stewart, Damian Marely e Joss Stone hanno pubblicato il loro primo album chiamato "SuperHeavy" e il secondo singolo è "Satyameva Jayathe" una canzone di morale indiana creata dal membro della band e Mozart di Madras, AR Rahman.


"Non avevo altri testi oltre a Satya Meva Jayate"

Dopo la straordinaria notizia della formazione della band SuperHeavy composta da Mick Jagger, Mick Jagger, AR Rahman, Damian Marley, Dave Stewart e Joss Stone, il loro primo album e singoli stanno rapidamente lasciando il segno nell'industria musicale.

Il primo singolo "Miracle Worker" era una forte atmosfera reggae con la voce solista di Damian Marely supportata da Joss Stone e il resto della band. Ora è il momento per AR Rahman di fare un passo avanti con un brano affascinante per l'album chiamato "Satyameva Jayathe" che significa "la verità da sola trionfa" e presenta la voce di Mick Jagger che canta in hindi. Per inciso, il titolo della traccia era anche il titolo di un film di Bollywood uscito nel 1987, diretto da Raj N. Sippy e interpretato da Vinod Khanna, Meenakshi Sheshadri e Madhavi.

La canzone dell'album SuperHeavy è stata composta dal premio Oscar Rahman ed è una melodia immediatamente contagiosa che sembra un nuovo inno in divenire. I fan di Rahman proveranno senza dubbio la stessa atmosfera che hanno provato quando hanno sentito per la prima volta l'ormai immortale "Vande Mataram". Pur avendo un ritmo ottimista in stile Ragga, la canzone si avvale di tutti i membri della band nella voce e musicalmente.

La band è una realtà dopo che Mick Jagger e Dave Stewart volevano formare una band con musicisti di generi diversi. E successivamente, AR Rahman è stata la scelta ideale per rappresentare l'atmosfera dell'Asia meridionale in questo gruppo unico.

Nonostante i loro background disparati, i membri dei SuperHeavy si sono immediatamente collegati e hanno iniziato a correre. "Non appena abbiamo iniziato a suonare insieme in studio, tutti questi stili diversi sono diventati un problema, non sembrava essere un problema farli combaciare" dice Jagger.

"Stavamo solo facendo musica e se non ci piacesse, non la useremmo", ha detto Stewart.

"L'abbiamo fatto solo perché volevamo fare un esperimento, e questo è stato sviluppato e sviluppato sempre di più fino a quando alla fine è apparso questo disco."

Questo nuovo e spontaneo modo di lavorare per tutti i collaboratori ha prodotto un esplosivo album di 12 tracce che sfida la categorizzazione. I membri del gruppo affermano che il suono dell'album non può essere inserito in alcun genere specifico. Dave Stewart descrive SuperHeavy come un 'esperimento di tipo alchimista pazzo', con Mick Jagger che aggiunge: "Non sapevamo che tipo di musica avremmo fatto, non sapevamo se sarebbe stato utile, ma speravamo di sì" divertirmi ”.

L'album SuperHeavy è ora disponibile per il download su iTunes e può essere acquistato in tutti i negozi di musica affidabili.

La leggenda di Jagger si è formata con i Rolling Stones e altre collaborazioni musicali di successo, ma dice che niente di tutto ciò può essere paragonato alla sua esperienza con i SuperHeavy.

Rahman desiderava realizzare un brano tradizionale indiano che includesse grandi artisti e questa è stata l'occasione giusta per realizzarlo. Parlando di 'Satyameva Jayathe' Rehman ha detto: “È stato un lungo sogno per me, prendere una delle morali della cultura indiana, che è Satya Meva Jayate, e trasformarla in una canzone. Dave ha detto: "AR vogliamo la tua voce in questo album e vogliamo che anche questa sia una grande canzone indiana". Ho detto che sarebbe stato storico; se Mick Jagger, Joss Stone, Damien Marley, Dave Stewart e io veniamo insieme per una canzone come questa. In un certo senso, è iconico. A quel punto abbiamo agito tutti spontaneamente e abbiamo iniziato a fare la canzone e non avevo altri testi oltre a Satya Meva Jayate. Sapevo solo che doveva essere questa canzone ma non avevo nient'altro. Successivamente abbiamo inserito i testi e aggiunto il coro per creare una sorta di epopea. "

In una recente intervista con l'Associated Press, Rahman, Jagger e Stewart hanno parlato in dettaglio della realizzazione dell'album e dell'intera esperienza SuperHeavy.

Alla domanda su cosa cercassero Jagger e Stewart nel membro quando li selezionavano, Jaggar ha detto: “Una cosa seria a cui abbiamo pensato, non volevamo persone con un sacco di entourage e che avrebbero avuto un ego troppo grande. È molto rapidamente il modo in cui gli esseri umani si adattano al temperamento e alla creatività degli altri. È come essere a un cocktail party con un gruppo di persone. O il cocktail party andrà bene o no. Dipende dall'atmosfera. "

È interessante notare che Rahman è stato il primo membro che hanno chiamato. Parlando di questo Rahman ha detto: “Non so perché mi hanno chiamato, prima di tutto. Ho pensato che forse volessero suonare il mio piano o la mia tastiera, o un arrangiamento di archi ".

Le sfide musicali per Jaggar sembrano fornire molto divertimento. Nel primo singolo, Jaggar ha anche fatto un po 'di "brindisi" che è una rima lirica dell'India occidentale. Jaggar ha ricordato il tempo e ha detto: “Stavo solo copiando Damian. Faccio un po '. Sono andato a brindare, lo chiamiamo, ma è la stessa cosa (del rap). Damian stava facendo davvero un bel brindisi, rap dell'India occidentale, quindi ho pensato: “Potrei farlo. Non può essere così difficile. " In realtà è stato abbastanza difficile. Con un po 'di pratica va tutto bene. È una risata. "

Parlando del concetto di SuperHeavy, Rahman dice: “SuperHeavy è un team musicale e ognuno di noi ha uno stile distinto. Se guardi noi cinque, abbiamo tutti guidato le nostre cose e abbiamo il nostro seguito. Quindi portiamo in tavola influenze molto diverse. Quando si tratta di una collaborazione di tale portata, a volte devi stare in secondo piano e lasciare che la musica sia fatta in modo naturale. Ma SuperHeavy ha forti influenze indiane ".

AR Rahman è probabilmente il musicista indiano più pionieristico che ha attraversato con successo il mondo occidentale e ha portato con sé la sua identità musicale unica. Essendo uno dei compositori più ricercati di Bollywood, ha dimostrato che i suoi talenti non sono limitati a un settore specifico. E dopo essere stato il primo compositore indiano a vincere un Oscar, di certo non smetterà di aggiungere "pesante" a SuperHeavy.

A Jas piace rimanere in contatto con il mondo della musica e dell'intrattenimento scrivendone. Anche a lui piace andare in palestra. Il suo motto è "La differenza tra l'impossibile e il possibile sta nella determinazione di una persona".



Cosa c'è di nuovo

ALTRO

"Quotato"

  • Sondaggi

    Qualcuno ha sofferto di diabete nella tua famiglia?

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...